IOS 13

iOS 13 è l’ultima versione del sistema operativo mobile di Apple: è stato presentato il 3 giugno 2019 in occasione della prima giornata del WWDC e sarà disponibile in autunno. Rispetto alla versione precedente, iOS 13 introduce molte novità, che vanno da semplici miglioramenti nelle prestazioni a una lunga serie di nuove app e funzioni.

Di seguito le novità principali di iOS 13: per maggiori informazioni potete dare un'occhiata all'articolo principale, linkato nel titolo.

  • Prestazioni migliorate: il Face ID è il 30% più veloce, il tempo di avvio delle app è stato dimezzato e le app pesano molto meno durante il download;
  • Dark mode: il tema scuro porta un’interfaccia basata su una combinazione di nero e grigio, che si applica sia al sistema operativo che alle app. Gli sviluppatori di terze parti avranno la possibilità di includere una dark mode per le loro app. Grazie agli schermi OLED di iPhone X e superiori, la Dark Mode dovrebbe portare anche un risparmio di batteria;
  • QuickPath, ossia il supporto alla modalità swipe per la tastiera, con la possibilità di trascinare il dito sulle lettere, invece che cliccare i singoli tasti;
  • Nuovo menu di condivisione, con suggerimenti basati sui contatti con cui l’utente comunica più spesso;
  • L'app File supporta i dispositivi di archiviazione, come penne USB e schede SD;
  • Nuova app Promemoria, che comprende il linguaggio naturale e crea notifiche di conseguenza (ad esempio: ricordami di chiamare nonna domani alle 18 );
  • Nuova app Mappe, con molti più dettagli e nuova modalità Look Around (simile a Street View di Google Maps);
  • Sign in with Apple: nuovo sistema di login tramite account Apple, che tutti gli sviluppatori che implementano login di terze parti (come Google e Facebook) dovranno usare. La particolarità di Sign in with Apple è che permette di non fornire la propria email ai servizi a cui ci si registra, creando degli alias temporanei;

  • Nuove opzioni di personalizzazione per le Memoji, tra cui la possibilità di aggiungere piercing, trucchi e accessori (tra cui, ovviamente, gli AirPods). Adesso le Memoji possono essere trasformate anche in sticker;
  • Nuove Animoji (polpo, mucca e topo);
  • Messaggi ora supporta avatar e nome utente;
  • Nuove opzioni per Salute, tra cui il tracciamento del ciclo mestruale;
  • Organizzazione delle foto migliorata: vengono messe in rilievo le immagini migliori e nascosti i duplicati
  • Nuovi effetti e filtri per l’editor di foto;
  • Possibilità di modificare i video, anche con effetti e filtri (esattamente come avviene pr le foto);
  • Modalità Ritratto migliorata, con possibilità di avvicinare virtualmente la luce al soggetto;
  • Nuova voce per Siri, che dovrebbe risultare molto più naturale;
  • Template per Comandi: Siri propone automaticamente una serie di azioni concatenate, utili per le routine quotidiane
  • Uno dei più grandi cambiamenti annunciati durante il WWDC 2019 è la biforcazione di iOS: a partire da iOS 13, infatti, la versione per iPad del sistema operativo della mela assume il nome di iPadOS. Questo cambiamento porta con sé una cambio di paradigma, con l'iPad che diventa uno strumento più orientato ad un uso professionale.

    Ovviamente iPadOS mantiene tutte le possibilità di iOS 13, a cui vengono aggiunte una serie di funzioni esclusive per tablet:

    • Widget integrati nella schermata Home, accessibili con uno swipe sulla destra;
    • Possibilità di lanicare più istanze della stessa app, ad esempio per lavorare contemporaneamente a due documenti Word;
    • App Exposé, per visualizzare tuttele finestre dell'app aperta;
    • Possibilità di aprire più app in Slide Over, e passare facilmente da una all'altra;
    • Navigazione web di livello desktop con Safari, che non mostra più la versione mobile dei siti (questo permette di usare tutti i siti come fossimo da dekstop e, ad esempio, lavorare su Google Docs senza problemi):
    • Download manager per Safari;
    • Nuova visualizzazione a colonna per File, con metadati visibili e azioni rapide;
    • Elaborazione testi migliorata, con gesture a 3 dita per tagliare, copiare e incollare testo, ma anche per annullare l'inserimento;

  • Latenza più che dimezzata per Apple Pencil, che passa da 20 millisecondi a 9 millisecondi;
  • Nuova palette di strumenti per Apple Pencil, che può essere spostata o ridotta a icona;
  • Tastiera fluttuante, per scrivere facilmente con una mano e occupare meno spazio;
  • Supporto a SideCar, ossia possibilità di usare l'iPad come monitor esterno per Mac, grazie al nuovo macOS Catalina
  • La particolarità degli sfondi di iOS 13 è che variano a seconda del tema: passando alla Dark Mode, infatti, anche i wallpaper diventano più scuri. In ogni caso, se volete comunque scaricare gli sfondi del nuovo sistema operativo della mela, li trovate qui:

    iOS 13 e iPadOS 13 sono compatibili con tutti gli iPhone a partire da iPhone 6s e tutti gli iPad a partire da iPad Air 2; di seguito l'elenco completo:

    iPhone compatibili

    • iPhone XS Max
    • iPhone XS
    • iPhone XR
    • iPhone X
    • iPhone 8 Plus
    • iPhone 8
    • iPhone 7 Plus
    • iPhone 7
    • iPhone SE
    • iPhone 6s Plus
    • iPhone 6s
    • iPod touch (7a gen)

    iPad Compatibili

    • iPad Pro 12,9″
    • iPad Pro 11″
    • iPad Pro 10,5″
    • iPad Pro 9,7″
    • iPad (6a gen.)
    • iPad (5a gen.)
    • iPad mini (5a gen.)
    • iPad mini 4
    • iPad Air (3a gen.)
    • iPad Air 2

    E iPhone 6?

    Nonostante molti utenti ci sperassero, iOS 13 non supporta iPhone 6.

    Il buon vecchio iPhone 6, lanciato a settembre 2016, rimane fuori dai giochi e non riceverà più update dopo iOS 12.

    Uscita

    iOS 13 sarà disponibile in autunno: non si conosce ancora la data precisa, ma verosimilmente sarà possibile scaricarlo circa una settimana dopo la presentazione di iPhone 11 (nome provvisorio). Ipotizzando che quest'ultimo potrebbe esser svelato il 10 settembre, iOS 13 potrebbe arrivare il 16 settembre 2019 (ovviamente si tratta di una data ipotetica, non verificata).

    Download beta (IPSW)

    Attualmente iOS 13 è disponibile solo ed esclusivamente per chi possiede un account sviluppatore: la beta pubblica, utilizzabile anche dai curiosi che vogliono sperimentare con le nuove funzioni, arriverà a fine mese. Non mancheremo di fornire il link al file IPSW non appena disponibile

    Gli ultimi articoli