Non solo Dark Mode, iOS 13 è tutto nuovo: prestazioni migliorate, nuove app e ancora più privacy (foto)

Giuseppe Tripodi -

Che la Dark Mode sarebbe arrivata con questo WWDC 2019 si sapeva da tempo, ma iOS 13 porta con sé molto di più che la dark mode.Vediamo in dettaglio cosa ci aspetta sul nuovo sistema operativo della mela, che verrà rilasciato in autunno.

Prestazioni

Craig Federighi ha iniziato la presentazione spiegando che iOS 13 è molto più performante: il Face ID è il 30% più veloce che in passato, il tempo di avvio delle app è stato dimezzato e le applicazioni pesano meno durante il download (fino al 50% in meno per nuove app e fino al 60% in meno per gli aggiornamenti).

Dark Mode e non solo

La più importante novità estetica del sistema operativo della mela è la DarkMode: finalmente è possibile attivare la modalità con i toni scuri, che non rappresenta solo un cambiamento nell’aspetto, ma dovrebbe portare con sé anche una migliore autonomia per i dispositivi con display OLED (iPhone X e superiori).

Oltre questo, la nuova tastiera di iOS supporta finalmente lo swipe, ossia è possibile trascinare sulle lettere invece che cliccare i singoli tasti.

La tastiera di iOS 13 supporta finalmente lo swipe

C’è anche un nuovo menu di condivisione, che propone i contatti a cui inviare i contenuti a seconda delle persone con cui interagiamo di più e i volti riconosciuti nelle foto.

Infine, Apple Music include i testi, che vengono mostrati man mano che la canzone avanza.

Applicazioni rinnovate, Promemoria e Mappe completamente nuovi

Tante applicazioni ricevono aggiornamenti importanti, ad esempio su Note arrivano le cartelle condivise e su Safari c’è la possibilità di impostare delle preferenze diverse per ogni sito.

Un’enorme grande novità arriva con Promemoria, che viene completamente riscritta. Con il nuovo aggiornamento, Promemoria deduce dal testo data e ora della scadenza (ad esempio, scrivendo ricordami di comprare il latte domani alle 18) e, se c’è una persona taggata nel promemoria, quando state chattando con il contatto in questione su Messagi, l’app Promemoria vi ricorda quel che dovete scrivergli.

Ma soprattutto con iOS 13 arriva il nuovo Apple Maps, che sembra voler accorciare parecchio la strada con Gogle Maps. Le nuove Mappe sono state ricostruite da zero e adesso includono molti più dettagli e una nuova modalità in stile Street View.

Purtroppo, le nuove Mappe non saranno disponibili da subito per tutti: arriveranno negli Stati Uniti a fine 2019 e in altri paesi nel 2020 (non sappiamo se l’Italia è inclusa).

Privacy

Ovviamente, Apple continua a mettere grande attenzione nella privacy, con nuovi accorgimenti per tutelare le informazioni personali degli utenti.

In primo luogo, ci sono novità per la geolocalizzazione: è possibile scegliere di condividere la posizione solo una volta, ma se decidete di condividerla anche in background, iOS vi invia dei report per sapere come e quando è stata usata la posizione. Inoltre, adesso il sistema operativo blocca i tentativi di tracciamento basati su WiFi e Bluetooth.

Un’altra grande novità di questo WWDC 2019 è il Sign In With Apple: proprio come per Google e Facebook, sarà possibile eseguire il login tramite il proprio account Apple, che ovviamente non utilizzerà le informazioni del login per profilazione personale.

Infine, se fate il login con Apple ma non volete dare la vostra mail per registrarvi ad un nuovo servizio, iOS 13 vi dà la possibilità di creare degli alias che inoltrano automaticamente le mail al vostro indirizzo principale. Tutti questi alias possono essere gestiti singolarmente ed eliminati se non più necessario.

Eseguendo il login con l’account Apple, potete creare al volo degli alias per non dare la vostra mail reale

HomeKit

Novità anche sul fronte della domotica: Apple lancia HomeKit Secure Video, una soluzione cloud per salvare i video delle videocamere di sorveglianza sul proprio account iCloud, con gli ultimi 10 giorni di registrazioni che non occupano spazio su iCloud. Questo servizio sarà compatibile con le videocamere di Netatmo (dopo un aggiornamento), Logitech e Eufy.

Inoltre, HomeKit arriva anche sui router: i modelli che supportano l’ecosistema di Apple bloccheranno eventuali attacchi alla rete prima che si diffondano ad altri dispositivi per la domotica.

Messaggi

Con iOS 13 arriva la possibilità di aggiungere nome e avatar al proprio profilo, ma soprattutto arrivano novità per i Memoji.

Ci sono tantissime nuovi oggetti con cui personalizzare i propri memoji, che adesso possono essere trasformati in sticker.

Multimedialità

Tante novità sul fronte multimediale, a partire da un nuovo tipo di illuminazione per la modalità Ritratto.

Inoltre, arrivano nuovi effetti per l’editing fotografico e soprattutto la possibilità di modificare i video, applicando filtri all’intero filmato.

Passando al fronte audio, adesso gli AirPods possono leggere i messaggi in arrivo  (funziona su Messaggi e sulle altre app di messaggistica che supportano Siri), mentre Homepod riconosce le voci (il che funziona come multi-account, con contenuti personalizzati a seconda di chi utilizza lo speaker). Rimanendo in tema, adesso lo speaker intlligente di Apple supporta Handoff: quando arrivate a casa, è possibile far continuare la riproduzione su Homepod.

Siri

L’assistente vocalie di Apple migliora sensibilmente con iOS 13, sia per funzioni che per qualità delle voci. Partendo da quest’ultimo punto, Siri utilizza adesso un sistema completamente nuovo di sintesi vocale, che dovrebbe risultare molto più naturale.

Comandi (ossia Shortcut) è adesso integrato in iOS di default e suggerisce dei template, ossia una serie di azioni che possono essere concatenate per dar vita a delle routine (ad esempio per il tragitto casa – lavoro).

  • Ciaoiphone4

    Per fortuna che la dark mode la si può impostare che si attiva in automatico ad una certa ora o al tramonto, come la night shift mode.