8.5

Apple iPhone XS Max, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione iPhone XS Max

iPhone XS è l’evoluzione di iPhone X, mentre iPhone XS Max è un prodotto del tutto nuovo. Un prodotto che prende il posto dell’apprezzata serie Plus delle precedenti generazioni ma che porta con se tutte le novità del modello più compatto. Scopriamo quindi il più grande top di gamma che Apple abbia mai realizzato.

5.5

Confezione

La confezione di iPhone XS Max è un po’ una contraddizione: tanto ricca, quanto poco adatta ad un prodotto top di gamma. Il cavo in dotazione è ancora quello USB/Lightning (quando i Mac hanno la porta USB-C), l’alimentatore è un lentissimo da 5V/1A e adesso è sparito anche l’adattatore Lightning/jack audio. Per fortuna rimangono le cuffie stereo di buona qualità di Apple.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

iPhone XS Max riprende tutto lo schema di design di iPhone XS ma in versione più grande. Abbiamo sempre l’ottima scocca in acciaio chirurgico inossidabile, un nuovo vetro fronte-retro ancora più resistente e la certificazione IP68 per poter resistere ad acqua e polvere. È però ovviamente più grande e con un peso maggiore, arrivando a 208 grammi. Non è nel complesso un dispositivo enorme in proporzione al display ma non è il dispositivo più maneggevole in circolazione e la sue forme molto stondato lo rendono una perfetta saponetta per scivolare fuori dalla tasca quando siete seduti.

9.0

Hardware

L’hardware di questo XS Max non vuole lasciare spazio a critiche. Abbiamo il nuovissimo processore Apple A12 Bionic da 7nm con 6 core e una nuova GPU a 4 core. In più il processore Neural Engine a 8 core aiuterà il telefono a consumare meno e svolgere operazioni riguardanti l’intelligenza artificiale più rapidamente. Abbiamo poi 4 GB di RAM e vari tagli di memoria: 64, 256 e 512 GB non espandibili. Non manca l’LTE Gigabit, il Wi-Fi ac dual band, il Bluetooth 5.0 e l’NFC per Apple Pay. In più abbiamo un nuovo Face ID per lo sblocco del volto 3D veramente fulmineo: talmente veloce che vi dimenticherete della sua esistenza. Sul fianco sinistro troviamo il solito comodissimo interruttore per la suoneria e anche in questo XS Max abbiamo il supporto dual SIM, con una nanoSIM e una eSIM, seppur nel momento in cui scriviamo la recensione nessun operatore ancora la offra. Cosa manca? Il jack audio per le cuffie e un led di notifica. Bene l’audio stereo migliorato rispetto al precedente modello.

SCHEDA: iPhone XS Max

9.0

Fotocamera

La scheda tecnica del modulo della doppia fotocamera non racconta molto di nuovo: 12 megapixel ƒ/1.8 e 12 megapixel ƒ/2.4 per lo zoom 2x. Entrambe sono stabilizzate otticamente e il flash è sempre quadruplo. Le funzionalità del software di scatto non sono cambiate, ma quello che è cambiato è invece il lavoro che fa il sistema durante lo scatto, grazie ad una nuova funzionalità di smart HDR che ha mostrato prepotentemente le sue potenzialità, realizzando quasi sempre scatti ottimi con colori ben bilanciati, contrasti corretti e non troppo enfatizzati e mostrando finalmente un’ottima gestione delle luci. Nella realtà questo è merito comunque anche dei pixel più grandi delle due fotocamere, che possono quindi così catturare più luce. La nuova modalità ritratto è poi più precisa e gradevole: non è ancora perfetta ma nel complesso ci ha dato più soddisfazioni, permettendo anche di realizzare foto più realistiche e permettendoci anche di selezionare manualmente il livello della sfocatura. Non cambia invece molto per la discreta fotocamera frontale da 7 megapixel ƒ/2.2, che però adesso gira filmati in Full HD a 60fps.

Sempre ottime le prestazioni in termini di registrazione video, con filmati in 4K a 60fps sempre fluidi, ottimamente stabilizzati (questo è particolarmente vero in FullHD) e ottimi nei colori e le luci, almeno per gli standard degli smartphone odierni. In più quest’anno finalmente l’audio del filmati viene registrato in modalità stereo.

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

Anche lo schermo di iPhone XS Max non offre reali differenze in termini di qualità rispetto a quello del più piccolo XS. Quello che è però ovvio è che si tratti di un display decisamente più ampio e che arriva quindi a ben 6,5 pollici di diagonale. La risoluzione aumenta di conseguenza arrivando a 2688 x 1242 pixel, mantenendo quindi invariata la densità di pixel. È ancora una volta un fantastico pannello OLED, dall’ottima qualità e l’ottima fedeltà cromatica. Supporta ancora il 3D Touch per la pressione più forte (attivando quindi nuove funzioni) ed è compatibile con gli standard HDR10 e Dolby Vision. Non manca il true tone display che adatta la tonalità dello schermo al colore della luce ambientale.

9.0

Software

iPhone XS Max al momento della recensione è aggiornato alla versione 12.0.1 di iOS. Si tratta dell’ultima versione del sistema operativo Apple che non cambia l’idea di fondo del sistema, ma sistema alcune piccolezze, anche nella navigazione tramite le ormai famose gesture. Non manca la gesture di attivazione dell’utilizzo dello schermo ad una mano. Tra le novità un miglioramento della Animoji (e l’introduzione delle Memoji) e l’adozione di ArKit 2 per l’integrazione di nuove funzionalità grazie alla realtà aumentata. Ma focalizzandosi su quanto troviamo solo su questo XS Max: cosa cambia? In buona parte delle applicazioni l’avere più spazio permetterà di avere più testo o più contenuto caricato in un solo scroll. Navigando su Safari avrete più testo e in Mail potrete leggere più mail nella posta in ingresso. L’esperienza d’uso però rimane molto simile a quanto visto in precedenza e vi mentiremmo che vi dicessimo che il vero beneficio di utilizzare uno schermo così grande sia sopratutto per i contenuti multimediali. Non abbiamo poi citato nel dettaglio tutto l’ecosistema che Apple si porta dietro in questo iPhone, perché trattato già innumerevoli volti, ma rimane vero il paradigma che più dispositivi Apple avrete attorno e più iOS si renderà “magico” e vicino al tutto il vostro mondo.

8.0

Autonomia

Ovviamente uno smartphone più grande si porta dietro anche una batteria più grande. In questo caso una 3174 mAh che vi garantisce ampiamente di arrivare a fine giornata anche con l’utilizzo più intenso, ma comunque non sarà abbastanza per coprire due giornate. Ottima la presenza di supporto alla ricarica senza fili e alla ricarica rapida cablata, peccato per l’alimentatore molto poco proporzionato che viene fornito in confezione.

5.5

Prezzo

Rispetto ad iPhone XS in questa variante XS ci vorranno 100€ in più. Diventano quindi 1289€ per il modello da 64 GB, 1459€ per quello da 256 GB e 1689 per quello da 256 GB. Prezzi veramente alti e che ad oggi sono raggiunti solo da pochissimi altri modelli (spesso in versione “lusso”). Certo, siamo abituati ad avere prodotti Apple più cari della concorrenza, ma fino a dove ci potremo spingere?

Acquisto

Noi abbiamo preso iPhone XS Max da ePRICE che lo propone con prezzi che nel momento della recensione partono da 1199€, quindi più vantaggiosi rispetto al prezzo di lancio Apple. Controllate il link a seguire per verificare se le cifre non siano ulteriormente scese.

Foto

Giudizio Finale

iPhone XS Max

8.5

iPhone XS Max

iPhone XS Max è un perfetto prodotto nella lineup Apple. Elegante, potente e perfettamente integrato nell'ecosistema Apple. Rispetto a XS offre uno schermo più grande (ottimo per i contenuti multimediali) e più autonomia. Si sacrifica però non poca ergonomia e comodità nel quotidiano. Fate i vostri conti e scegliete l'iPhone perfetto per voi.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Display ottimo
  • Fotocamera di nuovo top
  • Anche dual SIM
  • Sblocco 3D ottimo
Contro
  • Niente jack audio
  • Prezzo di lancio alto
  • L'alimentatore rapido non è incluso nella confezione
  • L'ergonomia è un po' sacrificata (rispetto a XS)
  • PAOLO ZANNATO

    L’unico oggetto capace di emozionare e giustificare i 1289€. Per telefonare basta un Redmi.