Telegram

Cos'è Telegram

Telegram è un'app di messaggistica, nata sull'onda di WhatsApp. Inizialmente infatti le due applicazioni erano molto simili, ma con il passare del tempo Telegram si è arricchita con molte più funzioni del rivale, che ad oggi la rendono assai più completa. Ad oggi Telegram è disponibile per tutte le principali piattaforme. Parliamo non solo di Android ed iOS, ma anche di iPad OS, Windows, mac OS e Linux.

Telegram è stata sviluppata da Pavel Durov, eclettico imprenditore russo al quale abbiamo dedicato un approfondimento che vi invitiamo a leggere per capire meglio le idee la filosofia del fondatore di Telegram.

Telegram X

Telegram X è la versione di frontiera di Telegram. Si tratta di un'app riprogettata da zero, lanciata ad inizio 2018, prima per iOS e poi per Android. Più moderna, più veloce, anche se ancora un po' acerba e con possibilmente qualche bug in più. Un'esperienza nuova, una sorta di "fucina" nella quale testare funzionalità che poi potrebbero arrivare sull'app regolare. Telegram X potrebbe essere il futuro di Telegram, che un giorno potrebbe rimpiazzare del tutto, così come solo un esperimento. Soltanto il tempo ce lo dirà. Per adesso però, l'esperimento su iOS sembra concluso.

Come funziona

Nonostante le affinità con WhatsApp, cui abbiamo accennato fin dall'inizio, Telegram è anche molto diversa dal più noto servizio di messaggistica. Anzitutto Telegram funziona su quanti dispositivi volete. Non siete vincolati ad usarne solo uno alla volta, e non siete vincolati ad usare solo uno smartphone. I messaggi di Telegram sono infatti sincronizzati tramite cloud, il che significa che potete accedervi sempre, da tutti i sistemi operativi supportati. Potete iniziare a messaggiare dal vostro smartphone e continuare su PC, e viceversa. Tutte le conversazioni saranno sempre aggiornate.

Telegram ha inoltre così tante funzioni che sarebbe difficile elencarle tutte. Potete inviare qualsiasi tipo di file, ed avete a disposizione gif animate, sticker (animati) ed emoji. Potete cancellare qualsiasi messaggio, sempre, sia per voi che per il destinatario, senza lasciare tracce. Potete creare chat autodistruttive, i cui messaggi scompariranno automaticamente. Potete usare bot, canali e gruppi (ne parliamo più in dettagli sotto). Potete condividere la vostra posizione in tempo reale e registrare messaggi audio e video. Potete anche chiamare un contatto Telegram, tramite l'app stessa, via VoIP.

Inoltre, i messaggi scambiati su Telegram sono protetti da crittografia end-to-end, il che garantisce che non possano essere letti da terze parti. Telegram è insomma una delle app di messaggistica più complete e ricche di funzioni che ci siano.

Registrazione e Login

La registrazione a Telegram avviene tramite numero di telefono. È un vincolo di unicità (vi verrà inviato un SMS di verifica). Data la natura cloud-centrica dell'app, se ne potrebbe forse fare a meno a vantaggio di una normale registrazione tramite username e password. In ogni caso, una volta fornito il vostro numero di telefono, potrete creare anche un nickname unico, con il quale altri utenti Telegram potranno trovarvi e citarvi nelle conversazioni.

La registrazione a Telegram può avvenire tramite una qualsiasi delle app ufficiali sui sistemi operativi supportati. Una volta configurato per la prima volta il vostro account, per loggarvi su altri sistemi operativi sarà sufficiente inserire un codice inviato all'interno dell'app stessa. Se non aveste a disposizione un altro dispositivo, potrete sempre ricevere il codice via SMS o chiamata automatica.

Da qualche tempo inoltre, Telegram consente di implementare il login sui siti tramite account Telegram. Avete presente quando vi collegate ad un servizio tramite il vostro account Google o Facebook? Si può fare la stessa cosa con l'account Telegram, a patto che lo sviluppatore di quel servizio lo consenta (e per ora sono molto pochi).

Bot

Telegram consente l'uso di bot al suo interno. I bot Telegram sono degli "utenti artificiali", ovvero non delle persone, ma dei software che rispondono solo a determinati comandi. Possono interagire all'interno delle chat arricchendole di funzionalità. Ad esempio c'è @PollBot che consente di creare sondaggi. Affinché un bot funzioni, deve essere aggiunto alla chat, come se fosse un normale utente, ed a quel punto potrete sfruttarne i comandi specifici. Digitando un backslash (/) avrete un elenco di tutti i comandi di tutti i bot presenti in una data chat, con una breve spiegazione (in inglese) al loro fianco. L'esempio qui sotto chiarirà meglio di cosa stiamo parlando. Digitando quello specifico comando, darete il via all'azione del bot.

Purtroppo non c'è un elenco completo ed ufficiale dei bot, che sono ormai moltissimi. Dovrete scoprirli da soli, o tramite qualche guida.

Gruppi

I gruppi Telegram, esattamente come quelli WhatsApp, sono raccolte di utenti che chattano tutti assieme. La particolarità dei gruppi di Telegram è che possono avere fino a 200.000 membri ciascuno. All'interno dei gruppi potete sfruttare tutte le normai funzioni di Telegram, come l'invio e la ricezione di ogni tipo di file, fino ad un massimo di 1,5 GB ciascuno. Inoltre è possibile nominare uno o più amministratori, che possono eliminare i messaggi altrui e fissare in evidenza determinati messaggi. Potete anche impostare dei permessi per impedire di pubblicare tipi specifici di contenuto. Potete anche, volendo, inibire del tutto l'invio di messaggi, consentendoli solo agli amministratori. È utile quando ad esempio non volete essere interrotti durante un discorso importante.

I gruppi possono inoltre diventare pubblici. Chiunque abbia il link può unirsi alla chat e vedere l'intera cronologia del gruppo. Condividetelo quindi con moderazione, se non volete che qualcuno di non autorizzato veda i vostri messaggi.

Canali

I canali servono a diffondere messaggi ad un pubblico più ampio possibile. Non c'è infatti limite al numero di utenti che possono iscriversi ad un canale. A differenza dei gruppi però, solo il creatore del canale (o altri utenti autorizzati) possono scrivervi. Ed i messaggi sono sempre inviati a nome del canale, e non con quello dell'utente che li ha scritti. Sono utili per funzioni di pubblica consumazione, e su Telegram trovate ormai canali di ogni tipo. Notizie, offerte (qui trovate il nostro), informazioni. Tutto ciò che è di utile consultazione è facilmente presente.

Come nei gruppi, i nuovi membri potranno visualizzare l'intera cronologia del canale quando si uniscono. Al contempo i canali Telegram possono essere sia pubblici che privati. I canali hanno infatti uno username, come fossero normali utenti, e chiunque può trovarli usando la ricerca di Telegram; a patto che siano appunto canali pubblici. Quelli privati invece funzionano in modo diverso. Potrete unirvi solo per volere di uno degli amministratori o tramite uno specifico link di invito, e non li troverete nella ricerca generale di Telegram.

Download

Come abbiamo già avuto modo di ribadire, Telegram è presente su tutte le piattaforme, sebbene gli smartphone sia il suo ambiente ideale. Ecco quindi da dove potrete scaricarlo sui vostri dispositivi mobili. Nel caso di Android abbiamo fornito anche il link diretto all'apk, casomai voleste installarlo manualmente, magari su un dispositivo non supportato. Per farlo, seguite questa semplice guida.

Telegram su PC

Telegram supporta tutti i sistemi operativi desktop. Nel caso di Windows e mac OS vi lasciamo i link agli store ufficiali. Per Linux, i due file provengono direttamente dai server di Telegram, quindi sono comunque sicuri.

Telegram Web

Telegram può essere utilizzato anche tramite qualsiasi browser web. Questo lo rende ancora più universale ed indipendente dalle app, sebbene la versione per browser abbia qualche funzionalità in meno. Potete raggiungere Telegram Web a questo indirizzo. Per utilizzarlo dovrete effettuare il login, sempre tramite numero di telefono. I messaggi saranno subito sincronizzati, ed attivando le notifiche del vostro browser potrete ricevere un avviso ogni volta che qualcuno vi scriverà, come se fosse una regolare applicazione.

Gli ultimi articoli