PinePhone Pro, lo smartphone con Linux, mostra tutte le sue potenzialità

PinePhone Pro, lo smartphone con Linux, mostra tutte le sue potenzialità
Vito Laminafra
Vito Laminafra

L'azienda Pine64, più consciuta per i suoi computer portatili totalmente open source (anche nell'hardware), ha rilasciato ormai da diverso tempo PinePhone, uno smartphone di fascia bassa e con sistema operativo Linux. Recentemente è stato annunciata anche una versione più potente dello smartphone, che ha mostrato tutte le sue potenzialità in un video rilasciato dalla società.

PinePhone Pro, preordinabile al momento solo in USA al costo di circa 400 dollari, monta un chip Rockchip RK399S hexa-core, 4GB di RAM e 128GB di memoria interna espandibile con microSD. La fotocamera principale è da 13MP mentre quella frontale è da 5MP. Pur non trattandosi di specifiche che fanno gridare al miracolo, si tratta comunque di un dispositivo molto più performante del fratello minore.

Nel video condiviso da Lukasz Erecinski, Community Manager di Pine64, viene mostrato un modello di pre-produzione (per cui ancora non definitivo soprattutto per quanto riguarda il software): il sistema operativo è comunque molto fluido e reattivo, la navigazione web è buona e, in geerale, l'esperianza d'uso è infinitamente migliore rispetto a PinePhone base, notizia che farà sicuramente felici gli utenti interessati ad un dispositivo del genere.

Commenta