Recensione Xiaomi Smart Band 7: Prezzo, Foto e Video

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Xiaomi Smart Band 7

Xiaomi lancia sul mercato la sua ultima Mi Band, anzi Mi Smart Band, anzi... semplicemente Smart Band. Parliamo oggi di Xiaomi Smart Band 7 nella nostra recensione.

PRO

  • Ottimo display
  • Buona autonomia
  • Software chiaro e funzionale
  • Buona app per smartphone 

CONTRO

  • Software non velocissimo
  • Niente GPS
  • Niente NFC per i pagamenti
  • Prezzo non troppo contenuto

La serie di smart band di Xiaomi (spesso indicate anche fra le nostre preferite) è oggettivamente quasi il sinonimo di bracciale smart, visto che per molti anni è stata quasi l'unica serie di prodotti davvero consigliabili nella sua categoria. Oggi torniamo a parlarvi della settima iterazione lanciata solo pochi giorni fa in un evento internazionale a Parigi.

Xiaomi Smart Band 7 riparte esattamente da quello che avevamo visto con Mi Smart Band 6. Il design è quasi identico e sono quasi indistinguibili a prima vista. Cambia il display che adesso è più ambio del 25% arrivando a 1,62 pollici, sempre realizzato in tecnologia AMOLED e adesso con una luminosità fino a 500 nits. Il display supporta anche l'always-on e si attiva ancora una volta con il movimento del polso, anche se rimane non particolarmente veloce.

L'hardware per il resto è simile: i soliti sensori per il tracciamento del battito, dell'ossigenazione del sangue e dello stress, il Bluetooth 5.2 e la resistenza ad acqua fino a 5 atmosfere. Purtroppo mancano ancora una volta il GPS e l'NFC (che era presente sulla specifica versione della Smart Band 6).

Dal punto di vista software le novità si concentrano nell'ambito sportivo, dove troviamo ora fino a 110 sport (di cui però la maggior parte non traccia dati specifici per quello sport, ma solo dati generici), il valore PAI (per avere una media dell'attività nell'ultima settimana) e il supporto al calcolo dell'intensità dell'allenamento grazie alla VO2max, così come anche il tempo di recupero. La precisione nel calcolo dell'attività fisica è discreta, al pari di uno smartwatch medio, ma non è certo un dispositivo che consiglieremmo ai veri sportivi.

Le notifiche sono sempre disponibili per le app che si vuole tracciare ed è possibile rispondere con dei messaggi predefiniti (li trovate sotto la voce "chiamate in arrivo" dell'app). Purtroppo però in caso di messaggi multipli alla vibrazione vedrete al polso prima di tutto sempre la prima notifica ricevuta. Potete personalizzare il bracciale smart con uno fra gli oltre 100 quadranti a disposizione e modificando i widget disponibili scorrendo lateralmente con il dito dal quadrante principale. Peccato che manchi una scorciatoia rapida per l'attivazione della modalità non disturbare.

Tra le altre funzionalità segnaliamo il tracciamento del sonno, dello stress, del ciclo mestrauale, la possibilità di far suonare lo smartphone smarrito (nelle vicinanze), il meteo e il controllo della musica. Abbiamo anche gli esercizi di respirazione e il pomodoro timer.

Xiaomi Smart Band 7 ha una batteria da 180 mAh che dai nostri test garantisce circa 7-8 giorni di autonomia con utilizzo continuo, con anche il tracciamento del sonno e dell'ossigenazione del sangue 24 ore su 24.

Il bracciale viene già venduto in Italia (e su Amazon) a 59€, un prezzo non proprio contenuto e che sfiora quello di alcuni smartwatch economici. A poco meno si trova Smart Band 6 NFC. Con la giusta promozione (controllate il box a seguire) diventerà comunque il nuovo smartband di riferimento.

Foto

Giudizio Finale

Xiaomi Smart Band 7

Xiaomi Smart Band 7 è una evoluzione "silenziosa", migliora il modello precedente ma non abbastanza da lasciare il segno. Non al prezzo di lancio almeno. Con le giuste offerte potrà diventare la solita ottima smartband di Xiaomi.

Voto finale

Xiaomi Smart Band 7

Pro

  • Ottimo display
  • Buona autonomia
  • Software chiaro e funzionale
  • Buona app per smartphone 

Contro

  • Software non velocissimo
  • Niente GPS
  • Niente NFC per i pagamenti
  • Prezzo non troppo contenuto

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Mostra i commenti