7.8

Xiaomi Mi Air 2: le non-in-ear per tutti

Giuseppe Tripodi




Recensione Xiaomi Mi Air 2

Xiaomi ha una lunga tradizione di cuffiette più o meno valide, più o meno indirizzate al nostro mercato, più o meno consigliate, a seconda delle esigenze.

Questi Xiaomi Mi Air 2 non fanno eccezione: sono auricolari true wireless interessanti ma evidentemente non destinati al mercato occidentale, da acquistare se cercate degli auricolari true wireless non in ear con queste specifiche. Ma andiamo con ordine.

LEGGI ANCHE: Migliori auricolari Bluetooth

Confezione

All’interno della confezione di vendita, oltre le cuffie e il case di ricarica, troviamo solo manualistica (esclusivamente in cinese) e un cavetto USB-USB-C di dimensioni e qualità abbastanza scarse.

Costruzione e comodità

Gli Xiaomi Mi Air 2 sono auricolari non in-ear e il form factor è probabilmente una delle ragioni principali per volerne acquistare un paio. La parte che si infila nell’orecchio è davvero identica a quella degli AirPods, mentre lo stelo e il case sono decisamente diversi dalle cuffiette di Apple.

Se avete mai provato degli AirPods, sappiate che in termini di comodità e stabilità siamo lì: si infilano nelle orecchie con gran facilità, non danno fastidio e restano sorprendentemente “appese” anche in movimento. Nonostante tutto, però, non le consiglierei per lo sport, sia perché ovviamente meno stabili di auricolari in-ear, sia perché non hanno alcun tipo di resistenza ai liquidi.

Sia gli auricolari che il case di ricarica sono realizzati in plastica: la qualità costruttiva è buona, anche se il design non è particolarmente ricercato.

La custodia è leggermente più spessa di quella degli AirPods, ma ha comunque dimensioni abbastanza contenute da stare benissimo in una tasca. Il coperchio ha chiusura mangetica, sulla parte frontale troviamo un piccolo LED che indica lo stato della ricarica, sul lato un tasto per forzare l’accoppiamento Bluetooth e, in fondo, una porta USB-C.

Funzioni e qualità audio

Il suono di questi Mi Air 2 è abbastanza buono: pur non essendo paragonabili ad auricolari di fascia alta, le cuffiette di Xiaomi si difendono bene, con un suono chiaro e un buon equilibrio tra le frequenze. Meritano una menzione particolare i bassi, abbastanza corposi da farsi sentire nonostante il formato “aperto” di queste cuffie.

Al contrario dei modelli in-ear, infatti, questo tipo di auricolari non isolano quasi per nulla dai suoni del mondo esterno: per questo motivo, spesso è necessario alzare il volume per compensare lo scarso isolamento acustico.

Sugli auricolari troviamo dei sensori di prossimià, che permettono di mandare automaticamente in pausa la musica quando rimuoviamo una cuffietta. Allo stesso modo, la riproduzione ricomincia quando le cuffie sono di nuovo entrambe al loro posto. Si tratta sicuramente di una funzione ben accetta, che non è facile trovare su modelli in questa fascia di prezzo.

Per il resto, gli unici controlli disponibili sono i doppi tap sugli auricolari:

  • Doppio tap (dx): Play/Pausa
  • Doppio tap (sx): Assistente vocale

In teoria i comandi sarebbero personalizzabili tramite l’applicazione dell’assistente vocale di Xiaomi, ma diciamo che non è così semplice. Il software in questione, che serve anche per aggiornare il firmware e può essere scaricato su iOS (da App Store) o su Android (tramite apk) è disponibile solo in cinese. Tramite l’app in questione sono riuscito ad aggiornare il firmware (che mi sembra abbia migliorato la qualità sonora), ma dopo l’update,  nonostante abbia provato più volte, non sono più riuscito a far riconoscere gli auricolari all’app (né su Android, né su iOS). Insomma, capite bene che usare l’applicazione è un po’ un terno al lotto.

L’autonomia è decente, ma comunque inferiore rispetto agli standard di mercato: nellea mia esperienza a circa metà volume, parliamo di circa 3 ore e mezza con una singola ricarica, a cui si aggiungono circa 3 ricariche complete fornite dal case. Xiaomi fornisce stime un po’ più ottimistiche (4 ore / 14 ore totali), ma mi sembrano appunto delle cifre ottimistiche.

I microfoni sono ok, non al livello di auricolari top di gamma come gli AirPods ma comunque abbastanza decenti. Ogni auricolare è dotato didue microfoni, uno alla fine dello stelo e l’altro in cima, che vengono utilizzati per la soppressione del rumore: questo permette di utilizzarle anche in situazioni con (poco) rumore esterno. Insomma, vanno benissimo in casa o in contesti relativamente calmi, ma non aspettatevi di poterle utilizzare ovunque. Di seguito una registrazione per farvi un’idea.

Prezzo

Le Xiaomi Mi Air 2 costano circa 45€ da Gearbest: si tratta di un prezzo abbastanza interessante, considerando le caratteristiche di questi auricolari.

Se cercate auricolari non in ear affidabili e con un prezzo abbordabile, potreste aver trovato un modello che fa al caso vostro.

Foto

 

Giudizio Finale

Xiaomi Mi Air 2

7.8

Xiaomi Mi Air 2

Le Xiaomi Mi Air 2 sono una scelta interessante per chi cerca degli auricolari true wireless non in-ear: offrono una qualità sonora e dei microfoni decenti e qualche piccola chicca come i sensori di prossimità per il Play/Pausa automatico. Peccato che l'app sia solo in cinese e un po' inaffidabile e che l'autonomia non sia proprio eccellente. Ma se vi accontentate, per meno di 50€ può valerne la pena.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Leggere ed affidabili
  • Prezzo contenuto
  • Play/Pausa automatici
  • Microfoni ok
Contro
  • App solo in cinese (e poco affidabile?)
  • Nessuna resistenza ai liquidi
  • Autonomia sottotono
  • Six

    Ci sono ormai le 2s per qualche monetina in più.

    • peppeuz

      Lo so e mi sono già attivato per provarle 🙂

      Purtroppo queste sono arrivate con mesi e mesi di ritardo a causa del coronavirus :/

    • justmt

      Cosa cambia?

      • Six

        Batteria migliore (sia delle cuffie che del case),migliore latenza e ricarica wireless.

  • xazac

    Copia spudorata. Vergognosi.

  • Tiwi

    benino

  • Andrea

    Esistono delle tws non in ear ma dual standby?