8.5

Ultimate Ears Boom 3, la recensione (foto e video)

Giuseppe Tripodi -




Recensione UE Boom 3

Ulitmate Ears, UE per gli amici, ha recentemente lanciato sul mercato Boom 3 (insieme al fratello maggiore Megaboom 3): si tratta della terza incarnazione dell’iconico speaker cilindrico che da anni si è conquistato la fiducia dei fan, che adesso torna con design leggermente rivisto e varie migliorie.

9.0

Costruzione

Dal punto di vista costruttivo, UE Boom 3 è davvero impeccabile: si presenta come un solido cilindro rivestito in tessuto impermeabile, con le due estremità foderate con un rivestimento gommato che attutisce eventuali colpi. Sulla parte frontale troviamo i due grandi tasti + e – per controllare il volume; Boom 2 presentava una fascia gommata che ospitava i tasti, mentre adesso i due pulsanti stagliano direttamente dal corpo: sono più facili da cliccare rispetto al passato, permettono di avere un vero audio a 360° e anche l’aspetto ne ha guardagnato.

In cima abbiamo altri altri tre pulsanti: tasto On/Off, accoppiamento Bluetooth e il cosiddetto Magic button su cui torneremo in seguito.

Sul fondo troviamo un connettore magnetico per ricaricare lo speaker con la dock (in vendita separamente a 40,99€), mentre la normale porta di ricarica microUSB è custodita dietro uno sportellino ben rivestito sul retro. Piccola nota: non c’è il jack audio e l’unico modo per collegare lo speaker a PC o smartphone è via Bluetooth.

UE Boom 3 è progettato per resistere a condizioni estreme: gode di certificazione IP67 (che garantisce protezioni da polvere e immersioni complete fino a 30 minuti), il tessuto di cui è rivestito è particolarmente durevole e lo speaker dovrebbe resistere senza problemi anche a cadute.

8.5

Funzioni e qualità audio

Sul fronte della qualità sonora UE ci ha abituato bene, e questo Boom 3 non delude: il suono sembra molto simile a quello del buon vecchio Boom 2, e d’altra parte non c’era molto di cui lamentarsi. L’audio è molto piacevole e ben bilanciato: si riesce a godere di tutte le frequenze, spaziando bene e senza  sbavature da quelle più basse alle più alte.

Le frequenze più riuscite sono sicuramente le medio-basse, che regalano dei groove davvero notevoli: ascoltando brani come XYZ si nota come una buona attenzione per queste frequenze dia vita ad un suono davvero trascinante.  Anche i bassi sono curati, ma non sono profondi come quelli del fratello maggiore Megaboom 3 e, più in generale, è evidente che per questo speaker UE abbia preferito non esagerare con improbabili frequenze basse per puntare soprattutto sulla qualità: la riposta in frequenza parte infatti da 90 Hz (e arriva a 20 kHz), un valore insolitamente alto ma onesto, che testimonia l’attenzione di UE sul suono.

Molto buoni medio-alti e soprattutto alti, che suonano incrediblmente cristallini per uno speaker di queste dimensioni. Gradevoli ma leggermente “tirati” le fequenze medie: ogni tanto le voci risultano meno limpide di quanto avrei voluto, ma sto davvero cercando il pelo nell’uovo per commentare una qualità audio che è generalmente ottima in relazione allo speaker.

L’aspetto che mi ha stupito di più della qualità sonora è la facilità con cui si riescano ad ascoltare i singoli strumenti, che vengono riprodotti senza sovrapporsi e senza “impastare” il suono. Inoltre, l’audio è a 360°, e questo rende il piccolo speaker cilindrico perfetto per esser posizionato al centro e riempire di musica una stanza, anche considerando che il volume massimo è davvero molto alto.

La qualità sonora, che ho elogiato finora, viene ulteriormente arricchita da un buon equalizzatore incluso nell’app Ultimate Ears, che ha 4 profili preimpostati e uno da personalizzare a propria scelta. A proposito dell’app, è da qui che è possibile dare un senso al fantomatico Magic Button: la funzione davvero rilevante di questo tasto, oltre ai consueti Play/Pausa e avanzamento di traccia, è la possibilità di lanciare immediatamente una playlist tenendo premuto il tasto per 2 secondi, nonché passare alle playlist successive salvate dall’app per smartphone. È una feature interessante, che permette di riempire di musica una stanza con solo un clic o due, ma è un peccato che non sia compatibile con Spotify ma solo con Deezer ed Apple Music. Se siete abbonati ad uno dei due servizi in questione (o avete molta musica acquistata da iTunes) amerete la comodità del Magic Button, altrimenti passerete il tempo a covare risentimento verso UE che non ha (ancora?) accordi con Spotify, sperare che la situazione cambi e valutare l’idea di passare ad uno dei due concorrenti supportati.

Sempre dall’app è possibile associare tra loro più speaker Boom (fino a 150!) per avviare la modalità Party, mentre con la modalità Play DJ possono collegarsi allo speaker più amici (a patto che abbiano scaricato l’app) e contribuire alla scelta musicale. A tal proposito, Boom 3 tiene in memoria fino ad un massimo di 8 dispositivi Bluetooth associati e può collegarsi a due di questi contemporaneamente.

Manca il supporto ai codec aptX e, come già detto, non è possibile collegare lo speaker in maiera analogica via jack audio: questo in teoria potrebbe portare a dei problemi di latenza audio (particolarmente fastidiosi quando si guardano film o serie TV), ma in realtà nei nostri test non è mai successo.

Purtroppo non c’è modo di richiamare gli assistenti vocali, ma è ovviamente possibile rispondere alle chiamate.

Infine, anche l’autonomia non è male: UE dichiara 15 ore con una singola ricarica e i nostri test confermano tranquillamente questa stima.

7.0

Prezzo

Ulimate Ears Boom 3 ha un costo di 149,90€ e su Amazon: si tratta di un prezzo indubbiamente elevato, che non tutti sono disposti a spendere per uno speaker Bluetooth. Intendiamoci: come abbiamo già specificato il Boom 3 è ottimo sotto ogni punto di vista (costruzione e resistenza in primis, ma anche qualità audio), ma nel panorama degli speaker Bluetooth la concorrenza è molto agguerrita e in questa fascia di prezzo, spendendo anche qualche decina di euro meno, ci sono anche tante valide alternative (tra cui il “vecchio” Boom 2, molto simile come qualità sonora e adesso scontato a 99€).

Giudizio Finale

UE Boom 3

8.5

UE Boom 3

Ultimate Ears Boom 3 è uno speaker praticamente impeccabile sotto tanti punto di vista: la qualità costruttiva è ottima, resiste ad urti, liquidi e sabbia, ha un'app dedicata niente male e una qualità sonora invidiabile. L'unica controindicazione può essere il costo, non propriamente economico: ma se decidete di spendere i fatidici 150€, non ve ne pentirete.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Qualità costruttiva altissima: impermeabile (IPX8), solido e resistente a cadute
  • Ottima qualità audio
  • Buon equalizzatore e app ben fatta
Contro
  • Niente jack audio
  • Il Magic Button è sostanzialmente inutile senza abbonamento ad Apple Music o Deezer
  • Costo elevato
  • Paul

    Esiste un modo per compensare la latenza dei filmati? Oppure mi consigliate una cassa Bluetooth di questa qualità ma provvista di profilo aptx?

    • peppeuz

      In realtà, come ho scritto nella recensione, nonostante manchi l’aptX non ho notato alcuna latenza nella riproduzione audio/video.
      Non credo proprio ci sia qualche modo per compensare un eventuale ritardo, nel caso per te sia fondamentale ti suggerisco di orientarti verso uno speaker che supporti aptX (ma accertati prima che anche il tuo PC/smartphone/tablet supporti l’aptX, altrimenti è inutile 😉 )

  • Shane Falco

    Ti 6 dimenticato di far suonare la cassa 😉

  • Tiwi

    costa troppo