8.3

Sony WF-1000XM3: gli auricolari definitivi per la cancellazione del rumore

Giuseppe Tripodi




Recensione Sony WF-1000XM3

Gli ultimi anni del settore audio sono stati caratterizzati da due trend: gli auricolari true wireless e la cancellazione attiva del rumore (ANC). Questi Sony WF-1000XM3 sembrano quindi il prodotto perfetto per il mercato: non hanno fili e sono in grado di tagliare fuori i rumori della città.

LEGGI ANCHE: Migliori auricolari Bluetooth

Ma hanno anche un costo non indifferente: ne vale davvero la pena? Continuate a leggere per scoprirlo!

Confezione

All’interno della confezione di vendita, oltre gli auricolari e il case per la ricarica, troviamo un po’ di manualistica, il cortissimo cavetto USB – USB-C per la ricarica e ben sei coppie di gommini aggiuntivi (che ci fanno perdonare la scarsa lunghezza del cavetto).

Dei sei gommini, tre sono in silicone e tre sono in schiuma, particolarmente comodi perché si adattano al meglio alla forma delle orecchie.

Costruzione e comodità

Case a confronto: Jabra Elite 75t, Sony WF-1000XM3, AirPods

Per parlare di comodità, inizierò con il grande elefante nella stanza: il case di ricarica è davvero troppo grande, nettamente più ingombrante di ogni alta custodia che mi sia capitata per le mani. E se per questo periodo dell’anno non è un grande dramma (anche quando non ho con me lo zaino, ho sempre una giacca dalle tasche sufficientemente capienti), penso che quando tornerà il bel tempo sarà un po’ fastidioso doverselo portare nella tasca dei jeans.

Oltre la custodia, anche gli auricolari hanno dimensioni piuttosto generose, soprattutto se confrontotate con altre cuffiette true wireless. Il corpo è abbastanza ingombrante e sporge un po’ ma, nonostante l’aspetto, le cuffiette non pesano molto più di altri modelli della concorrenza (8,2 grammi per auricolare).

Parlando di comodità, invece, per prima cosa vi do un consiglio: non spingete gli auricolari troppo dentro l’orecchio, non ce n’è bisogno e la parte circolare appena sotto il gommino vi darà fastidio, facendo pressione sul canale uditivo. Per avere il massimo comfort, invece, inserite gentilmente gli auricolari in verticale e poi ruotate leggermente: in questo modo, avrete un’ottima aderenza senza gravare troppo sull’orecchio.

Particolarmente consigliati i gommini in schiuma, che non solo trovo più comodi rispetto a quelli in silicone, ma migliorano anche l’isolamento acustico e la stabilità all’orecchio. Decisamente un grande bonus trovarli direttamente nella confezione.

Rispetto al modello precedente, queste WF-1000XM3 non hanno bisogno di troppa attenzione per infilarle nel case di, poiché dotate di magneti (come ogni auricolare true wireless che si rispetti nel 2019, ma era doveroso precisarlo).

Sul case è presente un chip NFC, che ci permette di collegarci immediatamente alle cuffie semplicemente poggiando lo smartphone sulla custodia (a patto che abbiate un dispositivo Android con NFC, ovviamente).

Purtroppo, ancora una volta Sony non include alcun tipo di certificazione IP: gli auricolari non vanno d’accordo con acqua e sudore, quindi vi sconsigliamo di indossarli durante gli allenamenti o nelle giornate molto piovose.

Funzioni e qualità audio

La qualità sonora di queste WF-1000XM3 è davvero ottima: un suono pulito, con alti ben definiti e frequenze medie sempre chiare che valorizzano le voci. Gli amanti dei bassi pompati potrebbero sentirli un po’ carenti, ma i bassi ci sono e sono anche profondi, solo non enfatizzati: per chi li vuole più intensi, è sempre possibile giocare un po’ con l’equalizzatore incluso nell’app.

All’interno dell’app troviamo anche la possibilità di attivare tecnologia DSEE HX: si tratta di una funzione che dovrebbe “ricostruire” i dati mancanti che vengono perduti nei formati compressi. Devo ammettere di non aver notato grandi cambiamenti, ma per maggiori informazioni vi rimando a questa pagina.

Sempre dal software Sony (chiamato semplicemente Headphones, disponibile per Android e iOS), è possibile personalizzare i controlli touch e attivare o disattivare il Controllo del suono adattivo. Si tratta di una funzione che, a seconda delle condizioni esterne, lascia pasare più o meno suoni.

Si va dalla modalità Ambient Sound, che riproduce in cuffia tutti i suoni esterni (ed è utile ad esempio mentre si cammina in strada, per evitare di essere isolati) fino al tanto declamato Noise Cancelling, che elimina completamente i rumori esterni.

E proprio la cancellazione del rumore è senza dubbio uno dei punti forti di queste cuffie: una volta attivata, riduce davvero tantissimo i rumori provenienti dall’esterno, quasi al pari delle famose sorelle maggiori, le cuffie a padiglione Sony WH-1000XM3.

Con queste ultime, le WF-1000XM3 condividono il processore HD QN1e, che fa davvero miracoli: in ufficio riescono ad eliminare completamente i rumori di sottofondo e lasciare solo la musica, ma ancor più impressionante è l’effetto in metropolitana o in treno. In simili ambienti rumorosi, sono rimasto genuinamente sorpreso di quanto questi auricolari Sony riuscissero ad isolarmi, con grandi benefici per il mio umore mattutino.

Dall’app è possibile scegliere quanto ci si vuole isolare, spostando lo slider su 22 livelli: è possibile impostare il valore manualmente o affidarsi completamente al Controllo del suono adattivo, che cambia automaticamente tra quattro modalità: Rimanendo, Camminando, Correndo, Trasporto.

Ho trovato il Controllo del suono adattivo piuttosto affidabile: è riuscito quasi sempre a rilevare correttamente cosa stessi facendo. Trovo che si tratti di una funzione davvero utile per auricolari con cancellazione del rumore: permette di non doversi preoccupare di attivare e disattivare continuamente l’ANC a seconda di dove ci si trova, evitando di isolarci troppo in condizioni in cui sarebbe bene prestare attenzione ai suoni circostanti (ad esempio in strada). Peccato solo che ad ogni cambio modalità viene emesso un suono che si sovrappone alla riproduzione (e non la interrompe: particolarmente fastidioso se ascoltate podcast).

Inoltre, utilizzando molto spesso la cancellazione del rumore attivata, ho molto apprezzato la funzione Quick Attention Mode: basta tener poggiato il dito sull’auricolare sinistro per abbassare instantamente il volume e sentire momentaneamente i suoni esterni. È l’ideale per ascoltare gli annunci alla stazione, o magari una persona che chiede informazioni.

Oltre questo, di seguito tutti i comandi disponibili:

Auricolare sinistra

  • Un tap: passa da Ambient Sound a cancellazione del rumore
  • Doppio tap: ricevere o chiudere una chiamata
  • Pressione prolungata: Quick Attention Mode

Auricolare destra

  • Un tap: Play/Pausa
  • Doppio tap: traccia successiva / ricevere o chiudere una chiamata
  • Triplo tap: traccia precedente
  • Pressione prolungata: assistente vocale (Siri o Assistente Google)

Nonostante non sia un grande fan dei controlli touch, in questo caso non ho grandi lamentele: i comandi rispondono bene ed è molto facile abituarsi alla posizione della superficie touch, ben evidenziata rispetto al resto. Per dovere di cronaca, preciso che non è possibile controllare il livello del volume.

Una delle mie funzioni preferite è la possibilità di mandare automaticamente in pausa la riproduzione quando si rimuove un’auricolare: queste Sony WF-1000XM3, infatti, sono dotate di sensori di prossimità, che si accorgono di quando le rimuovete dalle orecchie e interrompono la musica, per poi farla ripartire automaticamente quando entrambe le cuffiette sono di nuovo al loro posto.

L’autonomia è più che buona: 6 ore di riproduzione continua con cancellazione del rumore attiva (oppure 8 con ANC disattivato), a cui si aggiungono 3 ricariche complete fornite dal case (per un totale di 24 ore con ANC e 32 ore senza).

Il Bluetooth è aggiornato alla versione 5.0, quindi non ci sono ritardi nel segnale audio rispetto al video. Tuttavia, ho notato sporadici problemi nella connessione Bluetooth: nulla di troppo grave, ma nelle settimane di test mi è capitato un po’ di volte che un auricolare di scollegasse, per poi riconnettesi subito dopo. Dall’applicazione è possibile scegliere se dare priorità alla qualità del suono o priorità alla stabilità della connessione (vedi screenshot): effettivamente, selezionando quest’ultima modalità, i problemi di disconnessione si presentano molto meno frequentemente, ma non scompaiono del tutto. Inoltre, rispetto ai tanti altri modelli provati, mi è parso che gli auricolari ci mettano leggermente di più ad accendersi e accoppiarsi allo smartphone una volta sfilati dal case, ma parliamo di una manciata di secondi.

Le Sony WF-1000XM3 possono essere collegate a due dispositivi: per avviare l’accoppiamento Bluetooth e magari connetterle al PC, oltre che allo smartphone, è sufficiente tener premuto su entrambi i pannelli touch per sei secondi.

Infine, in chiamata questi auricolari si comportano abbastanza bene: non sono sempre impeccabili al cento per cento, ma il sistema con due microfoni che elimina il rumore di fondo funziona discretamente e, nonostante si tratti di cuffiette che rimangono comunque ad una certa distanza dalla bocca, non mi hanno mai dato troppi problemi nelle telefonate.

Prezzo

Le Sony WF-1000XM3 sono tra gli auricolari True Wireless più costosi che ci siano sul mercato: il prezzo di listino è di 250€, ma su Amazon è possibile risparmiare qualche manciata di euro e portarsele a casa con 239€.

Se vi state domandando se la qualità di queste cuffiette giustifichi la spesa, è molto semplice rispondere: se cercate degli auricolari true wireless con cancellazione attiva del rumore, semplicemente non troverete nulla di meglio. Esistono modelli che suonano altrettanto bene e costano meno, ma se l’ANC è un requisito, nessun altro modello di auricolari è ancora ai livelli di queste Sony.

Foto

Giudizio Finale

Sony WF-1000XM3

8.3

Sony WF-1000XM3

Sony è una certezza nella cancellazione attiva del rumore e, se cercate auricolari true wireless che vi isolino dal mondo esterno, non troverete niente di meglio di questi WF-1000XM3. Ma l'ANC non è certo l'unico motivo per acquistarli: queste cuffiette vantano anche una qualità audio davvero notevole, controlli touch affidabili, buona autonomia e diverse funzioni interessanti (tra cui il Play/Pausa automatico). Peccato per qualche sporadico problema col Bluetooth e, ovviamente, il costo non per tutti.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Cancellazione del rumore fantastica
  • Ottima qualità audio
  • Play/Pausa automatico (grazie ai sensori di prossimità)
  • Buon sistema di controlli
  • Suono adattivo
Contro
  • Costo elevato
  • Case davvero ingombrante
  • Sporadici problemi di connettività

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Matteo Piccioni

    Si riuscirebbero a usare per dormire di notte, con solo anc attivo?

    • peppeuz

      No, decisamente non sono fatte per tenerle mentre si dorme. Sporgono troppo dalle orecchie (e si sfilerebbero subito) e quando le spingi troppo dentro le orecchie danno un po’ fastidio.

      Quindi decisamente no 🙂