8.4

Samsung Galaxy Watch, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Samsung Galaxy Watch

Samsung prosegue il suo percorso nel mondo dei wearable portando sul mercato una nuova iterazione di orologio Tizen, ma questa volta dandogli il nome di Galaxy Watch, probabilmente abbandonando per sempre il nome Gear. Scopriamo l’ultimo aggiornamento del panorama di orologi smart di Samsung.

LEGGI ANCHE: Recensioni smartwatch

7.0

Confezione

All’interno della confezione di Galaxy Watch troviamo il cinturino in versione grande e uno alternativo in versione piccola, per poter adattare l’orologio a qualsiasi tipo di polso. Troviamo poi il cavo USB/microUSB e la base di ricarica ad induzione con un led di stato.

9.0

Costruzione e Vestibilità

Non cambia troppo il paradigma di design di Samsung su questo orologio. Abbiamo infatti una cassa in metallo altamente resistente ai graffi e frontalmente una bella ghiera circolare che può essere fatta ruotare per navigare fra i menù o scorrere lunghe liste. Sul lato destro troviamo poi due tasti fisici multifunzione, abbastanza facili da premere in quasi ogni condizione. Galaxy Watch da 46 millimetri (quello che abbiamo provato noi) è un orologio sicuramente “maschile” non solo nel design ma anche nelle dimensioni. Chi vi scrive ha un polso abbastanza piccolo, motivo per il quale il 42 millimetri sarebbe sicuramente stato molto più adatto. Il fatto comunque che ci siano due varianti permette a tutti di scegliere quello più adatto, anche se così ci si perde anche un po’ di autonomia. È però un prodotto estremamente ben costruito e che trasmette un’ottima sensazione di qualità una volta indossato. I cinturini sono sostituibili con semplicità e lo smartwatch è ancora resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68.

8.5

Hardware

L’hardware di questo orologio è leggermente potenziato rispetto al passato. Abbiamo un processore Exynos 9110 dual core da 1,5 GHz, 768 MB di RAM e 4 GB di memoria interna. Non manca il giroscopio, l’altimetro, il Bluetooth 4.2 e anche il chip NFC per i pagamenti con Samsung Pay. Come connettività è anche dotato di Wi-Fi (per la connessione diretta alla rete domestica) e il GPS per l’esercizio fisico all’esterno. Infine non manca speaker e microfono. La vibrazione è buona per la tipologia di prodotto, ma non è caratteristica come quella di Apple Watch. Sul retro è presente anche il sensore di battito cardiaco, preciso nella rilevazione.

SCHEDA: Samsung Galaxy Watch

8.5

Display

Galaxy Watch è dotato di un display circolare AMOLED da 1,3 pollici nella versione da 46 millimetri e da 1,2 pollici nella versione da 42 millimetri. Si tratta di un bellissimo display, che conferma quanto visto sui precedenti smartwatch Samsung. I colori sono brillanti e la luminosità è buona sotto ogni condizione di luce. C’è anche una modalità always on che permette di visualizzare l’ora in ogni momento anche senza dover ruotare il polso. Il consumo di batteria però quasi raddoppierà.

8.0

Software

Tizen arriva alla versione 4 in questo Galaxy Watch (per la precisione 4.0.0.1 al momento della recensione). Non ci sono grandi novità e la navigazione rimane praticamente identica. Abbiamo uno scorrimento verso destra dal quadrante principale per accedere a dei widget rapidi, verso sinistra invece è possibile accedere alle notifiche. Dall’applicazione potrete decidere quali notifiche ricevere e rispondere a quelle che lo supportano. È possibile rispondere con delle risposte predefinite (modificabili), con la voce o con una piccola tastiera. In certe situazioni è oggettivamente comodo, anche se principalmente rimane un dispositivo più per consultare le notifiche che per interagirci. Una volta cancellate dall’orologio spariscono anche dallo smartphone.

Il controllo vocale, che ora è integrato anche dentro Bixby (solo in inglese) è ok, ma non è preciso come quello di Siri in Apple Watch o Assistant in Wear OS. Premendo il tasto più in basso è possibile accedere alla lista delle applicazioni dove troviamo Samsung Email, il trova telefono, i promemoria, l’app per la musica, la galleria, il meteo, il calendario e le sveglie. È possibile scaricare nuovi software, anche direttamente dall’orologio, tramite Galaxy Apps ma purtroppo ci sono veramente poche sorprese. Noi abbiamo scaricato le note vocali, Smart Things per controllare la domotica Samsung e Spotify, che funziona anche offline e che è l’unica vera app che Tizen può vantarsi di avere e Wear OS no (o comunque non funzionante offline).

L’app per il fitness di Samsung, ovvero Health, è estremamente ben fatta e durante l’attività fisica mostra un gran numero di dati, che nei nostri test si sono essere rivelati precisi. Fra gli sport abbiamo la corsa, il ciclismo, il nuoto, il tapis roulant, lo yoga e una grandissima quantità di esercizi per la palestra. I dati vengono poi raccolti e mostrati in maniera estesa tramite l’app Samsung Health sullo smartphone. Rileva poi in automatico l’attività fisica e il sonno (anche qui siamo rimasti colpiti dalla precisione del riconoscimento degli orari). Gli utenti di altre applicazioni per il fitness però potrebbero rimanere delusi dall’incompatibilità con Tizen.

Dall’orologio è poi possibile rispondere alle telefonate (ma solo se lo smartphone è connesso) e l’audio è abbastanza buono e potente per essere utilizzato in vari ambienti. Due chicche del nuovo modello sono gli effetti di luce sui quadranti e il ticchettio quando portate l’orologio all’orecchio. In quanto ai quadranti la scelta è abbastanza ampia. Ci sono anche alcune offerte di terze parti e nel complesso è facile rimanere contenti dell’offerta in tal senso. Ottime le modalità di non disturbo che sono diverse per esigenza: classica, modalità teatro (cinema) e modalità riposo.

8.0

Autonomia

L’autonomia di questo smartwatch, come tutti i prodotti simili ha molte facce in base all’utilizzo, ma per fortuna in questo caso sono tutte abbastanza buone. Senza spegnerlo la notte e con il display sempre acceso l’autonomia si attesta attorno ai 2 giorni che diventano 4 spegnendo l’always-on e addirittura 5 giorni spegnendolo la notte (nel caso non vi interessasse tracciare il sonno con un orologio comunque non proprio compatto. Non abbiamo potuto provare il 42 millimetri ma passando la batteria da 472 a 270 mAh è facile pensare ad una diminuzione quindi relativa del 40%. 30 minuti di attività fisica con il GPS e il battito cardiaco attivo consumano meno del 10% della batteria.

Prezzo

Samsung Galaxy Watch ha tutto sommato un buon prezzo di lancio: 309€ per la variante da 42 millimetri e 329€ per quella da 46 millimetri.

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy Watch

8.4

Samsung Galaxy Watch

Samsung Galaxy Watch è la giusta evoluzione degli smartwatch Samsung. Non ci sono grandi novità nel software che però è sempre più affinato, pur soffrendo per la palese mancanza di app da scaricare. Dove la differenza rispetto alla concorrenza è tangibile è nell'autonomia, ottima nella versione da 46 millimetri.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Autonomia superiore alla media
  • Ottima qualità costruttiva
  • Ottimo display
  • Possibilità di scaricare offline la musica di Spotify
Contro
  • Poche app aggiuntive da installare
  • Poche novità
  • L'interazione vocale è imperfetta
  • La ricarica è lenta
  • Tiwi

    costasse meno, quasi lo prenderei