8.4

Recensione Samsung Galaxy Fit 2: migliorato ma non perfetto (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Samsung Galaxy Fit 2

Samsung non ha lanciato solo un nuovo smartwatch sul mercato, ma anche un nuovo smartband. Si tratta di Galaxy Fit 2 una evoluzione del modello dello scorso anno che avevamo comunque molto apprezzato. Scopriamolo in questa recensione.

LEGGI ANCHE: Miglior smartband

7.0

Confezione

Nella confezione oltre al bracciale abbiamo solo il caricatore a contatto che si aggancia fisicamente al nostro Fit 2. Il cavo purtroppo è sempre molto corto.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Dal punto di vista del design non è cambiato molto. Galaxy Fit 2 rimane molto piccolo e compatto. Il peso è diminuito ancora arrivando addirittura a 21 grammi. È realizzato in plastica, ma è relativamente importante considerando che tanto la scocca è sempre protetta dal bracciale in gomma (removibile e sostituibile). Il bracciale è poi molto comoda con il doppio passante che nasconde la parte eccedente del bracciale al contatto con la pelle, una soluzione intelligente e che non abbiamo trovato affatto scomoda. Il bracciale è ancora una volta resistente ad acqua e polvere.



7.0

Hardware

Non ci sono differenze nelle specifiche hardware, almeno sulla carta. Abbiamo un hardware assolutamente trascurabile, fra cui spicca il Bluetooth 5.1 e il sensore di battito cardiaco inferiore. Niente NFC, Wi-Fi o sensore di ossigenazione del sangue. Presenti accelerometro e giroscopio per il calcolo più preciso dell’attività fisica.

9.0

Display

Lo schermo è cresciuto però in dimensioni e questa è la più grande novità di questo bracciale. Abbiamo ora un 1,1 pollici di diagonale con una risoluzione di 126 x 294 pixel. Il punto forte rimane il fatto che sia realizzato in tecnologia AMOLED, che rimane quindi perfettamente visibile e vibrante nei colori anche all’aperto sotto la luce diretta del sole. Non c’è una modalità awlays-on ma la riattivazione con il polso è molto precisa. Se vorrete in alternativa potrete premere un piccolo (e invisibile) bottone touch sotto lo schermo per riaccenderlo.

8.5

Software

Il software di questo Galaxy Fit 2 rimane a grande linee immutato. Abbiamo la possibilità di trascinare verso il basso e accedere ad una serie di scorciatoie fra cui quella molto comoda per la modalità buonanotte, che si può anche attivare in automatico una volta che il bracciale impara i nostri ritmi del sonno. Per sicurezza noi abbiamo sempre voluto farlo manualmente. Scorrendo invece verso destra troveremo una serie di widget che sono poi anche l’unico modo per accedere a funzioni diverse e ottenere informazioni. Abbiamo per esempio quello del meteo, quello dell’attività giornaliera o quello per far partire il timer per il lavaggio delle mani. Non manca ovviamente il widget per avviare le sessioni di attività fisica: sul bracciale potete impostarne solo una manciata, ma dall’applicazione potrete invece decidere di mostrare più sport e personalizzare i vari obiettivi. Scorrendo nella direzione opposta abbiamo invece l’accesso alle notifiche, che vengono mostrate chiaramente con anche l’icona del software che le ha generate. Premendoci sopra, con i limiti di uno schermo simile, sarà anche possibile leggerne il contenuto. Per le app che lo supportano (e solo su Android) sarà anche possibile con dei messaggi preimpostati, che potrete personalizzare sempre tramite Galaxy Wear su smartphone. Peccato solo che nelle app di chat venga mostrata sempre e solo l’ultima notifica attivata. Se ce ne sono di più dalla stessa persona diventerà oggettivamente un po’ inutile.

Il bracciale in ogni caso traccia in modo tutto sommato abbastanza preciso l’attività fisica (anche in automatico), il sonno e anche lo stress. Purtroppo non c’è la possibilità di misurare in alcun modo l’ossigenazione del sangue. Come mostriamo nel video tramite l’applicazione per smartphone è possibile personalizzare i quadranti, i widget e la scelta delle notifiche da ricevere. L’applicazione Samsung Health è poi molto completa nel permetterci di controllare i dati raccolti durante l’attività fisica.

8.0

Autonomia

La batteria da 159 mAh garantisce un’autonomia decisamente superiore rispetto al modello precedente parliamo di circa 12 giorni di autonomia, includendo anche il tracciamento notturno del sonno. È più del doppio rispetto a quello che potevamo ottenere dal bracciale della precedente generazione. Non male!

7.0

Prezzo

Galaxy Fit 2 ha poi il pregio di avere un nuovo prezzo decisamente più competitivo. Parliamo di 49€ al lancio, decisamente più inquadrati, seppur più alto di altri dispositivi nella stessa categoria. Su Amazon è già disponibile con un po’ di sconto. Controllate il box a seguire per ulteriori variazioni.

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy Fit 2

8.4

Samsung Galaxy Fit 2

Samsung Galaxy Fit 2 un buon smartband, che migliora principalmente nell'autonomia e con un display più ampio. Non è perfetta e la gestione delle notifiche, per quanto migliore di praticamente tutti i concorrenti, è comunque imperfetta.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo display
  • Buona autonomia
  • Software solido e ricco
  • Risposte rapide alle notifiche
Contro
  • Non mostra le notifiche concatenate
  • Niente GPS
  • Rilevamento sport solo nella media
  • Manca il calcolo dell'SpO2

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Tiwi

    a 30-35euro, ci farei un pensierino

    • Stefano de Benedittis

      29 euro da Euronics