8.4

Recensione Nokia 800 Tough (foto)

Emanuele Cisotti -




Recensione Nokia 800 Tough

Nokia ha sì realizzato vari smartphone Android negli ultimi anni ma ha continuato per la sua strada anche nel mondo dei feature phone, ovvero quei cellulari che sembrano di vecchia generazione, con schermi più piccolo e sopratutto con un tastierino alfanumerico.

Noki oggi proviamo uno dei feature phone più avanzati in circolazione, ovvero il recente Nokia 800 Tough. Il dispositivo si presenta decisamente più grande e pesante della media e il motivo è evidente, a partire dal nome. È un rugged phone ed è quindi un dispositivo pensato per sopravvivere all’acqua, alla polvere e più in generale alla vita all’aperto. Il dispositivo ha tutti i suoi spigoli e bordi protetti da una parte gommata, mentre anche le altre plastiche sono rigide e ci sono sportellini a coprire tutte le aperture: porta microUSB, jack audio e slot nanoSIM e microSD. Quest’ultimo carrellino estraibile è ibrido e può supportare a scelta anche due nanoSIM. Due peculiarità della scocca: la presenza di una torcia e uno spazio inferiore per agganciare un laccio o un piccolo moschettone al telefono.

Il telefono può poi vantare di connettività LTE 4G fino a 150 Mbps e anche del Wi-Fi monobanda: un’accoppiata non sempre scontata su questi prodotti. Scavando nella scheda tecnica troviamo:

  • 512 MB di RAM
  • 4 GB di memoria interna espandibile
  • Schermo LCD da 2,4 pollici
  • Fotocamera da 2 megapixel
  • Bluetooth 4.1

Ovviamente niente per cui esaltarsi ma quanto basta per un dispositivo simile. Lo schermo da 2,4 pollici poi è nitido, con una discreta luminosità e nient’affatto uno dei più piccoli della categoria. I tasti, oltre a quelli alfanumerici, sono tanti e sono tutti in gomma. Questo fa sì che siano facilmente premibili in ogni contesto ma anche che abbiamo una corsa molto lunga e durante la scrittura non sia certo la soluzione più confortevole. Il tasto di accensione è anche l’unico che fa riaccendere lo schermo. Il tasto cancelletto se premuto a lungo serve invece a silenziare il telefono.

La schermata principale mostra chiaramente lo stato del segnale, della suoneria e del Wi-Fi, oltre che la batteria residua e l’orario. Al lati ci sono due scorciatoie di cui una è quella delle notifiche, un raccoglitore comodo a chi si è abituato agli smartphone e cerca un posto dove leggere gli ultimi messaggi ricevuti o le chiamate perse. Anche le frecce direzionali hanno delle funzioni precise: a destra i contatti, a sinistra le app più utilizzate e in alto dei toggle rapidi: è anche l’unico posto dove poter accendere la torcia. La conferma la si da premendo la croce direzionale al centro. È così anche che si entra nel menù principale. Indubbiamente è un po’ piccolo lo spazio da premere per un tasto in gomma: chi ha le dita più grandi potrebbe avere qualche problema.

Il sistema operativo che vi stiamo descrivendo è KaiOS, un sistema operativo basato su linux e compatibile con tutta una serie di applicazioni ormai indispensabili installabili dallo Store. KaiOS è indubbiamente la piattaforma più diffusa per i feature phone e le applicazioni a disposizione infatti sono tante. Molto interessanti quelle preinstallate sul Nokia 800: Google Assistant, YouTube, Google Maps, Snake, WhatsApp, Facebook e Twitter. Abbiamo poi ovviamente un browser, una galleria e le applicazioni per riprodurre video o musica.

Non aspettatevi le applicazioni di uno smartphone Android, ma tutte fanno sufficientemente bene il loro lavoro, seppur il sistema sia lontano dal fulmineo e bisogna avere un minimo di pazienza nell’utilizzo. È possibile fare il login con Google per accedere a Maps, YouTube e Assistant, oltre che per sincronizzare i contatti nella rubrica: purtroppo il massimo è 1.000.

Fra i limiti delle applicazioni vi segnaliamo che Assistant può eseguire le operazioni più comuni ma non gestisce frasi troppo lunghe o il controllo domotico, come non può cambiare lo stato della suoneria o del Wi-Fi. Facebook è particolarmente lento e WhatsApp non supporta lo scambio di file superiori a 8MB. Maps funziona bene ma il fix del GPS è particolarmente lento e non sfrutta il Wi-Fi o il GSM per la localizzazione (almeno crediamo, sennò sarebbe stato più veloce). Ci sono dei limiti evidenti quindi e il sistema è tutt’altro che smart, ma nel complesso lo abbiamo trovato più completo delle aspettative. È presente la possibilità di fare tethering Wi-Fi e utilizzare quindi il telefono come modem 4G.

In termini di autonomia non siamo riusciti a stressarlo come dispositivo principale abbastanza a lungo, ma possiamo stimare circa 25 giorni di stand-by in Wi-Fi e almeno una settimana di utilizzo più intenso.

Nokia 800 Tough è disponibile su Amazon a 119€, un prezzo non stracciato ma in linea con il mix LTE, Wi-Fi e rugged, tre caratteristiche che difficilmente troviamo insieme in un feature phone. Controllate il box a seguire perché il prezzo può calare di prezzo nei prossimi mesi.

Giudizio Finale

Nokia 800 Tough

8.4

Nokia 800 Tough

Nokia 800 Tough è decisamente un feature phone "top di gamma". Parliamo comunque principalmente di un prodotto che resiste alle condizioni estreme e che quindi ha un pubblico molto particolare. Il prezzo non è stracciato, ma ampiamente giustificato.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Resistente
  • Ottima autonomia
  • Molte app
  • Include torcia e gancio
Contro
  • Software non velocissimo
  • Le app hanno dei limiti
  • I tasti gommati non sono comodissimi

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Claudio Antonetti

    Sono tentato…. Maledettamente tentato!