8.6

Recensione iPhone XR: l’iPhone migliore di sempre (sì, davvero)

Emanuele Cisotti -




Recensione iPhone XR

Da quando fu presentato iPhone SE nel 2016 in tanti aspettavano un nuovo iPhone, più economico del top di gamma e magari disponibile in più colori. Si è speculato per tanto su un iPhone SE 2018 che poi non è stato. Ma “è stato” iPhone XR, quello che non temiamo di definire l’iPhone migliore di sempre. Che se fosse stato un nuovo iPhone SE non avrebbe mai potuto essere.

LEGGI ANCHE: Recensioni Apple

6.0

Confezione

Per chi ha già avuto modo di vedere la recensione di iPhone XS o XS Max il contenuto della confezione non sarà certo una sorpresa. C’è invece qualche sorpresa per chi viene da precedenti generazioni di iPhone. Abbiamo ancora il cavo USB/lightning (quindi non compatibile con nessuno dei nuovi MacBook), un alimentatore lento solo 5V/1A e un paio di buone cuffie Apple con connettore lightning. Non è più incluso invece l’adattatore da lightning a jack audio.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Dal punto di vista costruttivo la vera differenza risiede nell’utilizzo dell’alluminio invece che dell’acciaio per il frame laterale. Rimane invece in vetro il posteriore e poiché le forme sono sostanzialmente invariate è veramente difficile per un inesperto scambiarlo per un iPhone XS. Il tasto accensione/Siri è sempre a destra e a sinistra troviamo i tasti del volume e l’interruttore per la suoneria. È più grande di un iPhone XS, ma in mano non risulta eccessivamente spesso o pesante (nonostante i 194 grammi di peso). Lo smartphone è poi IP67, ovvero resistente ad acqua e polvere. Ottima cosa il fatto che il vetro sia poi dichiarato più resistente, esattamente come su iPhone XS che ad oggi sta resistendo molto meglio del suo predecessore. Un punto a favore è la scelta di colori: nero, bianco, rosso (RED), azzurro, giallo e corallo.

8.0

Hardware

Il principale motivo per cui questo XR non è un iPhone SE è che qui abbiamo un vero smartphone top di gamma, con in comune buona parte della base hardware del più costoso XS. Abbiamo infatti il nuovissimo e potentissimo processore Apple A12 Bionic esa-core a 7nm. La GPU quad core e il processore Neural Engine octa core sono poi ancora al loro posto. Abbiamo 3 GB di RAM e tre tagli di memoria inetrna 64, 128 e 256 GB, sempre non espandibili. Quest’anno iPhone XR diventa però dual SIM grazie al supporto delle eSIM, purtroppo ancora non in Italia dove nessun operatore le propone per smartphone. La connettività è sempre LTE ad alta velocità, seppur non gigabit come su XS. Abbiamo l’NFC per Apple Pay e il velocissimo sblocco Face ID degli altri smartphone dell’azienda. Sempre assente la radio FM e il jack audio. Molto bene l’audio stereo, più potente di molti altri smartphone della sua fascia.

SCHEDA: iPhone XR

8.5

Fotocamera

iPhone XR è dotato della stessa ottima fotocamera del suo fratello maggiore (o minore se guardiamo le dimensioni). Parliamo di una fotocamera da 12 megapixel ƒ/1.8 stabilizzata otticamente, con pixel più ampi e che catturano più luce e una nuova modalità smart HDR che mostra un contributo importante in tutti gli scatti che farete, gestendo in modo decisamente migliore rispetto al passato ogni condizione di luce. È così che le foto scattate da iPhone XR sono fra le più godibili in circolazioni, con colori ben tarati e morbidi, senza mai incontrare contrasti esasperati. Non è perfetta e la competizione nella fascia alta è molto serrata nel campo delle fotocamere, ma è importante chiarire come comprare un iPhone XR non voglia dire accontentarsi. Manca la seconda fotocamera zoom, ma questo non impedisce ad iPhone XR di fare foto in modalità ritratto (benché manchino un paio di effetti di illuminazione). Ottimi anche i video in 4K a 60fps con stabilizzazione anche elettronica. Ancora presente anche il super slow motion. Nessuna sostanziale novità per la fotocamera frontale da 7 megapixel ƒ/2.2, che speriamo possa ricevere nuovo “amore” il prossimo anno.

SAMPLE: FotoVideo

8.0

Display

La vera differenza a cui si pensa quando si parla di iPhone XR e XS è il display. Questo iPhone XR infatti è dotato di un display da 6,1 pollici a risoluzione solo HD, ovvero 1792 x 828 pixel. La tecnologia è poi IPS e non AMOLED come sullo smartphone più costoso dell’azienda. Nell’utilizzo quotidiano queste differenze sono oggettivamente impercettibili e questo è un ottimo risultato per Apple, che in sostanza offre all’utente finale la stessa esperienza d’uso, su uno smartphone però meno costoso (ma non certo economico). Quando la differenza si nota? Mettendo a fianco i due smartphone e rispondendo alla domanda “quale display ti piace di più?” la risposta ricadrà su XS, ma non per una differenza palese e inconfutabile, solo per una sensazione che qualcosa del display di XS sia migliore. Confermiamo quindi l’ottimo risultato di Apple nell’aver reso un’esperienza ottima anche con un display che sulla carta ricorda smartphone di vecchie generazioni.

La differenza che è invece è tangibili e che a dirla tutto è quello che fa sembrare XR il più economico dei due sono i bordi attorno al display, decisamente più marcati, seppur sempre simmetrici e quindi esteticamente non fastidiosi. Rimane il supporto del display alla tecnologia True Tone e alla riaccensione al sollevamento. Manca invece il force touch. Non è un dramma e Apple dimostra che molte delle cose si potevano fare oggettivamente anche con una pressione prolungata: ma non tutto e quello potrebbe mancarvi.

9.0

Software

Come sempre l’esperienza d’uso degli smartphone Apple è costante su tutti i prodotti e in questo caso è tutto a vantaggio di iPhone XR che con iOS 12.1 (al momento della recensione) offre la stessa esperienza dei suoi fratelli. Tutto il software è un fulmine e l’esperienza d’uso è eccellente, anche grazie a delle nuove gesture leggermente affinate con l’ultima release software. L’integrazione con i vari servizi ed altri dispositivi Apple è ovviamente al massimo livello, ma apprezzerete lo smartphone anche se fosse l’unico dispositivo Apple che possiederete. Non manca il supporto ad ARKit 2, le nuove Memoji animate, l’opzione per ridurre il display verso il basso e il centro di controllo dall’angolo in alto a destra.

8.0

Autonomia

La batteria è una 2942 mAh che garantisce risultati migliori di un iPhone XS e non troppo lontani da quelli di un iPhone XS Max e questo è sicuramente un ottimo risultato. Abbiamo notato una diminuzione più rapida durante condizioni di ricezione scarsa, ma nel complesso risultati in linea con gli altri prodotti Apple (ovvero sorprendenti se si considera la dimensione della batteria).

6.5

Prezzo

iPhone XR ha un prezzo di 889€ nel taglio da 64 GB, che salgono sino a 1059€ per la versione da 256 GB. Sono prezzi alti, ma in linea con i listini Apple e decisamente inferiori a quelli di iPhone XS, rendendo di fatto questo prodotto decisamente più appetibile per buona parte del pubblico. iPhone XR è già disponibile sul sito Apple per l’acquisto.

Foto

Giudizio Finale

iPhone XR

8.6

iPhone XR

Questo voto finale è una provocazione, ma al tempo stesso un po' non lo è, perché racconta comunque una realtà che forse non vorremmo vedere: l'esperienza d'uso di iPhone XR è sostanzialmente la stessa di un iPhone XS, ma vi terrete in tasca dei soldi in più e magari lo acquisterete anche di un colore a voi più gradito, guadagnando anche un po' di batteria. Questo è il nuovo iPhone migliore di sempre e questa volta non era affatto scontato.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Fotocamera al top
  • Supporto dual SIM
  • Sblocco facciale (3D) ottimo
  • Ottime prestazioni
Contro
  • Niente jack audio
  • Le cornici attorno al display sono vistosamente più ampie
  • L'alimentatore rapido non è incluso nella confezione
  • Al lancio niente dual SIM in Italia
  • Marco Macchitella

    Effettivamente hanno tirato fuori un ips che ha poco da invidiare a un amoled, però visto dal vivo si nota la risoluzione inferiore, per 900 euro personalmente non me la sento di passarci sopra, spero l’anno prossimo usino un full-hd. E poi quelle cornici mamma mia..

  • Neo481

    ma ho letto in molte altre recensioni che la durata della batteria di iPhone xr è superiore anche ad xs max

  • Ciaoiphone4

    Ottima recensione come sempre. Anche se io preferisco il mio Xs max.
    Ti faccio una domanda solo per curiosità perché l’ho visto dal vivo, ma non ho provato questa cosa: si attiva lo schermo come su Xs con un tap? O essendo oled ha perso questa funzione?

  • PAOLO ZANNATO

    Ottima recensione e attenti all’ aumento di invasivita’ della pubblicita’ nel sito.
    E’ l’ iphone usato per le funzioni e per combattere i top di gamma Android. L’ iphone ha solo un nome quest’anno XS Max e solo questo giustifica il prezzo come l’ unico cell capace di emozionare, essere associato a un gioiello e sganciato dalle proprie funzioni… per tutto il resto basta un Redmi.

    • Tony Fuina

      l’iPhone associato a un gioiello… Voi state male

  • Tony Fuina

    È talmente il migliore questo iPhone, che ha un display dalla risoluzione mediocre, gli manca il 3d touch, è brutto come la morte e ha un prezzo da denuncia.
    Ma per favore

  • The Wizard

    Quando pronunci il nome del dispositivo ovvero quando dici ” ten ar ” mi fai ribrezzo con quella voce! Sembri un disagiat@! Forse ti credi figo ma credimi sembri tutt’ altro..