Recensione Huawei Watch GT 3

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Huawei Watch GT 3

A non molta distanza da Huawei Watch 3, l'azienda cinese lancia sul mercato la sua versione GT. Questo modello mantiene molti dei pregi del modello originale e anche qualche difetto. C'è però decisamente molto da raccontare, soprattutto sull'autonomia e sul prezzo.

PRO

  • Ottimo display
  • Ottima autonomia
  • Dati registrati molto precisi
  • La corona circolare ruota

CONTRO

  • Non si può rispondere alle notifiche
  • Assistente vocale solo con smartphone Huawei
  • Niente pagamenti NFC
  • Healty Living non in Italia

Noi abbiamo provato Huawei Watch GT 3 nel modello da 46mm, ma esiste anche una versione più compatta da 42 millimetri. L'orologio è dotato di un ampio display da 1,43" in tecnologia AMOLED. Lo schermo supporta la luminosità automatica ed è molto brillante e dotato di ottimi colori. Lo smartwatch è poi dotato di 4 GB (non 32 come detto per errore nel video) di memoria interna e di GPS integrato per il posizionamento. Non mancano speaker e microfono per poter rispondere dal polso alle telefonate.

Apprezzatissima la presenza della corona circolare (che integra uno dei due tasti fisici) che può essere ruotata per scorrere nei menù. Non precisissimo il feedback della vibrazione, ma sicuramente rimane un'aggiunta che impreziosisce l'orologio.

Il software è basato su HarmonyOS 2.1 e integra tante funzionalità diverse, di cui molte orientate al fitness. Abbiamo il supporto a 100 sport diversi, di cui 18 con dettagli specifici per quello sport e anche una funzionalità di allenamento guidato. Misura il battito tutto il giorno e allo stesso modo anche l'ossigenazione del sangue laddove la concorrenza solitamente riesce a farlo solo di notte. Parlando della notte è ovviamente sempre presente il tracciamento del sonno e come anche tutte le altre misurazioni siamo sempre molto stupiti della qualità del rilevamento.

Non manca il rilevamento della temperatura cutanea, la misurazione dell ostress e gli esercizi di respirazione. Purtroppo l'assistente vocale è disponibile solo se si collega l'orlogio ad uno smartphone con EMUI almeno 10.1 e Healty Living al momento non è attiva in Italia. Abbiamo poi AppGallery per installare nuove app sull'orologio, anche se al momento la scelta è abbastanza esigua (ma comunque più ampia di quando abbiamo provato Watch 3). Non manca come sempre la possibilità di scegliere fra una ampissima scelta di watchface per i quadranti.

Dove questo orologio sicuramente pecca è nell'assenza di supporto ai pagamenti NFC e nell'impossibilità di rispondere alle notifiche. Soprattutto quest'ultima funzione speriamo di poterla presto vedere a bordo con qualche aggiornamento firmware.

Dove però eccelle è nell'autonomia: l'azienda dichiara 14 giorni e benché non si arrivi a questi numeri è facile superare i 10 giorni totali con una singola carica. Veramente niente male!

L'autonomia cresce e il prezzo scente. Huawei Watch GT 3 da 46mm costa 249€ nella versione Active da noi provata. Ci vogliono poi 269€ per quella Classic e 329€ per quella Elite. È disponibile anche su Amazon in tantissime versioni diverse, fra colori, dimensioni e varianti. Sicuramente la promo di lancio che include anche le cuffie Freebuds 4i è indubbiamente molto ghiotta.

Giudizio Finale

Huawei Watch GT 3

Huawei Watch GT 3 è l'orologio da scegliere nel listino Huawei. L'esperienza d'uso è praticamente identica a Watch 3, ma il prezzo è molto inferiore, con anche una ghiotta offerta di lancio. Ottimo display, l'autonomia e il rilevamento dei sensori. Peccato per l'impossibilità di rispondere alle notifiche.

Voto finale

Huawei Watch GT 3

Pro

  • Ottimo display
  • Ottima autonomia
  • Dati registrati molto precisi
  • La corona circolare ruota

Contro

  • Non si può rispondere alle notifiche
  • Assistente vocale solo con smartphone Huawei
  • Niente pagamenti NFC
  • Healty Living non in Italia

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.

Commenta