7.9

Recensione Huawei Watch 3 Pro: è arrivato HarmonyOS (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Huawei Watch 3 Pro

Tutta la famiglia Huawei Watch GT è stata indubbiamente una delle serie più di successo nel mondo della tecnologia di consumo recente. C’era quindi molta attesa per il nuovo smartwatch di Huawei che ora è arrivato: Watch 3. È il primo con HarmonyOS nativo e noi abbiamo provato la versione Pro.

LEGGI ANCHE: Migliori smartwatch

7.5

Confezione

Nella confezione di questo Huawei Watch 3 Pro troviamo il cavo di ricarica (abbastanza lungo) con la base magnetica e la manualistica. Nel caso della variante Pro da noi testata il cinturino incluso era quello in pelle.

9.0

Costruzione e vestibilità

Dal punto di vista di design e costruttivo questo smartwatch è sicuramente al top della sua gamma. Il design è moderno ma con dei richiami classici, con una scocca in titanio e frontalmente un vetro zaffiro e posteriormente una protezione in ceramica. Non è uno smartwatch per tutti i polsi, soprattutto nella variante Pro, abbastanza spessa e non leggerissima (64 grammi). L’orologio comunque mantiene ovviamente i suoi standard di resistenza all’immersione fino a 5 atmosfere. Il cinturino da 22 millimetri è facilmente removibile e sostituibile con uno a piacimento.



10.0

Hardware

L’hardware all’interno di questo smartwatch è forse il più completo che abbiamo mai avuto modo di testare in questi mesi. Il processore è un HiSilicon Hi6262, abbiamo ben 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna. La connettività è al completo: Wi-Fi 2,4 GHz, Bluetooth, GPS (dual GPS nel caso del modello Pro da noi provato), NFC e anche supporto nativo per eSIM (per chiamate e dati). In più non manca neanche lo speaker (molto potente) e un buon microfono. Prima che vi emozionate troppo però mettiamo le mani avanti: il chip NFC al momento è inutilizzato in quanto nessuna piattaforma di pagamento è al momento compatibile con HarmonyOS. In futuro si vedrà.

Ottima anche la dotazione di sensori per la salute: lettore di battito cardiaco (molto preciso e rapido), sensore per l’ossigenazione del sangue e sensore di temperatura della pelle. Non mancano giroscopio e barometro.

9.0

Display

Il display di questo smartwatch è un ampio 1,43 pollici (in entrambe le versioni) con risoluzione di 466 x 466 pixel e realizzato in tecnologia AMOLED. La luminosità si regola in automatico e può arrivare anche a 1000 nits di picco, perfetto anche nelle giornate più assolate. Il display supporta anche l’always-on display e questo segue il tema del quadrante (se supportato).

7.0

Software

Huawei Watch 3 Pro (e la versione base) è il primo dispositivo in assoluto ad arrivare sul mercato con il sistema operativo HarmonyOS, che troveremo in futuro anche su tablet e smartphone di Huawei e che arriva già aggiornato alla versione 2. Nell’esperienza quotidiana non ci sono vere differenze con Lite OS utilizzato in precedenza e il sistema è organizzato allo stesso modo. Questo cambiamento è però molto grande e abilita molti sviluppi futuri. Il primo è però evidente: all’interno dell’orologio c’è AppGallery per installare altre app, anche se al momento la selezione è davvero molto risicata.

Come dicevamo l’esperienza d’uso complessiva è quasi invariata: trascinando verso il basso abbiamo i toggle rapidi e lateralmente abbiamo invece i widget scelti dall’utente. Molto belli i quadranti, personalizzabili anche in alcuni dettagli. La fluidità è molto buona, ma non perfetta. Non abbiamo per adesso visto il salto in avanti in tal senso che ci saremmo aspettati da un sistema operativo “fatto in casa”. Scorrendo dalla home verso l’alto accediamo alle notifiche, raggruppate per app che l’hanno generate. Anche qui purtroppo nessun passo in avanti: le notifiche si leggono bene e arrivano con precisione, ma non c’è nessun tipo di interazione e non è possibile rispondere ai messaggi di testo ricevuti (anche se una tastiera virtuale nel sistema c’è).

Premendo il tasto con la ghiera si apre la griglia delle applicazioni, che è possibile zoomare come in… WatchOS di Apple. Le app installate sono le solite. Non ci soffermeremo troppo su tutte, ma segnaliamo comunque che battito cardiaco, SpO2 e temperatura della pelle vengono registrate tutto il giorno e ciascuna ha un’app dedicata a cui si aggiunge quella dello stress. Molto bene l’app per il fitness che contiene oltre 100 sport (di cui 17 con informazioni professionali specifiche mostrate). I dati mostrati durante l’attività fisica sono molto chiari e anche questi quadranti sono personalizzabili. Si può anche controllare la musica dello smartphone, ma non siamo invece riusciti a trasferire mp3. Se c’è qualcuno che ancora ne avesse bisogno, ecco. C’è però la sincronizzazione con Huawei Music che però non siamo riusciti a scaricare su uno smartphone non Huawei. Parlando di esclusività anche la funzione di scatto della fotocamera su remoto è solo per smartphone Huawei e per la precisione per smartphone con HarmonyOS 2 (al momento nessuno).

Bella la gesture per rispondere alle telefonate al polso stringendo il pugno e comoda la chiamata di emergenza rapida al 112 grazie al supporto 4G. C’è anche Huawei Assistant attivabile con la pressione prolungata del tasto inferiore. Funziona più che discretamente, ma al momento è abilitato solo per un numero ridotto di funzioni.

L’app per smartphone è la classica Huawei Health (c’è nel Play Store, ma i servizi Huawei aggiornati li trovate solo su AppGallery, che dovrete quindi installare). Ottima per rivedere i dati del fitness e della salute registrati (anche se al momento manca ancora il riepilogo per la temperatura). Ottimo anche il report del fitness. Indubbiamente Huawei è una delle aziende che ha lavorato meglio su questo fronte. Da qui potrete anche modificare i quadranti, scegliere di quali app ricevere le notifiche e decidere quale tracciamento del fitness deve fare.

7.5

Autonomia

Abbiamo avuto modo di provare solo il modello Pro con 5 giorni di autonomia promessa. La promessa dai nostri test è stata mantenuta, anche se l’always-on sembra consumare più energia delle aspettative, abbassando l’autonomia a 3-4 giorni se attivato. C’è anche una modalità di risparmio energetico che promette 21 giorni con una singola carica. La versione non Pro dovrebbe avere 3 giorni di autonomia. Fate le dovute proporzioni.

6.0

Prezzo

Huawei Watch 3 ha un costo di 369€, con le cuffie FreeBuds 4i in omaggio per il lancio e un secondo cinturino. Huawei Watch 3 Pro costa invece 499€, scontato al lancio a 409€ se si preordina (versando 10€) entro il 18 giugno (ma solo sullo store Huawei). Anche in questo caso in omaggio le FreeBuds 4i. Controllate i box a seguire per eventuali sconti nel tempo su Amazon. I prezzi di lancio sono indubbiamente molto alti andando a posizionarsi nella fascia più alta, con una concorrenza molto agguerrita.

Foto

Giudizio Finale

Huawei Watch 3 Pro

7.9

Huawei Watch 3 Pro

Huawei Watch 3 Pro è uno smartwatch molto completo, costruito in modo ecezionale e da un hardware impareggiabile. Il prezzo non è però contenuto e il software, per quanto quasi uguale in termini di usabilità rispetto al passato, non ha aggiunto abbastanza per distinguersi dalla concorrenza. Da prendere in considerazione con l'abbassarsi del prezzo e con le varie offerte.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ben costruito (in titanio e ceramica)
  • Ottimo hardware
  • Finalmente con un app store
  • Buon display
Contro
  • NFC inutilizzabile
  • Prezzo alto
  • Niente interazione con le notifiche
  • Pochissime app da installare al momento

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • maxdelay

    Ho ilWatch 2
    Nonostante abbia un microfono non posso rispondere alle notifche, adesso presentano il 3 con lo stesso problema.
    Non ha senso, questa è una limitazione imposta poichè l’hardware c’e’.

    Allora se non lo si vuole sfruttare per vendere modelli più costosi ditelo….è una vergogna

  • Nuanda

    questo oggetto ha tutti i limiti di uno smartwatch ma senza le funzioni smart….praticamente aggiunge due scemenze rispetto ad un GT2 Pro con un’autonomia di un terzo minore….bisogna aver sbattuto la testa proprio forte per comprarlo a 500 euro ora come ora….non mi venite a dire che ci sono i regali e gli sconti, perchè non vale neanche i soldi che costa la netto di quelli…

    • Andrea Ganzi

      Stesso mio pensiero…soldi proprio buttati. Con meno di 200 euro ti porti a casa il GT2 Pro e se uno volesse risparmiare ulteriormente con 120 euro (Unieuro) di porti a casa il GT2. Con tutti e tre i modelli ci fai praticamente le stesse cose con la sola differenza che il watch 3 pro costa più del doppio ed ha un’autonomia inferiore….MAH

      • MNG

        Ma con questo telefoni senza portarti appresso lo smartphone… per me è tanta roba!

        • Andrea Ganzi

          Dipende dagli usi…per me ad esempio è una funzione inutile che non sfrutterei mai perchè son veramente pochissime le volte in cui giro senza telefono…e tra costo maggiorato dello smartwatch + costo dell’abbonamento della esim per me il gioco non vale la candela. Detto ciò capisco che per alcuni possa tornare utile…anche se personalmente sceglierei altri modelli di altre aziende visto che con questo non si può nemmeno interagire con le notifiche.

  • Andrea Ganzi

    Ora come ora se restiamo confinati al solo ecosistema Huawei ritengo che scegliere questo Watch 3 (pro o non pro è indifferente) al posto del GT2 Pro è da pazzi. Costa considerevolmente di più, ha un’autonomia considerevolmente inferiore e di fatto ci fai praticamente le stesse cose. Vedremo se futuri aggiornamenti e/o future versioni miglioreranno la situazione…per il momento è assolutamente NO!

    • niccolò

      esatto mi tengo il mio watch gt 2 pro è risparmio un bel pò di soldi

  • X8ismyname

    Huawei ha sempre avuto 2 limiti per gli smartwatch: le notifiche piuttosto “minimali” e, per chi fa sport, l’impossibilità di esportare le tracce (sia come tracciato in un file che con una connessione diretta a sistemi terzi, come Strava). Se non ha risolto questo, possono aver creato un orologio anche elegante, ma resterà sempre solo “half a smartwatch”
    Considerando che, come detto, costa il doppio dei precedenti e, nel funzionamento, è identico, la domanda non è com’è, ma perchè…

    • Nuanda

      Completamente d’accordo con te…prodotto veramente con poco senso di esistere al momento…

  • Tiwi

    bello il mix copiato apple, android..a parte questo, bisogna ancora lavorarci su, ok le promo lancio lo rendono più appetibile, ma personalmente non lo comprerei lo stesso

  • Giovanni Barbaro

    Mi è arrivato oggi è stupendo appena acceso e configurato mi ha segnalato un aggiornamento è il mio primo Watch.! Lo devo studiare si sincronizza perfettamente sia con Samsung (Note 20 Ultra 5G che su Huawei Mate 20 X 5G) un piccolo neo la mancanza degli SMS nel servizio eSim LTE Volte almeno in lettura era comodo averlo. Super velocissimo il WI-Fi sia vecchie versioni e l’ultimo nato Wi-Fi 6. Pagato 409€ con promo Huawei. Iva compresa e spedizione.