8.0

Recensione Huawei Band 6: schermo più grande, prezzo più piccolo (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Huawei Band 6

Huawei da molti anni ormai realizza ottimi prodotti nel campo dei wearable ed è anche per questo che la nuova Huawei Band 6 ha subito destato un po’ di interesse. Oggi ve la raccontiamo nella nostra recensione completa.

LEGGI ANCHE: Migliori smartband

7.0

Confezione

Nella confezione troviamo la smartband con il bracciale in dotazione e il caricabatteria magnetico con i pin per la ricarica.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Dal punto di vista costruttivo Huawei Band 6 è un prodotto abbastanza classico. Realizzato in plastica robusta pesa appena 18 grammi. Resiste alle immersioni fino a 5 atmosfere e sul lato destro ha un singolo tasto fisico per accedere al menù o per tornare alla home. Sulla parte inferiore sono ovviamente posizionati i sensori per il battito cardiaco e per il calcolo dell’ossigenazione del sangue.



7.5

Hardware

Anche dal punto di vista hardware non ci sono grandi sorprese: c’è il Bluetooth 5.0 Low Energy, ma non il GPS, il Wi-Fi o l’NFC. Mancano anche speaker e microfono, non essendo dotato di funzioni che potrebbero sfruttarli.

8.5

Display

Forse lo avete già capito dalle immagini, ma se Huawei Band 6 si distingue in qualcosa è sicuramente per il suo display da 1,47″. Questo schermo AMOLED con risoluzione di 198 x 368 pixel è molto più grande delle altre smartband in circolazione e pertanto tutti i contenuti che vengono mostrati al suo interno sono estremamente più godibili. Lo schermo si riattiva al movimento del polso ma non è dotato di sensore di luminosità automatica.

8.0

Software

Huawei Band 6 non si discosta molto da quello che abbiamo già visto altrove dal punto di vista software, soprattutto nel mondo Huawei. Tenendo premuto sullo schermo è possibile cambiare il quadrante (alcuni sono anche personalizzabili nei dati che si possono mostrare), mentre scorrendo verso il basso si accede ad un menù rapido da cui controllare alcune funzioni, come per esempio la possibilità di attivare una modalità notturna. Scorrendo verso l’alto si accede invece alle ultime notifiche ricevute. Anche qui non è possibile rispondere o interagire in alcun modo con queste notifiche, ma il vantaggio è però che con lo schermo più grande quanto mostrato è sicuramente più leggibile e di conseguenza più utile. Scorrendo lateralmente abbiamo invece dei widget rapidi per accedere alle informazioni più utile in pochi secondi.

Come detto è premendo il tasto fisico che si accede però alla lista delle applicazioni, dove troviamo ovviamente in alto il menù per gli allenamenti. Sono disponibili 96 sport e con gli esercizi all’aperto è possibile sfruttare il GPS dello smartphone. Nel nostro caso però non ha mai funzionato, se non avviando l’esercizio dall’app per smartphone. In questo modo i dati dal bracciale vengono comunque registrati correttamente. Abbiamo poi il riepilogo delle ultime sessioni sportive, l’attività del giorno e un report del battito cardiaco. Una particolarità di questo prodotto è che oltre a registrare il battito cardiaco tutto il giorno, può registrare allo stesso modo anche l’ossigenazione del sangue. Il limite sta ovviamente nella difficoltà di registrare dati mentre ci muoviamo e pertanto una rilevazione puntuale è possibile solo durante il sonno. Comprensibile. Tutti i dati registrati da questa smartband sono comunque risultati più che discreti e in linea con i migliori prodotti (economici). Viene anche tracciato il sonno e lo stress, tutto completamente in automatico. Non manca un’app per gli esercizi di respirazione, una per controllare la musica dello smartphone e il meteo.

A chiudere il cerchio abbiamo il cronometro, il timer, le sveglie, la trocia e il trova telefono. Potrete anche impostare allarmi per il battito cardiaco troppo alto o basso, oppure attivare le notifiche di inattività.

L’applicazione per smartphone è Huawei Health, funziona bene, ma bisogna installare la versione dall’AppGallery affinché il tutto funzioni. Forse un po’ macchinoso, anche se capiamo che sia un modo per Huawei di spingere il suo store. Questa app è indubbiamente una delle migliori per chiarezza e per numero di dati mostrati riguardanti la nostra attività fisica. Dalle impostazioni potrete poi installare nuovi quadranti o scegliere quali notifiche devono essere inviate allo smartphone.

8.0

Autonomia

La batteria di questo Huawei Band 6 garantisce circa 7 giorni di autonomia o poco più, tenendolo acceso anche di notte. Un buon risultato, ma lontano dai 14 giorni promessi.

7.5

Prezzo

Huawei Band 6 è disponibile a 59€, un prezzo veramente interessante, ma soprattutto 20€ più economico del modello precedente. Si tratta di un giusto prezzo, per un prodotto unico (o quasi) in questa fascia di prezzo. Lo trovate anche su Amazon.

Foto

Giudizio Finale

Huawei Band 6

8.0

Huawei Band 6

Huawei Band 6 è un prodotto nella media se guardiamo solo alle funzioni o alle specifiche. Il suo punto forte è però uno: proporre un display decisamente più ampio dei concorrenti ad un prezzo comunque competitivo. Se questo dovesse bastarvi, potete acquistarlo a cuor leggero.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Schermo ampio
  • Prezzo contenuto
  • Buona autonomia
  • Buone rilevazioni
Contro
  • Qualche confusione con l'app per smartphone
  • Niente GPS
  • Luminosità solo manuale
  • Non si può interagire con le notifiche

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Mi tengo il Bip transreflective

  • Tiwi

    sw da sistemare, oggetto interessante, ma lo vedrei bene a circa 30-40euro