8.7

Fitbit Versa 2, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Fitbit Versa 2

Fitbit si è rapidamente consolidata negli ultimi anni come una delle aziende più rilevanti nel mondo degli indossabili smart e i suoi smartwatch sono da qualche anno fra i più apprezzati. Scopriamo oggi la recensione di Fitbit Versa 2, la cui video recensione arriverà solo dopo il promesso corposo aggiornamento di dicembre (e seguirà anche revisione di questo testo).

LEGGI ANCHE: Migliori smartwatch

7.5

Confezione

Non ci sono novità e la confezione di Versa 2 contiene all’interno l’orologio e la sua base di ricarica a “clip”, la stessa che avevamo già visto su Versa Lite. In più abbiamo sempre anche il cinturino large da sostituire a quello small già montato sull’orologio.

8.5

Costruzione e Vestibilità

Fitbit Versa 2 mantiene tutte le peculiarità del primo modello. Rimane uno smartwatch molto sottile e leggero, perfetto per tutti i giorni e che vi dimenticherete di avere al polso. Nonostante questo l’orologio è ancora realizzato in alluminio e questo, oltre alla leggerezza, gli conferisce anche una buona resistenza. Il tutto mantentendo l’impermeabilità e la possibilità di usarlo fino 50 metri di profondità. Spariscono i tasti sul lato destro, ma rimane quello sul lato sinistro, il cui click è leggermente meno deciso di quello del modello originale. I cinturini sono ancora itnercambiabili con un sistema di aggancio e sgancio estremamente semplice

8.0

Hardware

Versa 2 rimane un prodotto ovviamente semplice, ma nonostante questo abbiamo comunque un hardware migliorato rispetto al passato. Rimane sempre presente sulla parte inferiore il buon lettore di battito cardiaco con sensore SpO2 per il rilevamento dell’osigenazione nel sangue. Abbiamo poi il Wi-Fi monobanda, il Bluetooth e il chip NFC per i pagamenti (molto comodi, si attivano con due tap).  Continua ad essere assente però il GPS, questo per garantire massima autonomia, ma non potrete quindi lasciare lo smartphone a casa se farete sport all’aperto che necessita di tracciare anche la posizione. Rimane questo l’unico vero limite di questo prodotto. Rispetto a prima abbiamo comunque una bella novità: la presenza di un microfono. Questo vi permetterà di rispondere vocalmente alle notifiche o di utilizzare Amazon Alexa per impostare promemoria, ottenere risposte (solo a schermo e non vocali) o impostare sveglie. Manca lo speaker ed è confermata quindi l’impossibilità di fare telefonate dall’orologio.

8.5

Display

Il display rimane sempre da 1,34 pollici e a risoluzione 300 x 300 pixel, ma la tecnologia utilizzata è ora AMOLED. Questo permette all’orologio di risparmiare batteria con la sua interfaccia scura, permette finalmente di mostrare un semplice sistema di always-on e garantisce una maggiore leggibilità all’esterno. Complimenti a Fitbit per questa scelta. Il risveglio con la rotazione del polso funziona bene, ma purtroppo va in conflitto con il display sempre attivo. Dovrete scegliere o l’uno o l’altro. Funziona bene il sistema che regola in automatico la luminosità in base alla luce ambientale.

9.0

Software

Cambia leggermente l’interfaccia di questo Fitbit Versa 2, con l’aggiungersi delle sue funzioni. Trascinando verso l’alto accediamo ancora al riepilogo giornaliero, dove troviamo le informazioni sul fitness del giorno, comprensive di passi, ore attive, battito cardiaco a riposo, sonno dormito e giorni di attività fisica. Trascinando invece verso il basso si accede alle ultime notifiche. Sceglierete voi tramite l’applicazione gratuita per smartphone Android o iOS quali notifiche ricevere e queste verranno prontamente notificate sul display dell’orologio e segnalate con una leggera vibrazione. È possibile poi rispondere alle notifiche che lo prevedono, usando delle emoji, dei messaggi predefiniti o anche tramite la voce, visto che adesso abbiamo anche un microfono a disposizione. Un’aggiunta non da poco.

Sempre trascinando lo schermo verso il basso appare poi un secondo menù più piccolo, che raccoglie una scorciatoia per i controlli musicali, uno per i pagamenti in mobilità e uno per i comandi rapidi. La necessità di questo nuovo menù si è creata con l’aggiunta di Alexa che ora di default si è presa il controllo della pressione prolungata dell’unico tasto fisico. Potrete comunque ripristinare l’apertura di Fitbit Pay se preferite. Tra i controlli rapidi di cui parlavamo, troviamo lo schermo sempre attivo, la regolazione della luminosità, la modalità non disturbare e la riaccensione del display al momvimento del polso. Una gradita aggiunta è poi una modalità sonno che in automatico farà sì che l’orologio non possa più disturbarvi durante la notte, quando prima bisognava ogni volta lavorare su due opzioni diverse. Potrete anche impostare un’attivazione automatica in base all’orario. Parlando del sonno è indubbio che il suo tracciamento della dormita funzioni alla grande, monitorando in modo preciso le varie fasi del sonno e dando anche un’indicazione di cosa significano i risultati ottenuti, ora anche con un chiaro punteggio che non si basa più solo sulla durata del sonno ma anche sulla qualità.

Non è da meno il funzionamento per il fitness, che rimane ovviamente il suo punto focale. Gli sport tracciabili sono, la corsa, la bici, il nuoto, il tapis roulant, i pesi, l’esercizio ad intervalli e l’esercizio libero. Ci sono varie opzioni per i singoli sport. Per fare un esempio per la corsa è possibile impostare gli obiettivi (tempo, distanza o calorie), attivare la pausa automatica, il rilevamento dei giri e la possibilità anche di avere lo schermo sempre acceso con i dati. I dati che abbiamo a disposizione riguardando poi le sessioni sullo smartphone sono sempre ricche di dettagli. Abbiamo i tempi intermedi, il cambio di altitudine, il grafico del battito cardiaco e anche un comodo grafico per l’energia, con dati sull’impatto e un confronto con le sessioni precedenti. I dati che raccoglie sono molto precisi e sono assolutamente all’altezza del prodotto che Fitbit vuole essere. Certo, non sarà il prodotto perfetto per l’alteta veterano ma è assolutamente inseribile tra i migliori prodotti di tracciamento dell’attività fisica fra gli orologi smart.

Scorrendo poi le voci troviamo il timer, le sveglie, gli esercizi di respirazione, il meteo, le impostazioni (non molte da orologio) e l’integrazione con Strava. Per il lato musicale troviamo Deezer e adesso anche Spotify. Funziona bene, ma non vi sarà molto utile senza lo smartphone connesso. Per questo serve più come controllo dei brani che come vero e proprio riproduttore musicale. Se volete “andare offline” l’unico modo è trasferire brani mp3 nella memoria interna. Chiudiamo con i quadranti: molti e spesso estremamente ben fatti. Rispetto al passato abbiamo notato una maggiore stabilità della connessione Bluetooth sul lungo periodo, ma è comunque sempre difficile valutare con i moltissimi smartphone in circolazione. Il pubblico femminile apprezzerà poi sicuramente la funzione per tracciare il ciclo mestruale.

8.0

Autonomia

Fitbit Versa 2 riesce a rosicchiare ancora un po’ di autonomia e arriva ora a circa 6 giorni con una singola carica, con la rilevazione del battito cardiaco sempre attiva e l’always-on disattivato (abbiamo preferito la riattivazione con il movimento del polso). Si tratta di un eccellente risultato considerando le dimensioni molto contenute e le molte funzioni che offre.

7.5

Prezzo

Il prezzo di Fitbit Versa 2 rimane invariato: 199€. Un’ottima notizia per chi era interessato all’acquisto. Si tratta di un prezzo non stracciato, ma comunque in linea con il listino di un’azienda leader nel campo degli smartwatch.

Fitbit Versa 2 è disponibile su Amazon a 180€, ma potrebbe scendere ancora, motivo per cui vi consigliamo di tenere sott’occhio il box a seguire che si aggiornerà con il cambiare del prezzo.

Foto

Giudizio Finale

Fitbit Versa 2

8.7

Fitbit Versa 2

Fitbit Versa 2 si conferma anche per il 2019 come probabilmente il miglior compromesso fra tutti i prodotti in circolazione. È leggero, con un bel display AMOLED, una buona autonomia, una buona gestione delle notifiche ed è pensato con il fitness in mente. In più adesso con il microfono potrete anche parlare con Alexa, che in certe occasioni è un'aggiunta non trascurabile. L'unico contro da tenere a mente è l'assenza del GPS.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima autonomia
  • Comodo e sottile
  • Buon display
  • Rilevamento preciso
Contro
  • Niente GPS
  • Musica Spotify non offline
  • La risposta alla notifiche è solo per Andorid
  • Niente risposta vocale Alexa

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • Alberto Colopi

    Avete avuto o notato problemi con alcune funzionalità (notifiche ad esempio) con uno smartphone (in questo caso il Fold) non ufficialmente compatibile?

    • No, anzi mi è sembrato più stabile del solito (rispetto ai precedenti Fitbit).

      • Alberto Colopi

        Ottimo, grazie.
        Avete avuto modo di provarlo con altri smartphone? O è stato utilizzato solo con il Fold?

  • Teresa1kiss

    preso su unieuro che una volta messo in carrello passa a 171€

  • Alex

    è possibile usare google maps o qualcosa di simile?

  • Solo io non vedo il video?

  • marcoar

    Non mi trovo d’accordo con la recensione.
    Costruttivamente l’orologio in se è fatto bene, ma le colorazioni nere perdono il colore quasi guardandole (ho avuto 2 unità, una arrivata danneggiata e la seconda dopo una settimana di utilizzo normale ha perso il colore nei punti di attrito più comuni). Il cinturino in dotazione è di qualità scarsa, “invecchia” immediatamente ed inizia ad ingrigirsi praticamente subito.
    Il problema più serio non è l’assenza del gps, ma un contapassi che conta i passi un po’ come gli fa più comodo e sovrastima di un buon 10%-15% i passi fatti, alla lunga può essere fastidioso.
    Ci sono problemi di stabilità della connessione con il dispositivo, a volte capita che si disconnetta o che, nonostante sia connesso, non si sincronizzi col dispositivo facendo perdere le notifiche.
    Buona la dettatura vocale per la risposta ai messaggi (possibile anche su whatsapp con android), ma oltre a quello alexa non capisce assolutamente mai i comandi impartiti.
    In compenso hanno una piattaforma software che è tanta roba.