8.5

Recensione Creative Outlier One: cos’altro volete per 20€?

Giuseppe Tripodi -




Recensione Creative Outlier One

Gli auricolari wireless sono sempre più comuni e, sempre più spesso, vanno a sosistuire cuffie cablate, specialmente in particolari occasioni: personalmente, non tornerei mai a dei modelli con filo, specialmente per quando mi sposto in bici o vado a correre.

Tuttavia, ancora non è fare trovare modelli economici che valga davvero la pena acquistare ad occhi chiusi, e chi vuole spendere pocco si trova combattuto tra affidarsi a marchi e modelli sconosciuti o alzare (di parecchio) il budget a disposizione. Ma queste Creative Outlier One potrebbero esssere la soluzione: costano meno di 20€ e hanno tutte le carte in regola per diventare gli auricolari di riferimento per chi vuole solo un paio di cuffiette per lo sport e non solo.

8.0

Confezione

All’interno della piccola confezione, oltre le cuffiette, troviamo un piccolo sacchetto in tessuto sintetico in cui riporle, un cavetto USB-microUSB, due paia di gommini aggiuntivi, una clip per fissare gli auricolari e una coppia di alette con cui, eventualmente, sostituire gli inserti in silicone applicati di default (spiego meglio di cosa si tratta nel paragrafo successivo).

Una dotazione decisamente interessante, soprattutto considerando il prezzo.

7.7

Costruzione e Comodità

Queste cuffie sono realizzate in plastica e non spiccano per design ricercato (anzi), ma hanno tutto quel che serve: due auricolari collegati da un filo e con un telecomando in mezzo.

Come già accennato, sugli auricolari troviamo non solo i classici gommini (disponibili in tre dimensioni), ma anche un inserto in silicone che serve a far spessore e mantenere le cuffie ben salde dentro le orecchie. Mi rendo conto che possa sembrare un’idea un po’ spartana, ma devo dire che è una soluzione semplice ma funzionale: gli auricolari stanno ben saldi alle orecchie e l’inserto filtra moltissimo il rumore, contribuendo all’ottimo isolamento acustico di queste cuffie. E chi non dovesse trovarsi bene con questa soluzione può sempre passare alle alette.

Come sempre, la comodità è un fattore estremamente personale, ed è difficile dare un giudizio univoco, ma credo che nel complesso queste Outlier One siano abbastanza confortevoli. Probabilmente non sono gli auricolari in-ear in assouto più comodi che mi sia capitato di provare, ma durante le settimane di test le ho indossate tutti i giorni per ore e ore e non ho mai provato eccessivi fastidi.

Tra le altre note positive segnaliamo il cavo piatto, che evita (o almeno riduce) spiacevoli aggrovigliamenti, ma anche la resistenza agli schizzi (certificazione IPX4), che vi permette di indossarle senza preoccupazioni durante gli allenamenti o sotto la pioggia.

Il telecomando, che contiene i tre tasti, la batteria, l’ingresso microUSB per la ricarica e tutto il resto, è leggermente ingombrante (ha uno spessore di circa 1,5 cm), ma non credo che questo possa rappresentare un problema per qualcuno, specialmente considerando che la lunga autonomia ripagherà ogni dubbio in merito al design.

8.0

Funzioni e qualità audio

Il suono di queste Creative Outlier One mi ha piacevolmente stupito: intendiamoci, ovviamente non sono cuffie per chi cerca una qualità audio impeccabile, ma per 20€ mi aspettavo molto peggio. Tutto sommato, il suono è abbastanza gradevole: i bassi tendono ad essere leggermente preponderanti, ma senza mai sovrastare completamente le altre frequenze. Considerando che si tratta di cuffiette che molti useranno per lo sport, una presenza importante dei bassi non è male per dare il ritmo. In ogni caso, le frequenze medie sono comunque molto piacevoli, mentre gli alti risultano un po’ spenti rispetto al resto. Nel complesso, comunque, non mi sarei potuto aspettare di meglio considerando il prezzo.

Inoltre, l’isolamento acustico è davvero ottimo: una volta indossate le cuffiette e avviata la musica, già a metà volume smetterete di sentire i suoni che provengono dal mondo esterno. A seconda di come vogliate utilizzarle, questo può essere più o meno conveniente: è un gran pregio per allenarsi in palestra, ma fate attenzione ad ascoltare musica con queste Outlier One se vi trovate in bici in una strada trafficata.

Anche l’autonomia è molto buona: Creative dichiara 9 ore e mezza e dalle prove di ascolto, sempre circa a metà volume, direi che la stima è abbastanza attendibile. Le cuffie si ricaricano via microUSB: ovviamente l’USB-C sarebe stata una scelta preferibile per noi, ma non si può chiedere tutto.

Gli auricolari si collegano allo smartphone tramite Bluetooth 4.1 e la connessione è risultata sempre molto stabile: nelle settimane di test, non ho mai avuto un problema di disconnessione.

Passando invece agli aspetti negativi, purtroppo con queste cuffie non è possibile richiamare gli assistenti vocali: niente Siri o Google Assistant, quindi, anche perché tenendo premuto sul tasto Play gli auricolari si spengono (o accendono). Per andare avanti o indietro di canzone, invece, basta taner premuto i tasti Volume + o Volume -.

Infine, purtroppo anche la qualità del microfono è abbastanza mediocre: sufficiente per effettuare chiamate nel silenzio di casa, ma provando ad usarlo all’esterno probabilmente riceverete (legittime) critiche dal vostro interlocutore.

9.0

Prezzo

Le Creative Outlier One attualmente costano 19,99€ su Amazon: difficile chiedere un costo più basso per auricolari del genere. Il rapporto qualità/prezzo è davvero ottimo.

Foto

Giudizio Finale

Creative Outlier One

8.5

Creative Outlier One

Le Creative Outlier One sono un best buy per rapporto qualità/prezzo: con 20€ avrete dedegli auricolari Bluetooth con una buona autonomia, qualità sonora discreta, ottimo isolamento acustico e resistenza agli schizzi. Perfette per chi cerca delle cuffiette per lo sport o per la vita quotidiana, da portarsi sempre dietro senza troppi pensieri.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Buona autonomia
  • Resistenza agli schizzi (IPX4)
  • Qualità sonora discreta
Contro
  • Niente assistenti vocali
  • Microfono mediocre
  • Design anonimo
  • Josh

    Avete provato anche le Creative Outlier ONE Plus? Il lettore musicale integrato da 4 GB è una bella trovata secondo me, comodo quando non si vuole portare il telefono con se.