8.7

Recensione Apple Watch series 5: ormai un’icona (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Apple Watch series 5

Avevo scritto chiaramente nel titolo della recensione di Apple Watch series 4 che quello era il miglior smartwatch in assoluto e quindi lo era ancora di più per chi stava cercando un orologio intelligente da abbinare ad un iPhone. Mi sono allora domandato, in un mercato che in un anno è cambiato pochissimo, cosa ci fosse da dire sul nuovo Apple Watch series 5 che stavo provando ad qualche settimana. Perché diciamocelo: il prodotto è quasi identico e l’esperienza d’uso non è mutata molto. Ci sono però delle differenze e allora ho voluto soffermarmi su quelle.

LEGGI ANCHE: Recensione Apple Watch 4

Apple Watch series 5 è ancora disponibile in due dimensioni (40 e 44 millimetri) ed è ancora realizzato nella variante con e senza LTE, chiamate da Apple rispettivamente GPS e GPS+Cellular. Noi abbiamo provato il 44 millimetri GPS+Cellular in acciaio inossidabile con cinturino in maglia metallica. Uno dei punti di forza del prodotto è però indubbiamente il suo potersi adattare a qualsiasi portafoglio e a qualsiasi gusto estetico.

Andiamo dritti al sodo: la quinta generazione di Apple Watch ha una grande vera novità: il supporto all’always-on display. Poiché la batteria è sostanzialmente invariata, Apple ha utilizzato un altro “trucco” per non compromettere l’autonomia con un display sempre acceso. Il nuovo pannello di Apple Watch ha infatti un refresh rate variabile, che dai 60 Hz dell’utilizzo può scendere fino al singolo aggiornamento al secondo quando l’orologio non è utilizzato. È per questo che le informazioni si aggiornano anche in modalità “always on” ma con un aggiornamento non in tempo reale. L’attivazione con il polso ha sempre funzionato egregiamente e continua a funzionare egregiamente, ma adesso Apple Watch è a prova di bomba, permettendovi di sbirciare l’ora anche in contesti in cui ruotare il polso per guardare l’orologio non è elegante (“ma tu guarda quello, sempre di fretta”). Questo vale anche durante l’attività fisica dove i dati vengono sempre mostrati (seppur semplificati) sul display dell’orologio.

Interessante l’implementazione di sicurezza per quanto riguarda le notifiche: se dopo aver dato una rapida occhiata all’orologio si allontana il polso la notifica verrà oscurata, così che gli altri attorno a noi non possano leggerla, quando prima invece lo schermo semplicemente si spegneva e il problema era quindi inesistente. Un’attenzione che abbiamo apprezzato e che nessun altro orologio in commercio sembra avere.

Come impatta questa autonomia sull’orologio? In realtà poco. Se Apple Watch era un orologio da caricare ogni notte, ma che vi portava comunque a fine giornata, questo non è in realtà cambiato. È anche per questo, a nostro parere, che Apple Watch (assieme a Wear OS) è uno dei pochi dispositivi che non ha integrata una funzione di tracciamento del sonno.

Il resto è ancora tutto al suo posto: Siri, l’ottima gestione delle notifiche, le chiamate in vivavoce (o con gli auricolari Bluetooth), il tracciamento del fitness, l’ECG, il rilevamento di caduta e gli esercizi di respirazione. E se ancora vi bastasse potete comunque scaricare nuove app direttamente dall’orologio. Ci sono in realtà altre due novità minori che “subdolamente” migliorano l’esperienza d’uso: la bussola digitale e gli avvisi di rumore eccessivo.

Apple Watch series 5 è disponibile a partire da 459€ per la variante sport da 40 millimetri e da 489€ per la variante da 44. Si sale di 100€ per la versione con connettività 4G. Si sale poi ancora per i modelli in acciaio, titanio e ceramica.

Giudizio Finale

Apple Watch series 5

8.7

Apple Watch series 5

Apple Watch series 5 è lo smartwatch migliore in circolazione. E diciamo questo nonostante continuiamo a non essere convinti dal design (che è però iconico e permette di "ribaltarlo") e nonostante l'autonomia di un solo giorno. Se avete un iPhone è quasi sicuramente la scelta da fare. Se non avete un iPhone, questo potrebbe essere l'orologio che vi spingerà a comprarne uno.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo display
  • Software pratico e ricco di funzioni
  • Comodo always-on
  • Ancora compatibile un una moltitudine di cinturini
Contro
  • Autonomia che non arriva a due giorni
  • Niente tracciamento del sonno
  • Non ci sono quadranti di terze parti
  • Prezzo più alto della concorrenza

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina MobileWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • PAOLO ZANNATO

    Stranissimo in ambito android non ci sia nessuno che lo abbia copiato nellle funzionalità. Praticamente un monopolio Apple. In Android bisogna accontentarsi.
    Pro: tutti tranne uno.
    Contro: uno ed uno solo, irrisoria durata della batteria. Tutti gli altri contro sono superabili.