Recensione Amazfit Verge: il più completo (foto e video)

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Amazfit inizia ad essere un brand sempre più famoso e conosciuto nel mondo degli wearable e per una ragione. I suoi prodotti ad oggi non hanno sbagliato un colpo (vedi le nostre recensioni) e l'essere accostati al brand Xiaomi ha sicuramente aiutato nella diffusione. L'azienda che li produce si chiama in realtà Huami e questo suo ultimo Amazfit Verge è un prodotto nuovo, che perde il display transflective per andare incontro maggiormente all'utente medio e il risultato è notevole.

PRO

  • Economico
  • Ottima autonomia
  • Bel display
  • Completo

CONTRO

  • Non si può rispondere alle notifiche
  • L'audio poteva essere più alto
  • Non supporta il nuoto

Aggiornamento 14/02/2019

Abbiamo riprovato la versione italiana di Verge e abbiamo quindi deciso di aggiornare questa recensione con le nuove informazioni.

Confezione

La confezione è classica: all'interno troviamo l'orologio con già il cinturino agganciato e il cavo con base di ricarica. L'aggancio è abbastanza comodo, seppur non possa essere tenuto "in piedi" durante la ricarica.

Costruzione e vestibilità

Amazfit Verge è più grande di un Amazfit Bip, ma decisamente più piccolo dei Pace e Stratos da cui deriva. Questo è un vantaggio non da poco, visto che i precedenti modelli avevano l'indubbio problema di essere comunque di importanti dimensioni. È anche estremamente leggero, ma è anche interamente realizzato in plastica, rendendolo di sicuro meno resistente sul lungo periodo. Il cinturino in gomma è comodo ed è intercambiabile. Il design è moderno e un po' meno vistoso dei predecessori, ma comunque con alcuni tocchi tipicamente sport come i 4 tratti rossi sulla parte frontale. A mio giudizio rimane un prodotto ancora molto votato al pubblico maschile. Sulla parte inferiore troviamo il sensore di battito cardiaco (preciso) e sul lato destro un tasto arancione per riattivare lo schermo o tornare alla home. Lo smartwatch è resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68.

Hardware

Dal punto di vista hardware questo Verge non vuole rinunciare a nulla. Abbiamo una CPU dual core, 512 MB di RAM, 4 GB di memoria interna e una buona connettività. Abbiamo il Wi-Fi monobanda, il Bluetooth 4.2, il GPS e anche il GLONASS. È presente anche l'NFC, seppur non sia ancora sfruttabile nella versione internazionale. La grande novità è sicuramente la presenza di microfono e speaker che permettono di fare conversazioni telefoniche direttamente dall'orologio, sempre che questo sia connesso allo smartphone.

Display

Amazfit Verge è dotato di un display da 1,3 pollici con risoluzione di 360 pixel di diagonale. È ovviamente quindi uno schermo circolare (senza interruzioni) ed è realizzato in tecnologia AMOLED, garantendo colori sempre molto intensi e massima visibilità. Perde il display transflective che ne garantiva la visibilità anche in stand-by, ma considerando la possibilità di attivare una modalità a basso consumo anche a schermo bloccato noi appoggiamo questa soluzione, garantendo un display decisamente più chiaro e brillante durante l'utilizzo. In più la luminosità è automatica e si può regolare finemente la sua intensità. È possibile poi attivare o disattivare l'always-on e l'attivazione con il movimento del polso in base all'orario.

Software

Il software italiano è già maturo. In futuro potrebbe arrivare anche Alexa come assistente vocale. La cosa che stupisce di questo software è la maturità sotto molti aspetti, dalla parte fitness, alle impostazioni, arrivando fino alle notifiche. L'unico difetto è forse proprio in questo ambito, dove manca la possibilità di rispondere alle notifiche, che per il resto arrivano rapidamente e sono molto chiare e leggibili. Dal punto di vista fitness abbiamo il riconoscimento automatico dell'attività fisica (al momento solo camminata e corsa), il tracciamento del sonno e il battito cardiaco tracciato durante tutta la giornata. In più abbiamo gli avvisi di sedentarietà.

Se vorrete avviare un'attività fisica potrete scegliere fra camminata, corsa, bici, corsa indoor, bici indoor, salto della corda, ellittica, scalata, trial, sci, tennis e calcio. Non è previsto invece il nuoto. Per le sessioni all'aperto potrete tracciare il percorso e attivare obiettivi e avvisi (anche vocali). I dati vengono mostrati in modo molto completo direttamente dall'orologio e nel mio caso ho utilizzato l'applicazione solo di rado e solo per essere sicuro che tutti i miei dati venissero salvati (ho perso varie sessioni resettando l'orologio senza ricordarmi di fare prima il backup aprendo l'app).

È possibile poi controllare la musica (o anche trasferirla sull'orologio), impostare sveglie, timer, cronometri e avere informazioni sul meteo. I 10 quadranti sono poi molto belli e ricchi di informazioni (quelli digitali). Tutti mettono poi in risalto la bontà del display.

Autonomia

La batteria da 390 mAh riesce a garantire una media di 7 giorni di batteria, con un minimo di 5-6 giorni con l'always-on attivo e l'orologio sempre acceso anche di notte. Il risultato è veramente notevole e conferma il buon lavoro di ottimizzazione del software portato avanti da Huami anche in questo Verge.

Prezzo

Amazfit Verge è venduto in Italia a 159€, un prezzo molto interessante se pensiamo anche alle cifre a volte chieste dai concorrenti.

Foto

Giudizio Finale

Amazfit Verge

Amazfit Verge è uno dei migliori smartwatch in commercio. Non avrà l'integrazione Android come Wear OS, ma è uno dei prodotti più bilanciati in termini di dimensioni, autonomia, funzionalità smart, parte fitness e dimensioni. Il prezzo poi è ottimo.

Sommario

Confezione 7

Costruzione e vestibilità 8.5

Hardware 9

Display 9

Software 9

Autonomia 9

Prezzo 8.5

Voto finale

Amazfit Verge

Pro

  • Economico
  • Ottima autonomia
  • Bel display
  • Completo

Contro

  • Non si può rispondere alle notifiche
  • L'audio poteva essere più alto
  • Non supporta il nuoto

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.

Commenta