Recensione Amazfit GTR 3 Pro: con il nuovo Zepp OS

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Amazfit GTR 3 Pro

Amazfit rinnova la sua linea di prodotti e non solo: cambia il logo, le confezioni e anche il sistema operativo che adesso è Zepp OS.

PRO

  • Buona autonomia
  • GPS presente
  • Bel display
  • Design elegante

CONTRO

  • Non si può rispondere alle notifiche
  • Niente pagamenti NFC
  • Bug sull'attivazione di Alexa

Confezione

La nuova e colorata confezione di Amazfit contiene all'interno come sempre lo stretto necessario. Parliamo dell'orologio e del cavo di ricarica con connettore USB integrato. Speriamo in futuro di vedere connettori USB-C e magari cavi un po' più lunghi.

Costruzione e Vestibilità

Il nuovo Amazfit GTR 3 Pro ha un design minimale e ancora riconoscibilmente Amazfit. La scocca è realizzata in lega di alluminio e abbiamo due tasti fisici sul lato destro dell'orologio. Una delle novità è il fatto che la rotella più in alto può essere ruotata per scorrere nei menù. Il feedback alla vibrazione è discreto, seppur non perfetto. In ogni caso è comoda e ci siamo trovati ad utilizzarla più di quanto non ci saremmo aspettati.

I cinturini in dotazione in gomma sono molto comodi e hanno dimensioni e aggancio standard per poter essere stostituiti senza problemi a piacimento.

Hardware

GTR 3 Pro è indubbiamente un ottimo smartwatch dal punto di vista dell'hardware. È vero, manca l'NFC ma per il resto è molto completo. Abbiamo il GPS con GLONASS e Galileo, un nuovo BioTracker PPG 3 per il battito cardiaco e l'ossigenazione del sangue e ovviamente il Bluetooth. Molto apprezzata la presenza di microfono e speaker, che permettono di fare telefonate direttamente al polso (sempre se connessi allo smartphone tramite Bluetooth). Non conosciamo gli altri dati dell'hardware interno ma c'è comunque una memoria interna che permette di trasferire musica direttamente nell'orologio.

Display

GTR 3 Pro è dotato di un ampio display da 1,45 pollici di diagonale. Si tratta di un bell'AMOLED che copre ben il 70,6% della superficie frontale, andando a ridurre le cornici al minimo. Con i quadranti neri l'effetto è notevole con il quadrante stesso che si "fonde" con la cornice esterna. Lo schermo può avere una luminosità massima fino a 1000 nit e lo schermo supporta anche l'always-on, decidendo un tema o lasciando che questo segua il quadrante selezionato.

Software

L'orologio arriva con Zepp OS, un nuovo sistema opertivo per smartwatch, comunque molto familiare, ma decisamente potenziato. Tenendo premuto sul quadrante si accede alla lista dei quadranti disponibili. Ce ne sono già 15 animati e altri scaricabili direttamente dall'app per smartphone, che rimane Zepp.

Scorrendo verso il basso si accede alle scorciatoie, mentre verso l'alto alle notifiche. Queste sono molto complete, includono l'icona dell'app che le ha generate e anche le emoji, ma purtroppo ancora una volta non c'è modo di generare nessun tipo di notifica. Indubbiamente qualcosa su cui Amazfit dovrà per forza lavorare nei prossimi mesi e anni.

Lateralmente abbiamo invece i widget personalizzabili, sempre più completi e che mostrano ad una rapida occhiata già un gran numero di dati. C'è poi una sorta di pagina raccoglitore che scorrendola in verticale vi riporta gli ultimi dati raccolti, oltre a scorciatoie per creare nuove sveglie o richiamare Alexa. Perchè GTR 3 Pro integra all'interno anche Alexa. Per un bug siamo riusciti a configurarlo solo da iPhone, ma pensiamo che verrà sistemato a breve. Alexa vi permette di avere risposte rapide alle vostre domande o di controllare la vostra domotica. Purtroppo nonostante la presenza dello speaker non avrete un feedback vocale.

Tra le impostazioni potrete decidere di attivare o disattivare la modalità non disturbare (anche automatica), il display sempre attivo, la modalità cinema e potrete cambiare le scorciatoie rapide dai tasti fisici. Completissima la parte dell'attività fisica con ben 150 sport, di cui 8 con attivazione automatica in caso di rilevamento. Il tracciamento dei dati è sembrato molto preciso, in linea con i migliori prodotti di questo tipo (ma comunque inferiori a prodotti specifici per lo sport). Il GPS è rapidissimo ad agganciare il segnale ed è anche preciso, anche se in città fatica fra i palazzi alti fatica un po' di più a creare una traccia precisa.

Dal punto di vista della salute possiamo tracciare non solo il battito cardiaco 24 ore su 24, ma anche l'ossigenazione del sangue e lo stress, che però per evidenti limiti tecnici raccoglieranno misurazioni valide solo quando non siamo in movimento. In automatico viene tracciato anche il sonno e allo stesso modo riceverete notifiche di inattività. Le funzionalità aggiuntive si sprecano: misurazione della temperatura della pelle, meteo, sveglia, calcolatrice, orari di alba e tramonto, bussola, altimetro, tracciamento del ciclo mestruale, controllo della fotocamere e pomodoro timer.

Le app si possono installare anche tramite il software per smartphone, ma al momento sono solo piccole utility di Amazfit, come il timer per lavarsi i denti. Dalle impostazioni potrete poi scegliere fra 3 temi delle icone differenti.

L'applicazione per smartphone non cambia. È sempre Zepp e raccoglie tutte i dati di cui avrete bisogno, con particolare attenzione al benessere e al valore PAI, che indica il vostro stato di allenamento nel tempo e non solo nel giorno in corso. Sempre da questa applicazione potrete poi scaricare gratuitamente nuovi quadranti.

Autonomia

La batteria di questo Amazfit GTR 3 Pro dovrebbe garantire 12 giorni di autonomia con una singola carica. Dai nostri test e con il nostro utilizzo si è attestato attorno a i 6-7 giorni, tenendolo acceso anche di notte e tenendo attivo sia un quadrante animato e sia l'always-on display. Un risultato decisamente buono per la media degli smartwatch in commercio.

Prezzo

Amazfit GTR 3 Pro viene venduto a 199€, un prezzo ancora accettabile per uno smartwatch completo come questo, ma non stracciato come qualcuno avrebe potuto aspettarsi. Sicuramente guadagnerà prestigio e interesse con qualche sconto e offerta nel corso dei mesi. Per questo vi invitiamo a seguirci nel canale telegram delle offerte.

Canale Telegram Offerte

Foto

Giudizio Finale

Amazfit GTR 3 Pro

Amazfit GTR 3 Pro è un buon punto di ripartenza per la nuova Amazfit e il suo Zepp OS. Questo dispositivo è estremamente completo e non solo. È elegante, ha un'ottima autonomia e un bel display. Adesso però è tempo di abilitare una funzione di risposta alle notifiche.

Sommario

Confezione 7

Costruzione e Vestibilità 8.5

Hardware 8

Display 8.5

Software 8.5

Autonomia 8

Prezzo 7.5

Voto finale

Amazfit GTR 3 Pro

Pro

  • Buona autonomia
  • GPS presente
  • Bel display
  • Design elegante

Contro

  • Non si può rispondere alle notifiche
  • Niente pagamenti NFC
  • Bug sull'attivazione di Alexa

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.

Commenta