9.0

Amazfit Bip, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Amazfit Bip

Amazfit è il brand dietro a tutta una serie di prodotti indossabili di successo spesso associati al marchio Xiaomi. Questo è successo non per caso, visto che Xiaomi è l’azienda “cappello” che in Cina finanzia progetti di vario tipo fra cui anche i vari Amazfit di Huami. Scopriamo oggi Bip, uno smartwatch di successo e in circolazione già da un paio di mesi che ha già spopolato in rete grazie al suo prezzo stracciato.

LEGGI ANCHE: Migliori smartband

Confezione

La confezione di questo smartwatch contiene al suo interno l’alimentatore e l’orologio stesso. L’alimentatore è magnetico, ma al contrario dei concorrenti l’orologio non va semplicemente poggiato sulla base, ma piuttosto bisogna incastrarcelo dentro. In questo modo si eviterà di farlo sganciare per errore, ma allo stesso tempo non potrete sganciarlo e agganciarlo al volo. Poco male. Il cavo è purtroppo saldato alla base: questo vuol dire che se il gatto vi dovesse rovinare il cavo dovrete cambiare tutto (o riparare il cavo da voi).

8.0

Costruzione e vestibilità

Amazfit Bip è realizzato in plastica e questo gli permette di mantenersi così leggero (e anche così economico). Bip pesa infatti solo 32 grammi che lo rendono in sostanza lo smartwatch più leggero in circolazione (oltre il defunto Pebble). Il design è semplice ed è una via di mezzo fra un vecchio Casio (sì, quelli tornati di moda di recente) e un Apple Watch. Ha infatti una forma squadrata e un design quasi un po’ retrò (accentuato da quella che riteniamo essere l’unico quadrante veramente gradevole). Il cinturino è standard da 20 millimetri e quello che viene fornito in dotazione è in silicone. Un po’ economico al tatto e alla vista ma comunque funzionale e che, nonostante il materiale, non si rovina troppo facilmente.

È anche impermeabile e resistente alla polvere secondo lo standard IP68. Come avrete capito al polso questo Bip non lo sentirete neanche ed è quindi il compagno perfetto per tutti quelli che non utilizzano gli orologi perché troppo grandi o troppo pesanti. Come metro di paragone possiamo dire che è come indossare un Pebble (ed ha anche lo stesso peso).

7.5

Hardware

L’hardware di questo Bip è insignificante. Questo non vuol dire che non sia adeguato, ma semplicemente che è così semplice che non abbiamo la scheda tecnica di tutti i componenti. Abbiamo sicuramente il Bluetooth low enegery (che mantiene la connessione sempre saldamente) e un lettore di battito cardiaco che fa bene il suo lavoro. Non c’è un microfono e non c’è uno speaker. Funziona bene anche la vibrazione.

8.0

Display

Il display è sicuramente uno dei punti forti del dispositivo. È un piccolo display transflective da 1,28 pollici con risoluzione 176 x 176 pixel, quindi comunque niente di eccezionale, ma quanto basta per leggere i piccoli testi che vi compaiono dentro. Anche le watchface appaiono un po’ sgranate ed è per questo che abbiamo scelto il finto orologio digitale come quadrante definitivo. Lo schermo è quindi perfettamente visibile con la luce solare come si vede anche alla perfezione con poca luce grazie al sensore di movimento che attiva la retroilluminazione quando necessario. Questa illuminazione è abbastanza potente da farsi notare al cinema: meglio impostare manualmente la modalità non disturbare.

9.0

Software

Il software dell’orologio è molto semplice ma allo stesso tempo abbastanza completo. Premendo il tasto laterale potrete iniziare ad interagire con lo schermo touch (altrimenti sempre disabilitato). Scorrendo verso l’altro potrete leggere le ultime notifiche. È presente l’icona e il nome dell’app che l’ha generata e il testo di anteprima (quello che in pratica potete vedere su Android senza espandere la notifica): non è moltissimo e in certi contesti può risultare un po’ confusionario (per esempio quando si ricevono più messaggi Whatsapp da contatti diversi), ma per il nostro utilizzo e le nostre aspettative ha comunque fatto centro. Potrete dare un’occhiata fugace allo schermo quando lo sentirete vibrare per una notifica. Scorrendo dall’alto verso il basso troverete il tasto per attivare la modalità non disturbare manuale, mentre scorrendo verso sinistra accederete alle varie applicazioni che in ordine sono: Stato, Attività, Meteo, Sveglie, Cronometro, Bussola e Impostazioni. All’interno troviamo la possibilità di cambiare i quadranti (non sono molti e molti non sono un gran che), la possibilità di impostare una funzione rapida per la pressione prolungata del tasto e la possibilità di aggiustare la luminosità della retroilluminazione. Dalla sezione di attività potete avviare un’attività a scelta fra corsa, tapis roulant, bici, oppure guardare lo storico e modificare le opzioni (come la pausa automatica, l’avviso di battito cardiaco, l’avviso sulla media e sulla distanza).

Di tutt’altro calibro l’applicazione per smartphone che è ancora una volta Mi Fit. L’applicazione offre una moltitudine di opzioni fra cui sbizzarrirsi. Appena aperta ci offre un rapido riepilogo dei passi giornalieri corredati da metri percorsi e calorie bruciate. La sincronizzazione è rapidissima nel momento in cui avviate l’applicazione e non abbiamo mai avuto a che fare con disconnessioni. Subito sotto i dati dell’ultima notte dormita, l’ultima attività, la cronologia del battito cardiaco, le variazioni di pese (queste da misurare manualmente o con la bilancia Xiaomi) e un riepilogo dei risultati dei giorni precedenti. Premendo sul riepilogo in alto accediamo ad un report estremamente completo della nostra attività fisica: ogni sessione di movimento (anche semplicemente una camminata fino al bar) verrà registrata e archiviata separatamente. Troviamo poi alcuni dati simpatici riepilogativi, come la media giornaliera, la benzina risparmiata spostandosi a piedi e i propri record personali (positivi e negativi).

Ci sono molte più informazioni quando invece analizziamo le sessioni di attività fisica singolarmente. In questo caso avremo i chilometri percorsi, il tempo impiegato, la velocità, le calorie bruciate e anche la traccia GPS del movimento. Questa è abbastanza precisa anche se il fix non è istantaneo e inizialmente la traccia si è mostrata un po’ scostata dalla realtà. Ci sono poi i dettagli che mostrano le informazioni sulla frequenza, il passo, il cambio di elevazione e le zone di frequenza cardiaca in cui ci siamo mossi. Abbiamo poi anche un riepilogo dei dati sulla velocità al chilometro e infine i grafici che ci mostrano le variazioni di velocità, frequenza cardiaca e altitudine. Sono più informazioni di quanto a volte offrano le app di altri marchi più famosi. È possibile poi direttamente dall’app iniziare una nuova attività e ne troviamo veramente tantissime. Tanto per dirne una c’è anche lavarsi i denti.

Dall’applicazione potrete configurare quali notifiche vorrete ricevere. C’è quella al risveglio con il riepilogo del sonno, gli avvisi per ricordarsi di verificare l’attività giornaliera alla sera, quelli di inattività e quelli del raggiungimento degli obiettivi di attività. E potrete poi anche configurare la notifiche di chiamata, degli SMS e delle app, scegliendo con precisione fra tutte le app che avete installate nel telefono. Come detto le notifiche non sono il massimo della leggibilità, ma sono utili quanto basta allo scopo. C’è poi la funzione per ritrovare l’orologio, per impostare le sveglie (attivabili poi direttamente dall’orologio) e la modalità non disturbare temporizzata per la disattivazione della retroilluminazione automatica. Chiudiamo con le impostazioni del meteo e la possibilità di riordinare i menù del telefono.

Ci sono molte app nel Play Store che possono sostituire Mi Fit per avere funzioni diverse e sopratutto per gestire diversamente le notifiche. Una delle più famose è Notify & Fitness, ma ricordiamo che in ogni caso non sarà più possibile utilizzare Mi Fit (che vi conviene disinstallare). L’orologio è con i menù in inglese e non avrete bisogno di cambiare la lingua del vostro telefono usando la versione 3.2 o successiva di Mi Fit. Al momento in cui scriviamo dovrete installare l’apk manualmente in quanto la versione sul Play Store non è ancora aggiornata.

9.5

Autonomia

La piccola batteria di questo Bip è poi un altro punto forte di questo smartwatch. Con il tracciamento del battito cardiaco a campione durante tutto il giorno riuscirete a fare senza particolari problemi 20 giorni di autonomia. Le singole sessioni di attività fisica abbattono la batteria di circa un 10% ogni ora, quindi decisamente meno di altri concorrenti, ma ovviamente incideranno molto sul risultato finale. Rispetto ai 20 giorni potrete aumentare ancora l’autonomia disattivando il tracciamento dei passi continuo.

9.0

Prezzo

Amazfit Bip ha un prezzo stracciato. Lo troviamo su Gearbest (spedizione dalla Cina, o da magazzino europeo se disponibile) e ha un prezzo di soli 58€, rendendolo uno degli smartwatch più economici, pur essendo uno dei più completi.

Foto

Giudizio Finale

Amazfit Bip

9.0

Amazfit Bip

Amazfit Bip è un prodotto quasi perfetto nel suo genere: batteria "infinita", impermeabile, software completo, nessuna disconnessione, schermo sempre visibile e app completa anche per il fitness. Il tutto condito da un prezzo stracciato. Certo la garanzia rimarrà un'incognita (per non dire peggio), ma a questo prezzo è veramente difficile chiedere di più.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Costa poco
  • Schermo sempre visibile
  • App ben fatta
  • Autonomia da record
Contro
  • Le notifiche sono un po' piccole e striminzite
  • Non c'è la lingua italiana (se non con degli "hack")
  • Qualità costruttiva un po' cheap
  • Srnicek

    Ottima recensione! Aggiungo che ormai anche la versione dell’app Mi Fit sul Play Store è aggiornata alla 3.2.4.

  • Nix87

    Spero mettano con una aggiornamento anche l’ID chiamante, che per me è l’unica mancanza rilevante, molto spesso il tel lo tengo lontano da me o dentro lo zaino…quindi sarebbe utile sapere chi ti chiama…poi con l’ultimo aggiornamento è passato alla lingua inglese in automatico, ma sinceramente era talmente facile ed intuitivo da usare che lo avevo lasciato anche in cinese, senza fare la traduzione all’italiano.

    • enialis

      hai provato qualche app alternativa, sulla mi band 2 aggiungono proprio questo tipo di funzioni…

  • lostinjericho

    Sarebbe tutto perfetto se si potessero utilzzare Mi Band 2 e uno tra Amazfit Pace o Bip in contemporanea…il primo è ottimo per tracking quotidiano, sonno e sveglia, mentre gli altri sono l’ideale per le sessioni sportive e da portare durante il giorno come orologio con notifiche.

    • PasquAle

      Io ho la Mi Band 2 e sto aspettando la consegna del Bip col quale la sostituirò, alla fine fa tutto quello che fa la Band e ne aggiunge altre di funzioni, quindi…

      • AiKA

        Vorrei fare lo stesso pure io. Mi fai sapere se e come riuscirai a sostituire i due senza azzerare le statistiche? Ci tengo molto alla mia serie positiva di obiettivi raggiunti XD

        • PasquAle

          Appena mi arriva ti farò sapere ma se non sbaglio è tutto sincronizzato con l’account Xiaomi di MiFit, però non ne ho certezza seppur ho già fatto un cambio da una mi band2 ad un’altra senza perdere le statistiche precedenti…

          • AiKA

            Ciao. Per caso hai già avuto modo di testarlo?

          • Alessandro Turba

            Passato da pochi giorni da mi band 2 a amazfit bip e… Un altro mondo.
            Tutto molto più bello e più smart.
            Ovviamente passi e sonno sono sincronizzate nell’account Xiaomi mi fit e non sono collegate al mi band.
            Prima di collegare il nuovo ricordati di scollegare il vecchio e sei a posto.
            Le notifiche si leggono tramite l’app Alert Bridge che toglie il limite delle sole 5 app selezionabili dall’applicazione mi fit ed è possibile personalizzarle, scartarle ad una ad una e leggerle senza quel fastidioso “hai 2 messaggi da 2 conversazioni” tipico di WhatsApp (o almeno per ora non mi è ancora capitato).
            Il tracciamento del sonno è davvero buono, al pari, o un filo meglio, di mi band 2 che ha comunque fatto egregiamente il suo lavoro in più di un anno e mezzo di vita.
            Tramite l’app amazfit bip watchfaces di uno sviluppatore italiano è possibile in qualche click cambiare a piacimento la watchface con una tra le centinaia proposte nell’app! Bellissima quella di super Mario! https://uploads.disquscdn.com/images/48586b1901ed7d1b2557340e5b6d2306c26da54d878b0508b61fb0e2c32be25e.jpg

            Se vuoi fare altre domande chiedi pure 😉

          • AiKA

            Ho un sacco di altre domande XD
            Per caso hai consigli da dare lato fw? Usi quello originale (lingua cinese o inglese?) o hai installato qualche versione alternativa?

          • Alessandro Turba

            Ciao! Allora io uso il Bip in inglese con il firmware originale al momento in versione v0.1.0.77 e con MiFit ovviamente in italiano versione 3.2.8.1 scaricata da APK mirror che ha aggiornato a quella versione il software del Bip.
            Sinceramente non sento il bisogno della lingua italiana, ci sono davvero 4 schermate in croce e si possono navigare tranquillamente in inglese senza stare ad armeggiare ogni aggiornamento.
            Per le notifiche mi sono affidato ad una applicazione di terze parti chiamata Alert Bridge che personalizza un po’ le notifiche e rimuove qualche piccolo scoglio dell’app ufficiale (tipo le 5 app massimo da cui si ricevono le notifiche) ed è possibile settare tra alcuni preimpostati badge di notifica (oltre a poterle leggere per intero e personalizzare come viene mostrata la notifica stessa (Badge applicazione, Nome app, Mittente, testo o in forma più semplice Badge applicazione, mittente, testo). Non ricordo se sia possibile di default ma è possibile eliminare anche una notifica per volta in questo modo con uno swipe verso sinistra e selezionando il cestino.
            Per le watch faces invece utilizzo Amazfit Bip Watchfaces che permette di avere una galleria abbastanza ampia di sfondi per l’orologio con varie personalizzazioni più o meno complete a seconda delle esigenze, per installarli basta scaricarli e tramite l’app MiFit sincronizzare la prima watchface in alto a sinistra (anche se la preview non è come la hai scaricata, ma fidati che funziona)
            Per il resto nessun accorgimento particolare, funziona benissimo, ottimo il DND mode automatico, anche attivabile tramite l’orologio in modo manuale.
            Buona la vibrazione che di giorno non fa perdere nessuna notifica a patto di tenerlo ancorato al polso, un po’ più stretto di un normale orologio anche perchè se no il battito cardiaco viene rilevato male.
            Il cinturino nonostante sia un po’ cheap è davvero molto comodo e non dà assolutamente nessun fastidio neanche dopo giorni di utilizzo.

            Se hai qualunque altra domanda chiedi pure!

          • Paske

            Per caso è possibile rispondere ai messaggi di whatsapp o messenger con la tastiera android wear?

          • Alessandro Turba

            Ovviamente no, lo schermo è minuscolo e non c’è modo di interagire con le notifiche se non leggendole o scartandole (eliminandole). Non avendo nemmeno android wear la vedo anche dura poter installare una tastiera o qualunque altra cosa extra non prevista dal software!

          • PasquAle

            Attesa estenuante! Sono passati 35gg dall’ordine e ancora non mi è arrivato! Spero in questa settimana…

          • PasquAle

            Arrivato finalmente! Ho disaccoppiato la miband2 e associato il bip e non ha azzerato nulla! =D

          • AiKA

            Fantastico! Ho appena letto un articolo su come installare il fw in italiano con una versione modificata del Mi Fit da Ilgruppotester, data la tua testimonianza positiva, mi sa che alla prossima buona occasione su GB mi butto sull’acquisto!

          • PasquAle

            Era questa anche una mi a intenzione ma alla fine è talmente basico che non necessita per forza del fw moddato italiano e rinunciare agli OTA col rischio anche di brick, è perfetto con la lingua inglese!
            Serve solo un app da affiancare a MiFit tipo Gadgetbridge o Amazfit Tools (quest’ultimo a pagamento ma con grande possibilità di personalizzazione), questo anche per mantenere la lingua inglese che altrimenti si reimposterebbe in cinese; In pratica la lingua dello smartphone dovrebbe essere impostata su inglese per avere il Bip in inglese, qualunque altra lingua impostata sullo smartphone implicherà il cinese sul Bip, e i tools che ti ho indicato “forzano” l’inglese sul Bip!

          • AiKA

            Questo particolare che il Bip torna in cinese mi era sfuggito. Ma il cambio lingua avviene ogni volta che si connette in BT (quindi sempre) o solo quando si aggiorna il fw da Mi Fit?

          • PasquAle

            alla “riconnessione”! esempio pratico: se imposti inglese su smatphone il Bip si imposta su inglese, poi imposti lo smartphone su italiano e il Bip resta in inglese fino a quando non perde la connessione bluetooth e si riconnette (quindi aggiorna le impostazioni della lingua sul Bip), ma ciò può capitare anche se MiFit viene killato dalla Ram e alla “riconnessione” con il Bip cambia la lingua!

            Comunque Gadgetbridge è un app scaricabile dal web (apk) assolutamente gratuitamente e già questo basta e avanza per l’uso quotidiano del Bip.

            Io con la MiBand2 già utilizzavo la Tools&MiBand con cui ero molto soddisfatto e passando al Bip ho rinnovato la fiducia allo stesso sviluppatore! =)

  • Marco

    Immagino che tra le caratteristiche non ci sia il controllo musicale vero?

  • sebatr

    Ottima recensione e confermo l’ottima fattura di questo smartwatch.
    Aggiungo un contro: é necessario andare sulla funzione Activity per aggiornare il valore dei battiti cardiaci nella Watchface (per le Watchfaces che mostrano i battiti cardiaci). Il valore non viene poi piú aggiornato finché non viene riaperta la funzione Activity. (i passi, le calorie e i kilometri percorsi vengono invece aggiornati regolarmente sulla Watchface senza nessuna operazione).

  • L0cutus

    quante sveglie sono impostabili ?
    Si possono impostare timers?
    Si possono impostare cronometri ?
    Grazie !

    • Alessandro Turba

      Io ho 5 sveglie e nessun problema, credo ce ne possano stare anche di più sulle varie pagine.
      Si possono impostare cronometro e conto alla rovescia senza problemi!

  • Supertecnico_

    Ho un Pebble Time, mi conviene passare a questo?

  • Miki

    Che differenza c’è tra la versione internazionale e quella inglese? Scusate l’ignoranza…grazie