WindTre dice stop ai servizi in abbonamento: dal 1 gennaio non più attivabili

WindTre dice stop ai servizi in abbonamento: dal 1 gennaio non più attivabili
Federica Papagni
Federica Papagni

A partire dal 1° gennaio 2022 WindTre non renderà più possibile attivare e utilizzare sulla sua rete i servizi VAS in abbonamento, ossia i servizi Premium a sovrapprezzo.

Questa notizia significa che anche coloro che attualmente richiedono lo sblocco per attivare questo tipo di servizi, dalla data sopra indicata non potranno più fruirne. Nella definizione dei servizi VAS in abbonamento, l'operatore cita il Codice di Condotta per l'offerta dei Servizi Premium.

Già in precedenza WindTre aveva reso disponibile il barring di default su tutte le SIM attivate a partire da 18 ottobre 2020, ad eccezione dei servizi di Carrier Billing, di SMS bancari, di quelli di mobile ticketing, televoto, charity SMS su numerazione 455 e quelli per le donazioni.

In un secondo momento nella pagina WindTre Informa era stata data comunicazione ai già clienti che avevano attivato una SIM prima del 18 ottobre 2020 circa questo blocco, previsto per il 18 gennaio 2021. L'informativa in questione era  denominata "Blocco Tecnico Attivazione Servizi VAS". 

Con l'avvicinarsi di quest'ultima data, l'informativa era stata modificata, specificando che il tutto sarebbe slittato in attesa di un provvedimento di AGCOM. In seguito alla pubblicazione della delibera AGCOM 10/21/CONS del 5 febbraio 2021, l'operatore si era poi adeguato e la data di entrata in vigore del blocco dei servizi a sovrapprezzo era stata fissata per il 21 marzo 2021.

Come però già avvenuto, anche in questo caso poco prima per i già clienti, WindTre aveva deciso di rinviare nuovamente il blocco, aggiornando l'informativa con la nuova data del 18 aprile 2021, a partire dalla quale il blocco è stato poi applicato a quel target di utenti.

Mostra i commenti