Fusione TIM e Iliad: la folle ipotesi della stampa francese

Ma sarà davvero tanto folle?
Fusione TIM e Iliad: la folle ipotesi della stampa francese
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Dalle colonne dell'autorevole quotidiano economico francese BFM Business si leva un'ipotesi che al momento potrebbe sembrare assurda, ma che sembra invece avere dei fondamenti "storici": Iliad e TIM potrebbero fondersi nel giro di 5 anni.

Tutto è partito dall'offerta del fondo KKR per TIM. Xavier Niel, Presidente di Iliad, è anche membro del fondo in questione, ed il suo sogno sarebbe proprio quello di ingrandirsi unendo Iliad ad un concorrente, ovvero TIM. In pratica Iliad sarebbe venduta a TIM in cambio di un aumento di capitale, il tutto, a spanne, entro i prossimi 5 anni.

Alla base di tutto ci sarebbe anche la rivalità tra Niel e Vincent Bolloré, il patron di Vivendi: i due si erano già dati battaglia per il controllo di TIM nel 2015, ed il passaggio attraverso il fondo KKR potrebbe dare a Niel la mano vincente che stava aspettando.

Fanta politica/economia o ipotesi reale? Del resto i precedenti ci sono, ma parliamo comunque di operazioni complesse, che riguardano grandi società, e con tanti anni nel mezzo: tutto potrebbe succedere, ma di certo se fino a pochi giorni fa ci avessero proposto l'ipotesi di una unione di qualche tipo tra i due operatori, avremmo riso di gusto; adesso invece, tutto considerato, e pensando anche a quanto frammentato sia il mercato in Italia, è quantomeno un'idea da non scartare a priori.

Mostra i commenti