Roaming UE più conveniente dal 1 gennaio 2022: ecco le novità

Roaming UE più conveniente dal 1 gennaio 2022: ecco le novità
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Il 2022 è sempre più vicino e con esso si avvicinano anche le novità previste dall'Unione Europea in merito all'accordo sul roaming telefonico. A partire dal nuovo anno il roaming per chi si muoverà all'interno dei paesi europei avrà delle comodità in più.

A partire dal 1 gennaio 2022 sono infatti previste le nuove misure per i bundle a disposizione del roaming europeo. L'accordo prevede infatti un progressivo incremento dei quantitativo di traffico dati disponibile senza sovrapprezzo quando ci si sposta in un paese europeo diverso da quello di residenza.

A partire dal 1 gennaio dunque si avrà a disposizione di un bundle di traffico dati più ricco rispetto a quanto avviene ora. In roaming UE si avrà a disposizione un quantitavo pari a:

Volume di GB = [importo della propria spesa mensile (IVA esclusa) / 2,5] x 2

La differenza rispetto a quanto era disponibile finora sta nel divisore dell'importo della spesa mensile. Fino al 31 dicembre 2021 ammonta a 3, mentre dal 1 gennaio 2022 scenderà a 2,5. In questo modo il quantitativo di traffico dati aumenterà del 20% rispetto alla precedente norma. Chiaramente il traffico dati risultante dalla formula non può superare l'intero quantitativo di GB a disposizione dal proprio operatore.

Gli accordi sul roaming europeo prevedono un progressivo aumento del traffico dati a disposizione. Fino al 30 giugno 2022 varrà la formula menzionata sopra, poi il divisore passerà a 2 con un incremento del traffico dati pari al 25%, per poi arrivare al 1 gennaio 2027 quando il divisore passerà a 1.

Nell'ambito dello stesso accordo, anche la tariffa applicata in caso di superamento dei GB a disposizione in roaming verrà progressivamente ribassata fino al 1 gennaio 2027.

Commenta