iFixit non ha resistito a smontare il kit per l'auto riparazione dei dispositivi di Apple

iFixit non ha resistito a smontare il kit per l'auto riparazione dei dispositivi di Apple
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

A novembre dell'anno scorso, Apple aveva annunciato il programma di auto riparazione (Self Repair Program), che prevede la possibilità di riparare da soli i dispositivi della mela utilizzando pezzi di ricambio, manuali e persino gli strumenti ufficiali (tramite noleggio) dell'azienda.

Amazon Prime Day

Ad aprile il programma è partito ufficialmente negli Stati Uniti per gli iPhone e alcune testate lo avevano immediatamente testato, rilevando il basso costo di noleggio del kit (49 dollari per un kit del valore di 1.200 dollari), la spedizione gratuita (in perdita, visto il peso delle due custodie, 35 kg) e il fatto che sia necessario avere una certa manualità per effettuare un lavoro decoroso. In totale, molti avevano convenuto sul fatto che Apple contasse sulle difficoltà dell'operazione per uno scarso successo di pubblico della campagna, più di scena che altro.

iFixit ha ovviamente subito colto l'occasione per comprare il kit di riparazione base (587,35 dollari), composto da

  • pressa per lo schermo
  • pressa per la batteria 
  • dispositivo riscaldato per la rimozione del display

per smontarlo e vedere com'è fatto dentro. 

Il video mostra come gli strumenti siano finemente ingegnerizzati, soprattutto la pressa per lo schermo, particolarmente fluida. La pressa per la batteria è invece più "noiosa", probabilmente utile a "prevenire cause legali", mentre il dispositivo riscaldato per la rimozione del display è piuttosto complicato ed è dotato dello stesso cavo di alimentazione dell'iMac, oltre che di uno schermo tecnicamente touchscreen ma con il touch disabilitato.

Ricordiamo che al momento il programma non è ancora attivo in Europa ma dovrebbe arrivare presto.

Mostra i commenti