Ogni anno il nuovo iPhone è quello più potente di sempre (ma di poco)

Ogni anno il nuovo iPhone è quello più potente di sempre (ma di poco)
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Un nuovo interessante grafico creato dall'analista di Creative Strategies Ben Bajarin mostra i miglioramenti nelle prestazioni single-core che iPhone ha ottenuto ogni anno dal chip A7 dell'iPhone 5S al chip A15 dell'iPhone 13. La crescita è continua, ma come si può notare il gap tra la potenza del nuovo modello e quello vecchio si sta man mano riducendo con il passare degli anni.

Questa tendenza al ribasso si può notare dal chip A9 in poi. L'analisi sembra poi confermare che la scelta migliore sarebbe quella di aggiornare il proprio smartphone della mela ogni tre o quattro anni, in modo tale da beneficiare del raddoppio delle prestazioni.

"Per le aziende di semiconduttori puri, il chip è il prodotto. Per Apple, il chip è solo una parte del prodotto, ma una parte critica dell'esperienza del prodotto. Questa sottile differenza permette ad Apple di prendere decisioni legate all'architettura diverse. Ho trovato questa linea sul sito web di Apple che spiega la stretta integrazione dei team di hardware, software e dimostra il modo unico in cui tutti i gruppi collaborano.

"Ciò che è veramente unico in Apple è che non partiamo semplicemente con un chip superveloce e costruiamo funzioni intorno ad esso. Invece, iniziamo con un'idea su una grande esperienza che vorremmo che tu avessi, e poi lavoriamo tutti insieme per portarla in vita".

Questo punto sottile viene spesso trascurato in mezzo ai discorsi sulle prestazioni dei processori di Apple [...] L'approccio di progettazione integrata del prodotto di Apple di hardware, software e semiconduttori ha portato a molti dei progressi nella fotocamera, durata della batteria, AI, prestazioni di acquisizione video, e anche ProMotion su iPhone 13 Pro. Apple ha un lusso che altre aziende di semiconduttori non hanno. Mettono a punto la loro architettura e il design del processore specificamente per l'iPhone e la caratteristica che vogliono che l'iPhone abbia.

Questo permette loro di spendere il loro budget di transistor sulle caratteristiche invece che sulle prestazioni pure."

da Ben Bajarin
Via: 9to5mac

Commenta