Sony presenta il suo innovativo sensore fotografico: più luminoso ma non più grande

Sony presenta il suo innovativo sensore fotografico: più luminoso ma non più grande
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Sony è uno dei produttori di leader di componenti fotografici per i dispositivi mobili e ha appena annunciato un'importante novità che riguarda appunto le fotocamere per smartphone.

Nell'ambito dell'evento International Electron Devices Meeting di IEEE, l'azienda nipponica ha illustrato l'innovativa soluzione che ha sviluppato per i sensori fotografici mobili. Si tratta di una nuova tipologia di sensore fotografico che differisce dalle attuali in commercio per la disposizione dei substrati di pixel e di fotodiodi. I pixel sono infatti l'unità che acquisisce la luce nei sensori fotografici, mentre i fotodiodi si occupano della conversione della luce in segnale elettrico, uno step fondamentale nella conversione da analogico a digitale del segnale luminoso.

In questa innovativa soluzione i due substrati sono separati e disposti sostanzialmente uno sopra l'altro. Questo permette al substrato dei pixel di catturare una maggiore quantità di luce, non andando a incrementare le dimensioni del sensore. Questo si traduce, nella pratica, in immagini che avranno un range dinamico più ampio, una minor quantità di rumore e più luminosità a parità di condizioni ambientali di scatto rispetto agli attuali sensori sul mercato.

Inoltre, grazie al fatto che questi nuovi sensori CMOS hanno il substrato di fotodiodi non più condiviso con quello dei pixel, è possiblle aumentare il canale di amplificazione, incrementando ulteriormente le performance fotografiche del sensore stesso.

Tutti dovremmo beneficiare di questa nuova tecnologia, denominata 2-Layer Transistor Pixel, perché ci aspettiamo che Sony commercializzerà tale sensore tra i maggiori produttori di smartphone come già fa per quelli sul mercato.

Commenta