SoC per smartphone: Qualcomm tallona Mediatek, ma sulle antenne 5G non c'è storia

Uscito un rapporto sull'andamento delle spedizioni globali di chip per dispositivi mobili
SoC per smartphone: Qualcomm tallona Mediatek, ma sulle antenne 5G non c'è storia
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Qualcomm avanza, Mediatek tiene duro. È questo il risultato del rapporto di Counterpoint sulle spedizioni di SoC (System on Chip) per smartphone nell'ultimo trimestre del 2021. 

MediaTek ha guidato il mercato dei SoC per smartphone con una quota del 33%, dovuta ad un calo dei volumi di vendita a causa delle spedizioni elevate nel primo semestre e delle correzioni di inventario da parte degli OEM cinesi di smartphone. Per l'azienda cinese si prevede una crescita nel 2022 dovuta ai Dimensity 9000 e all'aumento del 5G in nuovi mercati oltre alla continua domanda dell'LTE.

Dal canto suo, Qualcomm ha registrato un trimestre molto positivo, con una crescita del 18% su base trimestrale e del 33% su base annua, numeri che hanno consentito alla società di raggiungere una quota di mercato del 30%.

Secondo il direttore di ricerca di Counterpoint Dale Gai, i numeri di Qualcomm sono anche dovuti a una quota del 76% nelle spedizioni di chip 5G guidate dalle serie iPhone 13 e 12 di Apple e dal portafoglio Android premium. Il manager prevede per Qualcomm una flessione di crescita nel secondo semestre del 2022 con il lancio di telefoni 5G da parte dei principali OEM e un'opportunità di ulteriore sviluppo in quanto sempre più OEM stanno adottando la soluzione RFFE modem-antenna di Qualcomm, che ha portato a praticamente un dominio del mercato con il 76% di quota in loro possesso, come si vede dal grafico sottostante.

Secondo il rapporto, in generale le spedizioni globali di SoC per smartphone sono cresciute del 5% su base annua nel quarto trimestre del 2021, con la porzione dedicata a smartphone 5G che ammonta a quasi la metà delle spedizioni totali di SoC.

Fonte: Counterpoint
Mostra i commenti