L'impatto del 5G a tre anni dalla nascita: Italia al 41° posto

L'analisi di OpenSignal rileva aumento dei download e minore congestione delle reti, ma scarsi effetti nel settore dei giochi online
L'impatto del 5G a tre anni dalla nascita: Italia al 41° posto
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

A tre anni dall'introduzione del 5G, OpenSignal, società di analisi delle reti indipendente famosa per le sue app che permettono di controllare la velocità del segnale di rete e della connessione mobile, ha deciso che è tempo di tirare le somme. In un esteso rapporto, l'azienda determina alcuni punti chiave, con molte luci e alcune ombre

Prima le note positive. Secondo OpenSignal, grazie al 5G le velocità di download medie complessive sono aumentate quasi ovunque, sia nei mercati solo 4G che in quelli 5G. Ma soprattutto è notevole il dato sulla congestione delle reti. Nel 98% dei mercati 5G le velocità di connessione sono aumentate nell'ora più lenta della giornata, in genere alle 20:00 o alle 21:00, nonostante la crescita dell'utilizzo dei dati mobili.

E l'Italia? Nel quarto trimestre del 2021, il punteggio complessivo dell'esperienza di download in Italia è stato di 29,9 Mbps, un miglioramento di 1,5 volte nella velocità rispetto al primo trimestre del 2019 prima che il 5G fosse lanciato, che la colloca al 41° posto su 100 mercati globali. Nelle ore di punta, la velocità media di download in Italia è cambiata meno rispetto a molti altri mercati, ma le velocità nell'ora più lenta della giornata sono aumentate da 13,8 Mbps nel 2018 a 20,3 Mbps nel 2021. In generale, si rileva che il 5G ha avuto un impatto limitato fino ad oggi nell'alleviare la congestione mobile.

Per quanto riguarda l'effetto del 5G sui giocatori online, da un lato sono cambiate le classifiche globali della Games Experience globale, con la Corea del Sud che è balzata in testa rispetto al 10° posto all'inizio del 2020 e i mercati in cui il 5G è arrivato più tardi (ad es. Malesia, Nuova Zelanda, Repubblica Ceca) o in cui la nuova capacità dello spettro wireless per l'utilizzo esclusivo del 5G è scarsa (ad es. Singapore ) sono scesi nelle classifiche di velocità di download.

Il problema è che analizzando quali mercati hanno visto il più grande miglioramento nei loro punteggi di gioco multiplayer, questi non corrispondono ai mercati in cui il 5G è ampiamente diffuso. Il motivo è semplice: le attuali reti 5G basate sugli standard 5G iniziali non migliorano significativamente le caratteristiche dei servizi mobili che sono alla base di un'esperienza di gioco multiplayer in tempo reale, come bassa latenza, piccola perdita di pacchetti e basso jitter.

OpenSignal rileva come il meglio debba ancora arrivare. Le attuali reti 5G infatti utilizzano principalmente la Release 15, ma sono in arrivo nuovi standard. Arriverà più spettro wireless che dovrebbe aumentare notevolmente le velocità, anche nei mercati che offrono già il 5G.

Fonte: OpenSignal
Mostra i commenti