Le otto app di messaggistica più utilizzate su Android ed iOS

Le otto app di messaggistica più utilizzate su Android ed iOS
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Non è facile scegliere quale sia l'applicazione migliore per messaggiare e chattare con gli altri. Difatti, in questo ambito certamente non mancano le app, ognuna con le proprie peculiarità. Ci sta quella particolarmente efficiente sulla privacy, mentre magari l'altra offre più opzioni per l'invio di file: insomma, la scelta dipende prettamente dalle nostre necessità.

Detto ciò, appare scontato evidenziare la complessità nel definire una classifica delle migliori app di messaggistica. Tuttavia, è possibile consigliarne otto tra le più popolari, disponibili sia su Android che su iOS.

WhatsApp

Sì, scelta banale, ma non potevamo non partire da WhatsApp, quasi sicuramente l'applicazione per scambiarsi messaggi più popolare su Android, iOS e PC (Windows e macOS). 

L'utilizzo di WhatsApp è piuttosto semplice, anche se per iscriversi è necessario avere la connessione Internet e soprattutto un numero di telefono. L'app è particolarmente apprezzata perché consente l'invio praticamente di qualsiasi file (attualmente è in prova la funzione che fissa il limite di trasferimento a 2 GB), di effettuare chiamate/videochiamate e la creazione di chat di gruppo.

Anche la sicurezza non è lasciata a casa, visto che chat e chiamate sono protette dalla cifratura end-to-end. In pratica i contenuti sono visibili soltanto ai partecipanti della chat. Inoltre, non manca la possibilità di effettuare il backup delle chat, ad esempio su Google Drive oppure su iCloud (oltre al trasferimento della chat da iPhone a dispositivi Android).

Certamente non mancano gli aspetti negativi, come la mancata compatibilità con i tablet oppure una modalità "multi-dispositivo" non ancora completa al 100%.

Telegram

Dopo WhatsApp, sicuramente tra le app di messaggistica più popolari e funzionali emerge Telegram, disponibile su Android, iOS, Windows, macOS e Linux.

Sul funzionamento e sulle opzioni disponibili non differisce moltissimo da WhatsApp. Tra le differenze, però, ce ne sono alcune e anche piuttosto importanti. Ad esempio, non c'è alcun limite sulla dimensione dei file da poter inviare, così come è possibile utilizzare più dispositivi in contemporanea con lo stesso account. Lato sicurezza, la crittografia end-to-end non è attiva sulle chat normali, mentre è garantita per quanto riguarda le chat segrete (dove i messaggi si "autodistruggono").

Tra i punti di forza dell'app, ovviamente i canali, nei quali possono inviare messaggi esclusivamente gli amministratori. Tra i canali più apprezzati, ad esempio, quelli in cui vengono evidenziate le offerte disponibili online. In questo ambito, molto apprezzati dagli utenti sono i bot, ovvero dei programmini che consentono di finalizzare tante operazioni all'interno di Telegram.

Non manca, infine, la possibilità di effettuare il backup delle chat. A riguardo, molto comodo il fatto che appena attiverete l'account sul nuovo dispositivo, le chat saranno automaticamente sincronizzate.

We Chat

WeChat è un'app di messaggistica cinese, che ha riscosso un ottimo successo anche in Occidente. Le funzioni offerte sono simili a quelle di WhatsApp o Telegram, ovvero possibilità di chattare, chiamare e videochiamare gli amici, inviare file di qualsiasi tipo e creare gruppi con massimo 500 membri.

Non manca la possibilità di condividere uno "Stato" (tipo WhatsApp) e la sezione "Momenti", dove è possibile condividere foto o brevi video. Inoltre, l'applicazione include anche una modalità di pagamento piuttosto sfruttata in Cina, attraverso la quale è possibile inviare denaro ai propri contatti. Piuttosto apprezzati, tra l'altro, gli sticker personalizzati presenti che aiutano gli utenti a comunicare le proprie emozioni.

Lato privacy, l'applicazione, così come evidenziato sul Play Store, ha ricevuto una certificazione da parte di TRUSTe poiché fornirebbe il massimo livello di controllo della privacy.

WeChat è disponibile su Android, iOS, Windows e macOS.

Signal

Un'altra app di messaggistica piuttosto interessante è Signal, soprattutto lato privacy. Difatti, l'app, oltre a non condividere i dati degli utenti con altre organizzazioni/società, è protetta da un sistema che consente di cifrare messaggi e chiamate/videochiamate. In questo senso, dunque, appare come l'app più prestante.

Per l'utilizzo occorre avere un numero di telefono, mentre le opzioni offerte sono le medesime di altre app. Ad esempio permette di inviare inviare qualsiasi tipo di file, così come è possibile effettuare chiamate e videochiamate, anche di gruppo. L'unico "neo", fino ad ora, è una community non estesa come, ad esempio, quella di WhatsApp o di Telegram.

L'applicazione è disponibile sia su Android che su iOS.

Viber

Viber è un'applicazione molto popolare che funziona attraverso la connessione ad Internet ed un numero di telefono. Tra i suoi punti di forza, la possibilità di effettuare gratuitamente le chiamate internazionali e la sicurezza, visto che Viber cripta automaticamente i messaggi di testo, le telefonate e le videochiamate, oltre a permettere di autenticare manualmente i contatti per essere certi dell'identità della persona con cui state chattando.

Il funzionamento e le opzioni offerte, invece, sono simili a quelle già viste: è possibile inviare video e file di qualsiasi tipo, oltre a brevi video di 30 secondi. Inoltre è presente l'opzione "Chat nascoste", ovvero le chat che non compaiono nella schermata principale dei messaggi.

Viber è disponibile su Android, iOS, Windows e macOS.

Kik

Un'applicazione di messaggistica che si sta facendo strada negli ultimi tempi, soprattutto tra i più giovani, è Kik. Per il suo utilizzo non è richiesto il numero di telefono, bensì soltanto un'email ed una password.

Attraverso l'app è possibile, oltre che chattare, anche inviare meme, gif, foto divertenti e creare gruppi contenenti fino ad un massimo di 50 membri. Insomma, si tratta di un'applicazione pensata per un pubblico più giovanile, che ama scherzare e ridere.

Kik è disponibile gratuitamente sia su Android che su iOS.

Facebook Messenger

Facebook Messenger è un'altra di quelle app che può risultare utile per chattare. Per utilizzarla non occorre avere il numero di telefono, bensì è necessario avere un profilo Facebook regolarmente attivo.

L'app – disponibile su Android, iOS, Windows e macOS – è molto completa, visto che consente di inviare messaggi di testo/vocali, video, documenti, audio, contatti e posizione, oltre che effettuare chiamate e videochiamate a tutti i contatti registrati sull'app.

Infine, lato privacy, è possibile avviare le chat segrete oltre che godere della protezione della cifratura end-to-end per le chat di gruppo.

Instagram

Così come Facebook, anche Instagram consente di chattare. Tuttavia occorre premette che forse non si tratta dell'app più completa visto che include meno opzioni rispetto alle altre (a riguardo, però, è ben evidenziare che Instagram ha altri obiettivi).

In ogni caso, nelle chat è possibile scambiarsi messaggi sia di testo che audio oltre alla possibilità di effettuare chiamate e videochiamate. Non manca, ovviamente, l'opportunità di scambiarsi immagini e video.

Lato privacy, le chat non sarebbero protette dalla crittografia end-to-end. In ogni caso, sfruttare la chat di Instagram - disponibile su Android ed iOS - può sempre tornare utile.

Mostra i commenti