Samsung ha copiato iPhone: l'accusa di un pezzo grosso Apple riaccende vecchie polemiche

Samsung ha copiato iPhone: l'accusa di un pezzo grosso Apple riaccende vecchie polemiche
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Oggi, 29 giugno, si celebra il 15° anniversario del debutto dell'iPhone, avvenuto infatti il 29 giugno 2007. Per l'occasione, Joanna Stern del "Wall Street Journal" ha pubblicato un nuovo documentario sull'evoluzione del dispositivo. Il progetto, tra l'altro, include una serie di interviste rilasciate dal capo marketing dell'azienda Greg Joswiak, dal co-creatore di iPhone Tony Fadell e da diversi possessori dell'iconico smartphone.

E proprio da Joswiak è giunta un'accusa nei confronti del mondo Android, in particolare contro Samsung. Rispondendo ad una domanda sui grandi display che hanno debuttato prima sui dispositivi Android e poi sugli iPhone, Joswiak ha risposto: "Erano fastidiosi perché, come sai, hanno derubato la nostra tecnologia. Hanno preso le innovazioni che avevamo creato e ne hanno realizzata una copia scadente, mettendoci uno schermo più grande attorno". Mettendo un po' di ordine alla faccenda, Samsung lanciò il Galaxy S4 con uno schermo da 5" nel 2013 (all'epoca l'iPhone aveva un display da 4"). Soltanto un anno dopo, nel 2014, Apple fece debuttare l'iPhone 6 da 4,7" ed il 6 Plus da 5,5".

Nel 2011, però, la società di Cupertino citò in giudizio Samsung per violazione di brevetto, sostenendo che l'azienda coreana avesse copiato il design di iPhone. Dopo una battaglia giudiziaria, nel 2018 le due aziende trovarono un accordo. A riguardo, Apple dichiarò: "Crediamo profondamente nel valore del design e i nostri team lavorano instancabilmente per creare prodotti innovativi che soddisfino i nostri clienti. Questo caso è sempre stato qualcosa di più del denaro. Apple ha dato il via alla rivoluzione degli smartphone con iPhone ed è un dato di fatto che Samsung ha copiato sfacciatamente il nostro design. È importante continuare a proteggere il duro lavoro di così tante persone in Apple. Siamo grati alla giuria per il servizio offerto e siamo lieti che sia d'accordo sul fatto che Samsung dovrebbe pagare per la copia dei nostri prodotti".

Stando a quanto avrebbe dichiarato Joswiak, quindi, la "vecchia storia" tra Apple e Samsung è ancora lontana dal definirsi chiusa definitivamente.

Mostra i commenti