iPhone 13 non vende come sperato: Apple riduce la produzione

Lo sostiene Bloomberg in un nuovo report
iPhone 13 non vende come sperato: Apple riduce la produzione
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Secondo quanto riferito da Bloomberg in un nuovo report, Apple avrebbe comunicato ai suoi fornitori di componenti che la richiesta di iPhone 13 sta calando e, di conseguenza, anche la produzione dei nuovi iPhone rallenterà.

Se fino a qualche mese fa il problema principale riguardava la crisi dei processori e la difficoltà a reperire i chip, adesso sembra che il problema sia praticamente l'opposto.

Proprio per la crisi dei chip, nei mesi scorsi Apple aveva già ridotto l'obiettivo di produzione di 10 milioni di unità – passando dai 90 milioni di dispositivi previsti inizialmente per il 2021 ad 80 milioni –, ma pare che le ultime comunicazioni ai fornitori abbiano rivisto al ribasso queste cifre.

Come riferito da TheVerge, Apple aveva originariamente previsto un aumento di domanda: negli anni passati, la società di Cupertino aveva richiesto 75 milioni di unità per l'anno di lancio. La previsione iniziale di 90 milioni per il 2021 si basava sulla previsione di un aumento di domanda che, evidentemente, non c'è stato.

Commenta