La funzione "dov'è" degli AirPods sta creando molti problemi ai rivenditori di usato e ricondizionato

La funzione "dov'è" degli AirPods sta creando molti problemi ai rivenditori di usato e ricondizionato
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

L'anno scorso Apple aveva annunciato una maggiore integrazione dei propri AirPods con il servizio Dov'è, che consente di localizzare e ripristinare i dispositivi connessi in modalità remota.

A quanto pare il sistema funziona così bene che se un proprietario di AirPods non li dissocia dal proprio Apple ID prima di venderli, poi questi non si possono più utilizzare in quanto il nuovo proprietario o il rivenditore riceve un messaggio di errore da parte dell'app "Dov'è":

"Gli auricolari dei tuoi AirPods sono collegati a un ID Apple diverso, probabilmente perché uno degli auricolari è stato confuso con gli AirPod di qualcun altro. Scopri come risolvere questo problema andando all'articolo online."

A sollevare la questione è stato un centro assistenza che lavora con Walmart e altri rivenditori per prodotti usati e che è stato costretto a mettere in magazzino più di 30.000 AirPod nel corso di poche settimane. Secondo la società il problema riguarda otto AirPods su dieci ed è stato addirittura costretto a interrompere la vendita di AirPods ricondizionati.

Il link a cui rimanda il messaggio non è di alcun aiuto, in quanto offre vaghe notizie riguardo a "riprendere o sostituire l'AirPod mancante" e Apple, contattata dai rivenditori, non ha ancora dato una risposta. Certo la soluzione sarebbe semplice, cioè che il proprietario originale dissoci gli AirPods dal suo Apple ID prima di venderli o effettuare un reso, ma a quanto pare è un'operazione che pochi compiono.

Mostra i commenti