Cos'è Apple Music Voice e come si attiva

Apple Music Voice è il nuovo piano di abbonamento economico del servizio di streaming musicale di Apple basato esclusivamente sui comandi vocali
Cos'è Apple Music Voice e come si attiva
SmartWorld team
SmartWorld team

L'ultimo aggiornamento iOS 15.2 porta con sé diverse novità all'ecosistema Apple. L'azienda di Cupertino ha infatti annunciato la disponibilità anche in Italia di Apple Music Voice, il nuovo piano di abbonamento che promette di rivoluzionare lo streaming musicale, sfruttando esclusivamente i comandi vocali di Siri e un prezzo di listino più abbordabile che mai. Ecco come funziona e quali sono le sue principali caratteristiche.

Cos'è Apple Music Voice

Apple Music Voice Plan è attualmente l'opzione più economica per abbonarsi alla piattaforma di musica in streaming di Apple: costa 4,99 euro al mese, la stessa cifra cioè del piano studenti e con un risparmio del cinquanta percento rispetto all'abbonamento individuale, e offre l'accesso all'intero catalogo di contenuti di Apple Music. Un risparmio che però ha un compromesso: tutto ruota e funziona attraverso Siri, l'assistente vocale della "mela". Sarà possibile quindi saltare i brani senza limiti, ascoltare Apple Music Radio e le nuove playlist legate a un mood oppure ad attività specifiche, ma sempre e soltanto attraverso Siri. Alla stessa maniera, sarà necessario interpellare l'assistente vocale di Apple anche per ascoltare una canzone o un album specifico non incluso nella libreria personale dell'utente.

L'interazione tramite Siri rende di fatto Apple Music Voice perfettamente compatibile con la lunghissima sequela di dispositivi e accessori Apple in cui è presente l'assistente digitale della "mela": non soltanto iPhone, iPad e Mac, quindi, ma anche e soprattutto AirPods, HomePod Mini e la piattaforma di infotainment Apple CarPlay. E non è un caso che il nuovo piano economico di abbonamento sia stato presentato all'evento Unleashed assieme alla versione Mini" di HomePod, approdato di recente anche in Italia e di cui potete leggere la nostra recensione.

Per abbonarsi e testare le novità di Apple Music Voice basterà pronunciare «Ehi Siri, attiva il mio periodo di prova Apple Music», oppure attivare il piano utilizzando direttamente l'app ufficiale Apple Music. Chi è già abbonato al servizio di streaming musicale della "mela", potrà eseguire il downgrade al nuovo piano toccando l'icona del profilo nella schermata principale, entrando nelle impostazioni e selezionando la voce "Gestisci" nella sezione Abbonamenti: da qui basterà cliccare sul piano Apple Music Voice.

Cosa offre Apple Music Voice

Abbonandosi ad Apple Music Voice sarà possibile avere accesso all'intero catalogo di contenuti offerti dalla piattaforma, e segnatamente:

  • 90 milioni di canzoni, decine di migliaia di playlist, ivi comprese quelle ideate per assecondare l'umore o seguire l'utente nelle attività quotidiane, nonché mix personalizzati e stazioni di genere e Apple Music Radio, il servizio digitale lanciato dall'azienda di Cupertino lo scorso anno;
  • L'intera lineup di playlist di Apple Music, tra cui Successi del momento, Rap Life, R&B Now, danceXL e altre ancora;

Apple ha precisato che le nuove playlist suddivise per stato d'animo e attività, create dalla redazione di Apple Music, sono ottimizzate per sfruttare al meglio l'assistente vocale. Ad esempio, si potrà chiedere a Siri «Riproduci la playlist per la festa di stasera», oppure ancora «Riproduci un brano rilassante» e, laddove la proposta abbia assecondato i nostri gusti, sarà possibile continuare sullo stesso adagio con l'apposito comando «Suona altra musica come questa».

Le differenze tra Apple Music Voice e gli altri piani di abbonamento

Come precisato finora, prezzo di listino sensibilmente più appetibile e interazione esclusiva tramite Siri rappresentano le due principali novità di Apple Music Voice. Ma ci sono anche altri elementi di distinguo rispetto agli altri piani di abbonamento della piattaforma di streaming musicale di Apple. Come si evince da una tabella illustrativa del sito ufficiale della "mela", il nuovo Voice Plan non supporta alcuni dei formati audio di qualità superiore disponibili su Apple Music, come l'Audio Spaziale con Dolby Atmos e il catalogo completo in formato audio lossless. Inoltre, non consente neppure di creare playlist, scaricare brani nella libreria, scorrere i testi sull'iPhone o iPad o eseguire lo streaming da smart speaker di terze parti. Per converso, l'abbonamento famiglia (che costa 14,99 euro al mese) rappresenta ancora ad oggi l'unica strada per avere accesso illimitato al servizio di streaming musicale fino ad un massimo di sei persone.

Come riprodurre musica e controllare la riproduzione su Apple Music Voice

Per chi ha già utilizzato Siri su Apple Music avrà certamente dimestichezza con i comandi vocali. In ogni caso, riportiamo alcuni suggerimenti per riprodurre musica su Apple Music Voice e districarsi nell'ampio catalogo di brani e playlist utilizzando la sola voce e passando attraverso il contributo di Siri, che potremmo definire una sorta di "dj personale":

  • «Ehi Siri, fammi sentire della musica»
  • «Ehi Siri, metti in pausa la riproduzione»
  • «Ehi Siri, prossima traccia»
  • «Ehi Siri, traccia precedente»
  • «Ehi Siri, attiva la riproduzione casuale»
  • «Ehi Siri, ripeti la canzone».

Mostra i commenti