App

Dopo la valanga di critiche Facebook annuncia di aver messo in pausa lo sviluppo di "Instagram Kids"

Dopo la valanga di critiche Facebook annuncia di aver messo in pausa lo sviluppo di "Instagram Kids"
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Con un post sul blog ufficiale, Instagram ha annunciato di aver messo in pausa i lavori per lo sviluppo di un'app per i più giovani. La notizia arriva sull'onda lunga delle polemiche che hanno travolto Facebook, che pure in questi tempi non si trova in una posizione ideale in quanto a gradimento del pubblico. Adam Mosseri, in particolare ha voluto prendere le difese dell'inziativa attaccando chi ha fatto trapelare la notizia quando ancora il concetto era nella fase preliminare. Inoltre Mosseri ha sostanzialmente ribadito la bontà dei ragionementi sottessi all'idea stessa di una versione di Instagram per pre-adolescenti, affermando che "è meglio fornire uno strumento con maggiori poteri di controllo per i genitori piuttosto che lasciare che i più giovani usino la versione standard dell'app.

Le sue critiche inoltre investono anche il ruolo giocato dai media, colpevoli di aver fornito una rappresentazione parziale e fuorviante del progetto, specificando che il target non sarebbero tanto i bambini (<10 anni), quanto i ragazzini di 10-12 anni. Impossibile però non vedere nella decisione presa a Menlo Park, le difficoltà che ha dovuto affrontare la società quando la notizia è trapelata. Il Wall Street Journal ha pubblicato una serie di report sull'influenza negativa esercitata da Instagram riguardo la percezione del proprio corpo nelle ragazze in età adolescenziale.

Tuttavia obiezioni e voci preoccupate si sono alzate da più fronti, compresi enti come il Center for Digital Democracy, che ha indicato come il vero obiettivo del progetto non sia tanto quello di fornire un ambiente più sicuro, quanto espandere il lucroso franchise di Instagram verso fasce più giovani dell'audience. Spingendo i ragazzi verso un ambiente dove agiscono potenti dinamiche social commercializzate che pongono serie minacce alla loro privacy, salute e benessere. Qual è la vostra opinione sull'argomento? Fatecelo sapere nei commenti.

Via: The Verge
Fonte: Instagram

Commenta