App

Earthquake Network, l'app che cerca di segnalare in anticipo i terremoti

Si chiama Rilevazione Terremoto ed è l'app del progetto Earthquake Network, nato nel 2012 per informare in tempo reale sui terremoti tramite smartphone
Earthquake Network, l'app che cerca di segnalare in anticipo i terremoti
SmartWorld team
SmartWorld team

Un'app che consente di ricevere un'allerta terremoto in tempo reale sul proprio smartphone: si chiama Rilevatore Terremoto e fa parte di Earthquake Network, ed è un progetto di ricerca avviato nel 2012 che implementa una rete globale di rilevazione terremoti basata su smartphone.

L'iniziativa "Crowdsourced smartphone-base Earthquake Warning System" è firmata da un gruppo di ricercatori guidati dall'Università degli Studi di Bergamo. Gli scienziati sono partiti da un semplice ma efficace presupposto: se nell'epoca ultra digitalizzata e ultra connessa che stiamo vivendo fosse possibile ricevere direttamente sul cellulare una notifica che consiglia di mettersi al sicuro perché è in arrivo un terremoto, si potrebbero potenzialmente salvare moltissime vite e aiutare migliaia di persone a reagire con prontezza. Non solo: con i giusti accorgimenti, un'app consentirebbe anche di intervenire in modo mirato nella ricerca di dispersi in caso di crolli, perché invia una segnalazione in automatico sulla posizione dei proprietari degli smartphone compresi nell'area colpita dal sisma. Le persone che ricevono la segnalazione sono indicate direttamente dal proprietario dello smartphone, un gruppo ristretto che riceve la notifica e può anche avvisare i soccorsi nel caso in cui la persona in questione non riesca a chiedere aiuto.

Dal 2019, grazie alla partecipazione dell'Università degli Studi di Bergamo nei progetti TURNkey (dedicato proprio ai terremoti) e RISE (finalizzato a sviluppare strumenti e misure per ridurre le future perdite di vite umane ed economiche legate ai terremoti e ai disastri naturali) finanziati dalla Commissione Europea all'interno del programma H2020, i dati forniti da Earthquake Network vengono inoltre analizzati per lo sviluppo di nuovi sistemi di mitigazione del rischio sismico a livello europeo. A firmare il progetto è Francesco Finazzi, professore di statistica all'Università degli Studi di Mergano, specializzato in modelli statistici spazio-temporali per grandi database, sensor e smartphone network e sviluppo di software scientifico parallelo e distribuito. Dal 2019 è lui il principal investigator per l'Università di Bergamo nell'ambito dei progetti TURNKey e Rise, e proprio nel 2019 il complesso lavoro di ricerca è arrivato alla realizzazione dell'app, chiamata Rilevatore Terremoto.

Scarica da Play Store

Scarica da App Store

Cos'è Earthquake Network

L'applicazione sfrutta l'accelerometro disponibile su ogni smartphone per rilevare terremoti in tempo reale, e quando un terremoto è rilevato viene inviata una allerta specifica a tutti gli smartphone che si trovano nell'area interessata dal sisma. Il tempo di azione, stando alle stime, è compreso tra i 5 e i 50 secondi precedenti all'arrivo di un evento sismico. Se lo smartphone non si trova troppo vicino all'epicentro si può quindi ricevere l'allerta in anticipo e ci si può mettere al riparo e al sicuro prima che sopraggiungano le onde sismiche.

La app inoltre invia in automatico le coordinate del proprietario dello smartphone a una lista di contatti fidati registrati: una feature indispensabile nel caso in cui si rimanga intrappolati sotto le macerie, isolati, magari feriti e senza possibilità di chiedere aiuto. Se il sisma è rilevato in tempo reale, la posizione è inviata prima che la rete telefonica ed internet vengano compromessi in modo da intervenire nel modo più tempestivo possibile. Gli utenti che scaricano l'app possono inoltre inviare una segnalazione specifica non appena percepiscono un sisma, e in meno di un minuto è disponibile sull'app una mappa che si concentra sull'area colpita. A seconda dell'intensità riportata sulla mappa, protezione civile e tutti gli altri enti preposti alla sicurezza delle persone possono dunque inviare soccorsi e squadre di emergenza dove è ritenuto prioritario l'intervento.

Come funziona l'app Rilevatore Terremoto

Ricapitolando dunque, se scaricata sullo smartphone l'app Rilevatore Terremoto di Earthquake Network, disponibile su App Store, Google Play e AppGallery, consente di:

  • Ricevere le allerte in tempo reale sui terremoti rilevati dalla rete smartphone
    Segnalare manualmente un terremoto percepito e vedere su mappa le segnalazioni degli altri utenti
    Ricevere le notifiche sui terremoti rilevati dalla reti sismiche nazionali ed internazionali quali INGV, USGS, EMSC e altre
    Inviare sms ed e-mail automatiche di soccorso ad una lista di contatti fidati
    Scambiare messaggi con altre persone durante un'emergenza terremoto
     
    A oggi l'app è stata scaricata da 7 milioni di persone in tutto il mondo, e sono stati segnalati oltre 50 terremoti nel corso degli anni, inclusi quelli della sequenza sismica Amatrice-Norcia-Visso del 2016 e del 2017. Da notare per che, stando alle rilevazioni del Network, non è l'Italia il Paese in cui è stata maggiormente scaricata.

Commenta