Tile lancia i suoi nuovi tracker: più impermeabili, più batteria, più distanza e più volume

Tile lancia i suoi nuovi tracker: più impermeabili, più batteria, più distanza e più volume
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Tile, il noto marchio di tracker, ha annunciato il più grande rinnovo della sua offerta da anni a questa parte: ben quattro nuovi modelli sono stati presentati ufficialmente, tutti con migliorie evidenti. Partiamo da Tile Mate che è un buon esempio del cambiamento: ora ha un design più rotondo, è disponibile in due colorazioni (nero e bianco), è rintracciabile fino a 75 metri (prima erano solo 60), ha una suoneria con un volume più alto e soprattutto è impermeabile con certificazione IP67. Anche la batteria è passata da uno a tre anni di durata (anche se non è più sostituibile). Il tutto viene lanciato a 24,99$.

Tile Slim è la versione piatta, adatta per i portafogli, e insieme a Tile Sticker, il più piccolo di tutti, guadagnano le stesse caratteristiche di Mate e un aspetto in linea con la nuova estetica. Vengono proposti rispettivamente a 34,99$ e 29,99$. Tile Pro riceve un design nuovo che lo rende più distinguibile da Tile Mate con una forma rettangolare perfetta per l'uso come portachiavi. Rispetto agli altri si distingue per il raggio di azione che arriva fino a circa 120 metri e mantiene la possibilità di sostituire manualmente la batteria (che però garantisce solo un anno di durata). Il prezzo? Sempre 34,99$.

Infine l'azienda ha reso note alcune novità software rilevanti: le funzioni Lost & Found e Scan & Secure. La prima permette a chiunque trovi un tracker senza padrone di scansionare il QR Code riportato sul retro (assente su Tile Sticker, per motivi di spazio) e leggere un messaggio personalizzato con le istruzioni per la restituzione. Infine Scan & Secure consente di scaricare l'app Tile (per Android e iOS) a chiunque e verificare se nei paraggi ci sono dispositivi Tile sconosciuti. In questo modo l'utente può tutelarsi da usi impropri e dai tentativi di tracciamento abusivo. Ovviamente chi scarica e usa l'app non viene identificato dalla funzione stessa.

I più attenti avranno notato l'assenza nell'offerta di un tracker dotato di UWB (Ultra-Wide Band), una tecnologia presente da qualche mese su dispositivi simili di Apple e Samsung che aumenta considerevolmente la precisione della geolocalizzazione. A tal proposito Tile fa sapere che nei primi mesi del prossimo anno arriverà il nuovissimo Tile Ultra, equipaggiato con funzionalità di Realtà Aumentata tramite UWB.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Canale Telegram Offerte

Via: The Verge

Commenta