Fairphone potrebbe produrre i primi auricolari true wireless modulari

E se non "modulari", quanto meno prodotti in maniera equa e solidale
Fairphone potrebbe produrre i primi auricolari true wireless modulari
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Fairphone è un'azienda dei Paesi Bassi che produce l'omonima serie di smartphone: si tratta di dispositivi smontabili, i cui singoli pezzi possono essere sostituiti facilmente e autonomamente. Inoltre, i Fairphone sono prodotti con materiali riciclati o estratti responsabilmente, rispettando i diritti dei lavoratori.

L'obiettivo della società è di portare il commercio equo e solidale nel settore della tecnologia, che notoriamente è uno dei più inquinanti e meno rispettosi dei diritti dei lavoratori.

Fino ad oggi Fairphone si era dedicata solo agli smartphone (l'ultimo modello, Fairphone 3+, è stato lancaito ad agosto 2020), ma pare che presto possa produrre anche un paio di auricolari true wireless.

Questo almeno è quel che sostiene Roland Quandt, giornalista esperto di tecnologia e noto nel settore, che in un tweet ha parlato di auricolari equi e forse perfino modulari.

Secondo Quandt, le cuffiette senza fili dell'azienda verranno lanciati insieme al Fairphone 4, che verrà presentato il 30 settembre.

Gli auricolari true wireless sono una tipologia di prodotto estremamente inquinante, poiché tutti i componenti sono incollati tra loro ed è praticamente impossibile sostituire un pezzo rotto o la batteria scarica. Il risultato è che, una volta esaurita la carica della batteria (che fisiologicamente si degrada nel giro di un paio d'anni), gli utenti non possono far altro che acquistare un nuovo modello e liberarsi del vecchio.

A tal proposito, ricordiamo che tutti i pezzi di tecnologia non vanno buttati nell'indifferenziata ma portati a far smaltire nelle riciclerie.

Commenta