Gli enormi ricavi di Apple con gli AirPods

Gli enormi ricavi di Apple con gli AirPods
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Il mercato dei wearable è cresciuto molto in fretta negli ultimi 10 anni, partendo quasi dal nulla. Uno dei prodotti più venduti in assoluto sono gli auricolari wireless, e tra questi i più iconici sono certamente gli AirPods di Apple. Ma vi siete mai chiesti quanti AirPods vengono venduti ogni anno? E soprattutto, sapete quanto Apple guadagna dagli AirPods? In questo articolo troverete le risposte a questi ed altri interrogativi, con alcuni dati che probabilmente vi lasceranno a bocca aperta.

Quanti AirPods vengono venduti?

In poche parole: tanti, anzi tantissimi. Per i dati che andremo ad illustrare prenderemo in esame le statistiche fornite da tre diverse fonti: Counterpoint Research, TF International Securities e Strategy Analytics. Non sono dati ufficiali rilasciati da Apple, ma stime degli analisti, quindi prendete con le pinze ogni cifra dichiarata.

Dalla data di lancio ufficiale, vale a dire dicembre 2016, fino al 2020 sono stati venduti oltre 224 milioni di AirPods, considerando tutte le edizioni messe sul mercato.

Un numero enorme, soprattutto se guardate la tabella a seguire: oltre la metà di tutti gli AirPods in circolazione è stata venduta nel 2020.

Anno Unità vendute Ricavi Ric. rispetto iPhone
2017 15 milioni 2,25 miliardi di $ 1,5%
2018 35 milioni 5,25 miliardi di $ 3,5%
2019 60 milioni 12 miliardi di $ 8%
2020 114 milioni 22 miliardi di $ 16%

La tabella indica chiaramente la velocissima evoluzione delle vendite degli auricolari true wireless di Apple, anche in rapporto al prodotto più famoso dell'azienda di Cupertino, vale a dire iPhone. L'ultima colonna mostra, infatti, il rapporto tra i ricavi delle vendite di AirPods e i ricavi di quelle di iPhone: anno dopo anno gli auricolari stanno rosicchiando terreno agli smartphone, diventando sempre più importanti per l'economia generale della mela morsicata.

Quanto guadagna Apple dagli AirPods?

Facciamo allora qualche conto. Se teniamo fede ai dati citati nel paragrafo precedente – che ricordiamo ancora, sono stime degli analisti – i ricavi totali delle vendite di AirPods nel periodo che va dal 2017 al 2020 sono pari ad oltre 41,5 miliardi di dollari.

Nello specifico, tale cifra viene ottenuta ipotizzando un costo medio di 150$ per unità nei primi due anni (2017-208) e un costo medio di 200$ per il secondo biennio (2019-2020), visto il lancio sul mercato della seconda generazione di AirPods e soprattutto degli AirPods Pro, che hanno un costo superiore.

Il ritmo di crescita delle vendite e dei ricavi è stato fenomale, con oltre il 120% di crescita anno su anno per il primo triennio (2017-2019) e un quasi raddoppio per il 2020. Nessun altro prodotto Apple ha avuto un successo simile negli ultimi anni: il segmento di mercato degli auricolari è quello con la più alta velocità di crescita tra tutti quelli di Apple. I ricavi derivanti dagli AirPods hanno quasi raggiunto quelli di iPad e Mac nel 2020 e potrebbero superarli nel breve periodo.

Confronto AirPods vs. Aziende Tech

Finora ci siamo limitati a fare il confronto solo tra prodotti Apple, ma adesso viene il bello. Se facciamo qualche confronto con altri prodotti o, per meglio dire, altre aziende, i dati lasciano sbalorditi. Date un'occhiata al grafico in basso, elaborato da Kevin Rooke sui dati di vendita del 2019.

Da quanto si può leggere, i ricavi delle vendite di AirPods sono molto alti – ricordiamo: nel 2019 erano a 12 miliardi di dollari – e fanno impallidire alcune delle migliori aziende tecnologiche del mondo: i soli ricavi di AirPods sono più alti di quelli fatti registrare dall'intera gamma di prodotti di Adobe, NVIDIA, AMD, Spotify, Twitter e tanti altri ancora. Insomma, anche se il confronto è nettamente sbilanciato – un solo segmento di mercato di Apple contro intere aziende – gli AirPods se la cavano più che bene, arrivando quasi a rivaleggiare con Uber e non troppo lontani da Netflix.

Prospettive per il futuro

Al momento non sono stati ancora rivelati i dati di vendita della gamma AirPods per il 2021. Stando alle prime stime parziali, fornite dal noto analista Ming-Chi Kuo, le vendite potrebbero essere ridotte rispetto al 2020, assestandosi attorno ai 70-75 milioni di unità nell'anno solare 2021. Questo a causa della mancanza di nuovi modelli e, soprattutto, della grande concorrenza dei prodotti di altri marchi, spesso venduti a prezzi molto più bassi.

Le prospettive di Apple per il futuro sono però molto positive. Con l'arrivo imminente della terza generazione di AirPods e di altri modelli in futuro, i ricavi del segmento audio di Apple potrebbero ben presto tornare ai livelli del 2020 e anzi farsi ancora più alti, stabilendo nuovi record. Sempre secondo Ming-Chi Kuo, per il 2022 si dovrebbe ritornare al di sopra dei 100 milioni di AirPods venduti, con un aumento del 30% rispetto al 2021. Se il trend di crescita si dimostrerà solido a lungo termine, tra qualche anno anche Tesla potrebbe tremare al cospetto dei ricavi di AirPods.

Commenta