Kuo parla: iPhone 13 dicono addio ai 64 GB di memoria e la spedizione degli Apple Watch Series 7 avrà presto inizio

Kuo parla: iPhone 13 dicono addio ai 64 GB di memoria e la spedizione degli Apple Watch Series 7 avrà presto inizio
Federica Papagni
Federica Papagni

Il prossimo 14 settembre Apple presenterà al mondo i suoi nuovi iPhone 13Apple Watch Series 7 e AirPods 3, e continue nuove informazioni giungono ai nostri occhi per delineare in maniera più precisa cosa ci dovremo aspettare da questi nuovi prodotti. Questa volta a parlare è il noto analista Ming-Chi Kuo il quale ha svelato ulteriori dettagli sui nuovissimi smartphone e smartwatch di Apple.

Nel dettaglio, in tutti e quattro i modelli di iPhone 13 non sarà presente come capacità di archiviazione quella da 64 GB.

Infatti, gli iPhone 13 e iPhone 13 Nini saranno disponibili nelle configurazioni da 128 GB, 256 GB e 512 GB, mentre negli iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max oltre a quelle appena citate, ne troveremo una mai vista finora: quella da 1 TB. L'analista aggiunge anche che ci potrebbero essere carenze nell'approvvigionamento di questi dispositivi.

Per quanto riguarda invece gli Apple Watch Series 7, Ming-Chi Kuo ha offerto la sua visione circa il ritardo della loro produzione di massa.

Già in un precedenza in un rapporto, il leaker Nikkei aveva raccontato dei problemi legati proprio alla produzione che stava affrontando Apple in virtù del nuovo design dell'indossabile, i quali però sembrerebbero essere stati superati.

Lo stesso analista precedentemente aveva dichiarato che la produzione su larga scala sarà avviata presto, e nella sua ultima nota riferisce che "l'impatto sul programma di rilascio e sul programma di spedizione di massa non è significativo". Ciò significa che l'azienda potrebbe dare inizio alle spedizioni degli Apple Watch Series 7 così come aveva previsto, dal momento che Luxshare ICT, il principale assemblatore degli indossabili, sta ora duplicando "aggressivamente" le linee di produzione.

Kuo termina le sue previsioni affermando che per gli utenti potrebbe essere difficile riuscire a fare proprio uno dei nuovi smartwatch della Mela, ma la situazione potrebbe migliorare significativamente a partire da metà a fine ottobre.

Via: 9to5Mac , (2)

Commenta