Rush Rally Origins, il rally tascabile premium, senza in-app, con visuale dall'alto e a 60 fps (o 120!)

Rush Rally Origins, il rally tascabile premium, senza in-app, con visuale dall'alto e a 60 fps (o 120!)
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Chi gioca spesso su smartphone potrebbe conoscere la saga Rush Rally, realizzata, almeno fino a questo capitolo, da un solo sviluppatore particolarmente appassionato del tema. Rush Rally Origins è il nuovissimo capitolo rilasciato dalla sua software house, che per l'occasione si è spinta a ben due sviluppatori.

Rush Rally Origins eredita dal terzo capitolo il motore grafico tridimensionale e quello fisico, sposando però una visuale top down, dall'alto quindi, dalla vena più arcade e per certi versi retro.

Non per questo il gioco si fa mancare alcune chicche davvero niente male.

Per prima cosa Rush Rally Origins gira a 60 fps, spingendosi a 120 frame al secondo su dispositivi supportati. Nel menu troverete le impostazioni grafiche regolabili in modo da adattare le performance all'hardware che avete a disposizione. Da un punto di vista di contenuti troviamo 36 tracciati sparsi per tutto il mondo, ciascuno con la possibilità di essere giocato in diversi orari del giorno e con condizioni climatiche diverse.

Tante le tipologie di superfici su cui gareggiare, tra cui neve, ghiaia, sterrato, fango e asfalto. Il giocatore che vuole esercitarsi può anche scaricare i ghost di 4 diverse categorie di auto per confrontare le traiettorie ideali.

I comandi sono ovviamente ottimizzati per il touch screen dei dispositivi mobili. Non vi aspettate freno a mano, marce manuali o altre "complicazioni": il gioco cerca di semplificare un minimo i comandi in modo appunto da proporre un'esperienza a metà tra l'arcade e il simulativo.

Il modello di vendita è premium: si acquista una volta sola e ci si gode tutti i contenuti, senza acquisti in-app. E occhio a piratarlo: lo sviluppatore ha fatto in modo che sulle versioni piratate appaia la bandiera pirata e che alcuni contenuti siano bloccati. Stando al sito dello sviluppatore infatti, la versione Android di Rush Rally 3 è stata piratata da oltre 2 milioni di utenti (e ce ne sono diversi anche su iOS a quanto pare). Il messaggio dello sviluppatore a riguardo della vicenda è piuttosto eloquente:

I guess all of these 2 million users work for free themselves every day, good on them. Imagine though going to work and then finding your pay packet empty each month because you have worked for free? How does that feed and home your family?

Se volete dargli una chance, su Android viene a costarvi 5,49€, sull'App Store per dispositivi iOS invece 4,99€. Rush Rally Origins è disponibile anche su Nintendo Switch a 5,99€. Ecco i link per l'acquisto su Android e iOS, il trailer e alcuni screenshot.

Commenta