5G e crisi dei processori spostano il mercato: MediaTek primo produttore, ma il re del 5G è Qualcomm (foto)

Stabile in terza posizione Apple, calano vistosamente Samsung e HiSilicon a tutto guadagno di UniSoc
5G e crisi dei processori spostano il mercato: MediaTek primo produttore, ma il re del 5G è Qualcomm (foto)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Lo studio di analisi Counterpoint ha appena fatto il punto della situazione per quanto riguarda le spedizioni di processori per dispositivi mobili nel periodo aprile - giugno 2021. A livello globale le tendenze già viste nella prima parte dell'anno si sono notevolmente accentuate portando MediaTek ad occupare la fetta più grande a livello globale con un netto 43% (+18 punti percentuale rispetto allo stesso periodo del 2020!).

Seguono Qualcomm con 24% che ha sofferto le difficoltà di reperimento delle materie prime e le implicazioni della pandemia - che generalmente vengono raccolte nell'espressione "crisi dei processori".

Il terzo gradino è stabilmente occupato da Apple con il 14%, mentre al quarto posto balza UniSoc con un bel 9% (valore più che raddoppiato rispetto al 4% dello scorso anno). Il produttore cinese ha visto i suoi chip diffondersi soprattutto su smartphone Honor, Realme e Motorola guadagnando ampie porzioni di mercato.

Infine al quinto posto c'è Samsung (7%) che, anche a causa della riorganizzazione interna tra le diverse serie, ha rinunciato ai suoi Exynos facendo affidamento più del solito a CPU Qualcomm e MediaTek.

Infine, chiude la rassegna HiSilicon (passato dal 16% al 3% in un anno), il produttore legato al marchio Huawei sta scontando le pesanti sanzioni emanate dall'amministrazione Trump e a breve potrebbe andare anche peggio visto che le copiose scorte accumulate prima del ban starebbero per finire.

Il mercato nel suo complesso è comunque andato bene con una crescita delle spedizioni di SoC del 31% rispetto allo stesso periodo del 2020. Il merito sarebbe tutto del 5G, motivo per cui un'analisi differenziata ,solo sulla base della nuova tecnologia di telecomunicazione, evidenzia valori totalmente diversi con Qualcomm primo produttore con più della metà dei microchip spediti (55%), seguito a buona distanza da MediaTek (30%) e Samsung (10%).

Gli equilibri potrebbero però cambiare presto, soprattutto a causa dei nuovi accordi di fornitura stipulati da Qualcomm e Samsung per aggirare le difficoltà degli ultimi mesi. Staremo quindi a vedere come andranno le cifre nella seconda metà di questo 2021.

Fonte: Counterpoint

Commenta