Per un 5G più veloce, ci vuole un ottimo 4G di supporto

Questo è quel che ha constatato Opensignal, analizzando le velocità in download di Germania, Italia e Regno Unito
Per un 5G più veloce, ci vuole un ottimo 4G di supporto
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Per navigare al meglio in 5G, quello che ci vuole è una una buona rete 4G a cui appoggiarsi: questo è quanto rilevato da Opensignal, che ha appena pubblicato un nuovo report relativo alle reti in Germania, Italia e Regno Unito.

Le connessioni 5G attuali, infatti, utilizzano molto le reti 4G: si parla infatti di tecnologia NSA (non-standalone access), il che implica che lo smartphone debba appoggiarsi almeno ad una rete 4G, prima di collegarsi a reti 5G. Per questa ragione, come risulta evidente dai grafici, la disponibilità di banda dello spettro 4G diventa una fondamentale base di partenza per navigare su reti di ultima generazione.

Come si può notare dai grafici che trovate nella galleria qui sotto, all'aumentare della porzione di spettro 4G utilizzato, cresce anche la velocità raggiunta dalla connessione 5G.

La differenza si nota di più in Germania e nel Regno Unito, ma anche in Italia l'aumento di velocità è consistente.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al report completo che potete trovare sul sito di Opensignal.

Commenta