PosteMobile, internet non funziona durante le chiamate? È perché manca il VoLTE

PosteMobile, internet non funziona durante le chiamate? È perché manca il VoLTE
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Negli ultimi giorni abbiamo ricevuto alcune segnalazioni di utenti PosteMobile, che lamentavano di non riuscire a navigare durante una telefonata: il problema, in particolare, riguarda i clienti che sono passati su rete Vodafone.

Come probabilmente saprete, infatti, PosteMobile è un operatore virtuale, che non dispone di infrastrutture proprie: fino a pochi mesi fa, gli utenti PosteMobile si collegavano di fatto alle reti di WindTre ma, dopo i nuovi accordi commerciali con Vodafone, nel mese di giugno è iniziata la migrazione degli utenti, come comunicato via SMS.

Diversi utenti già migrati su rete Vodafone confermano che la rete dati diventa non disponibile durante le chiamate e il motivo per cui questo avviene è molto semplice: PosteMobile non ha ancora attivato il VoLTE (Voice over LTE) su rete Vodafone.

Il Voice over LTE è una tecnologia che permette di eseguire chiamate vocali su rete LTE (ossia 4G): il risultato è che la voce risulta più chiara ma anche (e soprattutto) che è fisicamente possibile eseguire chiamate collegati alla rete 4G, che è quella più veloce, comunemente usata per navigare.

Quando il VoLTE non è disponibile (perché non abilitato dall'operatore o dallo smartphone), per effettuare o ricevere una telefonata il cellulare deve "scalare" a una tecnologia di rete inferiore che supporta anche le chiamate, ossia la 3G o la 2G.

Tuttavia, ad inizio anno, Vodafone ha spento la sua rete 3G, ormai in disuso in questi tempi di 4G e 5G:  senza VoLTE e senza 3G, quindi, durante una chiamata gli smartphone degli utenti PosteMobile passano autmaticamente sulle vecchissime reti 2G di Vodafone, che non consentono di navigare e chiamare contemporaneamente (considerate che parliamo di uno standard vecchissimo: pensate che il lancio delle reti 2G risale al lontano 1991!).

Non poter navigare (o ricevere mail, messaggi WhatsApp etc) durante una chiamata è sicuramente una seccatura, ma non sarà così per sempre: i call center di Poste, infatti, hanno confermato ad un nostro contatto che il VoLTE verrà attivato entro fine anno, verosimilmente dopo la conclusione della migrazione degli utenti su rete Vodafone (che, secondo le anticipazioni, dovrebbe terminare a settembre).

Grazie a Giulia, Giuseppe e tutti gli altri per le segnalazioni

Commenta