Google e Apple nel mirino di una legge sudcoreana: dovranno aprire ai pagamenti di terze parti

Google e Apple nel mirino di una legge sudcoreana: dovranno aprire ai pagamenti di terze parti
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

È stato appena scritto un nuovo capitolo nella tormentata vicenda che vede protagonisti Apple e Google nel contesto dei pagamenti digitali attraverso i propri store. In più occasioni abbiamo visto i due giganti venire accusati di avere un atteggiamento monopolistico nei confronti delle commissioni richieste sugli introiti guadagnati dagli sviluppatori di app.

Nelle ultime ore il The Wall Street Journal ha dato notizia di un nuovo disegno di legge proposto in Corea del Sud, il quale avrebbe l'obiettivo di obbligare i maggiori titolari di piattaforme di app, come Apple e Google per l'appunto, ad aprire le possibilità di pagamenti digitali anche a servizi di terze parti.

Questo farebbe di fatto perdere a Google e Apple la possibilità di imporre a tutti gli sviluppatori che si servono dei loro store delle commissioni sui guadagni.

Il disegno di legge, che dovrebbe venire approvato dal Presidente sudcoreano, dovrebbe anche accorciare in modo rilevante i tempi di attesa per l'approvazione delle app da parte degli store. La novità sembra dunque in procinto di arrivare per quanto riguarda la regione sudcoreana e potrebbe creare un precedente significativo e aprire la strada alla possibilità di pagamenti attraverso servizi di terze parti anche a livello internazionale.

Staremo a vedere come evolverà e vi terremo aggiornati.

Commenta