Probabilmente il vostro prossimo smartphone costerà più del previsto

Ma non sarà il solo: probabilmente i prezzi saliranno anche PC, console, tablet e ogni altra cosa con un chip dentro.
Probabilmente il vostro prossimo smartphone costerà più del previsto
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Secondo quanto riferito da un recente articolo di Digitimes, TSMC avrebbe annunciato ai suoi clienti un aumento dei prezzi per i chip: i costi sarebbero fino il 10% più alti per i processori di ultima generazione (7nm e superiori), mentre per i microchip più economici il rincaro potrebbe essere acnhe più elevato, fino al 20% in più.

TSMC è una delle più importanti fabbriche di chip al mondo ed è uno dei principali fornitori di grosse aziende come Apple, Qualcomm, NVIDIA, AMD e MediaTek.

La società taiwanese aveva giò alzato i prezzi di oltre il 10% rispetto allo scorso autunno, ma la crisi dei chip continua a colpire, poiché le fabbriche non riescono a stare dietro la richiesta dei produttori.

Vale la prena precisare che, oltre TSMC, anche altre fabbriche come GlobalFoundries, Powerchip Semiconductor Manufacturing (PSMC), Semiconductor Manufacturing International (SMIC) e United Microelectronics (UMC) hanno recentemente aumentato il prezzo dei chip.

Fino a poco tempo fa ci si aspettava che la crisi dei chip potesse durare fino a metà 2022, ma gli aumenti di cui abbiamo parlato finora entreranno in vigore a partire dal primo trimestre del prossimo anno: per questo motivo, non riguarderanno i dispositivi che verranno lanciati nei prossimi mesi, ma è possibile che la scarsità di chip potrebbe prolungarsi più del previsto.

Via: XS

Commenta