Cinque trucchi per risparmiare la batteria dell'iPhone

Cinque trucchi per risparmiare la batteria dell'iPhone
SmartWorld team
SmartWorld team

Gli appassionati Apple lo sanno bene: tra i primi problemi da affrontare quando il device inizia a essere “datato” c’è quello della durata della batteria dell'iPhone, che con il passare del tempo inizia a diventare sempre meno funzionale, accorciando i tempi di utilizzo. In un modello recente o in buono stato la batteria solitamente copre l’intera giornata - parlando di utilizzo medio - ma la stragrande maggioranza di chi ha un iPhone tende a portare con sé il caricabatterie per assicurarsi di non ritrovarsi il telefono spento sul più bello.

Ottimizzare la gestione della batteria è dunque fondamentale per riuscire a farla durare il più possibile, e ci sono alcuni accorgimenti che si possono adottare per risparmiare la batteria dell’iPhone e che aiutano ad allungare i tempi di utilizzo.

Chiaramente non si tratta di trucchi che consentono alla batteria di durare in eterno, ma in casi di emergenza o quando si sa di dover restare fuori gran parte della giornata, e che non si avrà a disposizione facilmente una presa per la ricarica, conoscerli e usarli può fare la differenza. Eccone cinque, da memorizzare e utilizzare in caso di necessità.

Batteria iPhone, i trucchi per risparmiarla

1. Utilizzare il risparmio energetico 

La funzione Risparmio energetico è pensata proprio per aiutare, appunto, a risparmiare la batteria dell’iPhone.

È lo stesso iPhone a suggerire di utilizzarla quando la batteria scende sotto il 20%, e per attivarla basta premere sull’apposita schermata che compare sullo schermo. Una volta attivata la funzione, l’indicatore della carica della batteria in cima allo schermo diventa giallo.

La modalità risparmio energetico si può comunque attivare anche se la batteria non è sotto il 20% passando da Impostazioni > Batteria > Risparmio energetico. Attivandola si riduce temporaneamente l’attività svolta in background, come per esempio l’esecuzione di download e l’aggiornamento delle email, sino a quando si può ricaricare completamente l’iPhone. 

2. Abbassare la luminosità

Questa è una cosa che viene fatta di default quando si attiva la modalità Risparmio energetico, ma si può anche scegliere di abbassarla autonomamente. Anche in questo caso bisogna andare in Impostazioni > Schermo e luminosità > e trascinare l’indicatore lungo la barra per impostare il livello di luminosità dello schermo dell’iPhone.

3. Disattivare bluetooth e localizzazione

Alcune applicazioni consumano più batteria rispetto ad altre. È il caso per esempio delle app dei social network, delle mappe e di altri servizi che per funzionare correttamente utilizzato la localizzazione geografica o il bluetooth.

Nel caso in cui sia una necessità risparmiare la batteria dell’iPhone e farla durare il più possibile si può dunque decidere di disattivare il servizio di localizzazione o il bluetooth. Per fare la prima cosa bisogna andare in Impostazioni, poi selezionare Privacy e poi scegliere Servizi di localizzazione. Una volta cliccato sopra si può scegliere, con un tap se attivarli o disattivarli.

Per il bluetooth invece il percorso più breve è quello di passare attraverso il Centro di Controllo, facendo scorrere lo schermo verso il basso partendo da in alto a destra (su iPhone con Face ID) oppure facendo scorrere il dito dal bordo inferiore del display verso l’alto (su iPhone con tasto Home) e trascinando lo schermo verso il basso. In questo modo si aprono le cosiddette “scorciatoie”, che consentono con un semplice tap di attivare e disattivare funzioni come il bluetooth, il wifi e la modalità Aereo (ne parleremo tra poco).

4. Disattivare gli aggiornamenti in background

Anche gli aggiornamenti in background delle app consumano la batteria dell'iPhone (oltre che giga). Alcune applicazioni infatti continuano a funzionare anche quando non sono aperte e dunque eseguite in primo piano, scaricando dati e inviando input che incidono sulla batteria dell’iPhone scaricandola.

Si può scegliere dunque di disattivare questa funzione andando sempre in Impostazioni, selezionando la voce Generali e poi quella Aggiorna app in background. Si può poi scegliere di disattivarla per tutte le app - spostando il cursore sulla voce No - oppure di disattivarla per singole app, spostando il cursore su off per ciascuna. Si può inoltre decidere di limitare l’aggiornamento delle app a quando viene usata la connessione Wi-Fi, scegliendo appunto l’opzione Wi-Fi.

5. Passare a Uso in aereo

La funzione Uso in aereo è molto utile per quando serve disattivare contemporaneamente connessione Wi-Fi, connessione dati, rete voce e Bluetooth. Si utilizza di solito quando si sale in aereo, appunto, perché richiesto per il volo, e si può usare in zone in cui il campo non c’è o è minimo: in queste zone infatti l’iPhone aumenta la potenza dell’antenna cercando di captare un segnale debole, e consuma molta batteria spesso in pochissimo tempo. 

Se si è certi che per quel periodo di tempo l’iPhone non verrà utilizzato per fare o ricevere chiamate e per navigare (sarebbe comunque impossibile in assenza di campo) si può dunque attivare la funzione Uso in aereo e risparmiare batteria. Per abilitare la modalità aereo è necessario andare in Impostazioni e selezionare la prima voce che si presenta sulla schermata, Uso in aereo appunto, posizionato il cursore su ON.

Si possono anche accorciare i tempi passando attraverso il Centro di Controllo, facendo scorrere lo schermo verso il basso partendo da in alto a destra (su iPhone con Face ID) oppure facendo scorrere il dito dal bordo inferiore del display verso l’alto (su iPhone con tasto Home) e cliccando poi sul pulsante che riproduce un aereo facendolo diventare colorato. Per disattivare, seguire la stessa procedura al contrario.

Commenta