Samsung Galaxy Z Fold 3, Z Flip 3, Watch 4 e Buds 2: tutti nostri hands-on (video)

Samsung Galaxy Z Fold 3, Z Flip 3, Watch 4 e Buds 2: tutti nostri hands-on (video)
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Samsung quest'oggi ha presentato vari dispositivi, uno più importante dell'altro: Galaxy Z Fold 3Galaxy Z Flip 3, Galaxy Watch 4 e Galaxy Buds 2. Li abbiamo toccati tutti con mano, per regalarvi subito alcune impressioni a caldo, che vi aiutino a conoscerli meglio. Senza quindi ulteriori indugi, spazio ai nostri hands-on.

Galaxy Z Fold 3

Il pieghevole di Samsung per eccellenza prova quest'anno a compiere un passo in più: non far rimpiangere la serie Note. Se ci riuscirà però è un altro discorso.

Intanto guadagna il supporto per la S Pen, anche se è una versione esclusiva, fatta apposta per lui, in modo da non rovinarne lo schermo che sempre coperto in plastica è. Questa S Pen però non ha un alloggiamento al suo interno, perché non ce n'era posto, e l'unico modo per portarla sempre assieme allo smartphone è quello di usa un'apposita custodia che va ad aumentare le già generose dimensioni del Fold.

Abbiamo poi la prima fotocamera sotto al display in uno smartphone Samsung, anche se con i suoi soli 4 megapixel non lascerà certo il segno in quanto a qualità.

E poi lo schermo esterno diventa a 120Hz, appaiandosi a quello interno. Piccole novità sulle fotocamere, che comunque non sono al pari degli altri top Samsung, almeno sulla carta, mentre è notevole il fatto che Z Fold 3 sia impermeabile (ma non resistente alla polvere). Ma la vera buona notizia è che il prezzo di lancio scende di ben 200 euro rispetto allo scorso anno: costa ancora quanto un notebook di fascia alta, ma almeno inizia a calare.

Galaxy Z Flip 3

Il pieghevole a conchiglia di Samsung è forse quello che ha fatto i passi in avanti più importanti, non tanto da un punto di vista stilistico, che comunque è stato affinato, quanto delle funzionalità, grazie al display esterno che finalmente è più grande, più personalizzabile, più utilizzabile. Ci sono vari widget, ci sono le notifiche, è possibile usarlo per scattare un selfie al volo o registrare una clip, insomma vi consente di non dover sempre aprire lo smartphone, il che è un grande vantaggio.

E poi all'interno abbiamo un bellissimo 6,7'' a 120Hz, che è al top per i canoni odierni. Ed il prezzo è anche sceso considerevolmente rispetto allo scorso anno: sempre caro, ma più abbordabile, magari aspettando le prime offerte.

Galaxy Watch 4 e Buds 2

I nuovi auricolari di Samsung sembrano un prodotto molto curato, sia nell'estetica che nei colori, ma non per questo sono privi di funzionalità, visto che c'è anche la cancellazione attiva del rumore. E non dimenticate la promo di lancio, che vi offre un buono sconto di 50€, che non sono certo pochi se considerate che il loro prezzo è di 149 euro.

Inutile negarlo: Galaxy Watch 4 è quello che attira su di sé ancor più curiosità, forse anche più dei foldable, dato che si tratta del primo smartwatch con il nuovo Wear OS 3, nato dall'unione con Tizen. E di Tizen in effetti se ne vede parecchio, sia nell'impostazione generale, con le notifiche non più in basso ed i toggle che richiamano da vicino quelli del sistema operativo di Samsung, che nei controlli tramite corona circolare (che sia touch o meno a seconda della variante Classic o non).

E poi c'è un nuovo app drawer, che un po' fa pensare anche a watchOS, ma soprattutto sembra esserci tanta fluidità in più, come non se n'è mai vista in Wear OS, merito forse anche del nuovo processore di Samsung. Insomma, uno smartwatch senz'altro da tenere d'occhio, e che non mancherà di far parlare di sé.

Commenta