Da oggi tutti gli sviluppatori possono pubblicare i loro Tile su Wear OS! (foto)

Cattive notizie per chi aspettava l'ultimo aggiornamento di YouTube Music e Google Maps
Da oggi tutti gli sviluppatori possono pubblicare i loro Tile su Wear OS! (foto)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Nel giorno in cui Samsung svela al mondo il suo nuovo Galaxy Watch 4, Google annuncia la possibilità di pubblicare Tile realizzati da terze parti su Wear OS. La cosa riguarda tutti gli sviluppatori, ma non è esattamente una novità visto che BigG aveva già dato da marzo la possibilità ai programmatori di farlo, tuttavia la funzione era disponibile finora in via sperimentale.

Da oggi invece tutto diventa ufficiale e accessibile per tutti attraverso la Play Console, visto che ora la libreria Jetpack Tiles è disponibile in versione stabile.

Per chi non avesse dimestichezza con Wear OS o con il lessico inglese, i Tile sono una sorta di widget per dispositivi indossabili e propongono delle informazioni rapide relativamente a una specifica app. Finora i Tile erano disponibili solo per le app di Google, nell'immagine di seguito potete dare un'occhiata ad alcuni nuovi Tile.

Sul fronte app per Wear OS invece c'è una buona notizia e una cattiva. La buona è che sempre oggi Google ha annunciato il rilascio delle nuove versioni di Google Pay, Messaggi, YouTube Music e Maps.

Le prime due saranno disponibili per tutti, anche su Wear OS 2 e in particolare Google Pay introdurrà i pagamenti direttamente da smartphone in 16 Paesi. Messaggi migliora le performance così da poter essere usato anche senza tirare fuori il telefono.

Maps invece un'interfaccia rivista, soprattutto per quanto riguarda la navigazione, anche se le funzioni sembrano rimaste sostanzialmente invariate. YouTube Music invece si presenta come qualcosa di totalmente nuovo e fa il suo debuto sul nuovo Galaxy Watch 4. La novità più grande riguarda la possibilità per gli utenti con l'abbonamento Premium di scaricare la musica sullo smartwatch per l'ascolto offline.

La cattiva notizia invece è che entrambe saranno disponibili solamente sui dispositivi con Wear OS 3. Questo vuol dire di fatto un paio di modelli (al momento Galaxy Watch 4 e 4 Classic, prossimamente TicWatch Pro 3, non appena avrà ricevuto l'aggiornamento da Wear OS 2). Tutti gli altri sono esclusi. La cosa è particolarmente spiacevole per quanto riguarda lo scaricamento delle canzone per l'ascolto offline: fino a poco fa era possibile farlo tramite Google Play Music, ma da quando l'app è stata chiusa non c'è più modo.

Commenta